rework d.va

HOTS, i devs parlano del rework di D.Va!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Rework di D.Va – Gli sviluppatori di Heroes of the Storm hanno da poco pubblicato un interessante approfondimento che riguarda in maniera molto specifica l’eroe del Nexus D.Va.

Come molti di voi sapranno infatti, la protagonista di Overwatch “prestata” al Moba di casa Blizzard è stata protagonista di un importante aggiornamento, un vero e proprio rework studiato ed elaborato al fine di renderla più bilanciata ed utilizzabile su HOTS.

Ecco di seguito quanto riportato sul loro post ufficiale:

Il post ufficiale sul Rework di D.Va

Cosa ottieni se mischi una giocatrice professionista proveniente dal futuro, bibite energetiche, un enorme mech e gli archetipi dei giochi di ruolo da tavolo? Secondo David Warner, progettista senior nel team di Heroes of the Storm, il risultato finale di questo amalgama è la riprogettazione nuova di zecca di D.VA, in arrivo con l’imminente patch di Heroes of the Storm.

Abbiamo incontrato David Warner per saperne di più sulla nostra pilota di MEKA preferita e scoprire com’è riprogettare gli eroi.


Per Warner, progettare i giochi è come un puzzle in continuo cambiamento composto da un numero sconosciuto di pezzi. Provare a intuire la miglior direzione da prendere è frustrante, ma quando alla fine tutti i pezzi si incastrano alla perfezione il senso di appagamento che ne deriva è ineguagliabile.

“Personalmente,” dice Warner, “la miglior sensazione si ha quando unisci finalmente tutte le parti di una configurazione e cominci a ricevere dei feedback su quanto essa sia bella e divertente da persone che di norma non giocano quel determinato personaggio. Niente è più importante di ricevere una e-mail dopo una riprogettazione che parla di quanto siano belli X e Y e di come non vedono l’ora di provare Z nella prossima partita!”

Il team considera attentamente ogni singolo pezzo del puzzle della riprogettazione dell’eroe mentre arricchisce un personaggio, dandogli più diversità e sinergia, ma preservando la sua meccanica di gioco di base. Dopo aver deciso quale eroe rivisitare, il team scava in profondità per identificare quali aree hanno bisogno di più attenzioni. Per identificare i problemi è facile guardare al tasso di scelta e vittorie dei talenti degli eroi e vedere il loro successo nei vari scontri; è più difficile riconoscere cosa funziona e cosa no se si parla del concretizzarsi delle fantasie dei giocatori su un particolare eroe e sulla sua identità, molto più di una semplice sequenza di zero e di uno nei dati di gioco.

“Anche se tengo in considerazione sia i dati, sia l’identità di un eroe per la riprogettazione, di solito inizio a scavare nella sua storia, e questo mi porta a vedere il tutto da un punto di vista delle meccaniche di gioco,” dice Warner. “Per esempio: con D.VA era ovvio che servisse un talento con cui sparare al proprio Mech con Colpo Grosso, perché quello è stato un momento indimenticabile nei filmati di Overwatch. Ed è così che questo momento storico è diventato il talento Opzione Nucleare del livello 4, che ha drasticamente cambiato la disponibilità di Autodistruzione, creando da solo un’intera nuova configurazione.”

Inoltre, Warner presta attenzione a ciò che chiama l’identità memica degli eroi del gioco, volgendo il suo sguardo a come essi sono percepiti dalla comunità per vedere che tipo di reazioni suscitano e i meme che vengono creati. “D.VA è una giocatrice professionista, ma ha anche una seconda identità esuberante come ‘gremlin’ che ha assunto una propria vita, nella quale s’imbottisce di bevande energetiche e Doritos,” dice Warner. “Potrebbe sembrare stupido, ma tutti gli assurdi meme che ho visto hanno portato alla creazione dei talenti Raffreddamento a Liquido e Attacco Tempestivo, rispettivamente del livello 1 e 20, perché mi sono chiesto come sarebbe stato se questo meme fosse stato un talento.”

Anche se guardare i meme generati da D.VA ha fornito delle preziose informazioni e ha aiutato il team a riprogettare la sua identità e le abilità per darle quel tocco unico, l’energia estrema da giocatrice e le lattine vuote costituiscono solo una parte di chi è veramente. Per capire gli altri aspetti del suo personaggio e delle meccaniche, Warner ha provato a vederla con gli occhi di un dungeon master.

“Gli archetipi dei giochi da tavolo sono stati esplorati e ripetuti per decenni, e li trovo ormai collaudati,” dice Warner. “Vedo D.VA come un amalgama tra un Berserker e un Cavaliere: vuole uno scontro faccia a faccia mentre consuma la propria Salute per una scarica di potere offensivo, proprio come un Berserker, mentre resta un punto fisso difensivo per la tua squadra, proprio come farebbe un Cavaliere. Quindi, questo come si traduce nelle meccaniche di gioco? Un esempio lampante lo abbiamo con i talenti Metallo Pesante di livello 1, più orientato verso il Berserker, che amplia e premia la capacità di avvicinarsi in mischia, mentre Mosse Avanzate è un’opzione più da Cavaliere, poiché t’incoraggia a rimanere vicino alla squadra e ad assorbire i danni. Questa linea di pensiero la si può trovare in tutto l’albero dei talenti, permettendo a D.VA di adattarsi a questi ruoli come meglio crede.”

Il team si è approcciato alla riprogettazione di D.VA con tre obiettivi in mente: rendere le scelte dei suoi talenti più interessanti e significative, aiutarla a diventare un “combattente” tradizionale e darle una marcia in più contro gli eroi che stanno in solitaria nelle corsie, ed evitare di confinare i giocatori alle sole due scelte eroiche del Mech o del Pilota. Alcuni di questi obiettivi si sono dimostrati più difficili di altri da realizzare, portandoci ad armeggiare e progettare iterazioni che hanno reso la riprogettazione di D.VA più grande e complessa rispetto alla maggior parte degli altri eroi.

“La parte più difficile era quella di bilanciare il rapporto tra la sua forza offensiva e difensiva,” dice Warner. “È molto facile per D.VA raggiungere quel punto dove fa arrabbiare i giocatori a causa della sua alta mobilità, immensa riduzione di danni e molteplici barre della Salute che si rigenerano. Tutte queste cose sono facili da sfruttare per i giocatori di D.VA e sono difficilmente contrastabili da molti degli eroi disponibili. C’è voluto molto per bilanciare questi vettori.”

Ora, con la sua riprogettazione completata, D.VA emerge dalla sua crisalide cosparsa di Doritos e spicca il volo nel suo nuovissimo Mech, pronta a falciare i nemici e sfoggiare un incredibile rapporto uccisioni, morti e assist.

Essendo uno degli eroi meno giocati dell’intera collezione, Warner spera che la sua riprogettazione cambierà quella percezione di scelta “sprecata” che i giocatori hanno verso D.VA. “Ha uno stile di gioco unico e più versatilità in ambito dei talenti, quindi spero che troverà un posto fisso nel meta,” dice Warner. “Penso che gli amanti sfegatati di D.VA si potranno finalmente godere diverse configurazioni tra cui scegliere, così come nuovi strumenti che incrementano il massimale delle sue abilità.”

Cosa ne pensate del pensiero dei devs?
Siete d’accordo sul fatto che i giocatori che proveranno la nuova D.Va risulteranno molto più soddisfatti di prima?

La discussione è aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701