Heroes of the Storm: Custom Games e Tornei!

Heroes of the Storm: Custom Games e Tornei!

Profilo di Anthrax
 WhatsApp

Heroes of the Storm è andato offline per una lunga manutenzione a fine Settembre ma la quiete è destinata a finire presto, la Tempesta si sta per abbattere di nuovo su di noi!
Le principali novità della nuova build che dovrebbe andare online già domani sono elencate da Blizzard stessa e sono la possibilità di creare Custom Match, l’introduzione  della modalità Spettatore e l’attivazione completa dei Replay!

Prima di lasciarvi al comunicato stampa ufficiale, Powned.it è lieta di annuniarvi che a seguito di tali introduzioni realizzeremo molto, molto “soon  il Primo Torneo di Heroes of the Storm di Powned.it!

Ci si rivede nell’Occhio della Tempesta alla conquista del Nexus!

HeroesBlogDividerLine_800x50.png

Partite personalizzate

Mettiamo che, con un gruppo di amici, abbiate sviluppato una sana rivalità contro un’altra squadra incontrata in modalità Schermaglia grazie al matchmaking, e ora vogliate regolare i conti una volta per tutte. Ebbene, siete fortunati, perché la prossima patch aggiungerà all’alfa tecnica le partite personalizzate, nelle quali potrete giocare partite pre-organizzate contro altri giocatori a vostra scelta.

Heroes_CustomModeSelect_Thumb_700x369.png

Aprire la lobby delle partite personalizzate è rapido e semplice. Ecco le istruzioni da seguire per iniziare:

  1. Cliccate sul pulsante Gioca nella barra del menu di navigazione nella parte bassa della schermata principale.
  2. Cliccate “Cambia modalità” nella schermata di gioco.
  3. Quindi, selezionate Partita personalizzata nella parte destra dell’elenco delle modalità di gioco.
  4. Infine, scegliete un campo di battaglia e cliccate il pulsante di conferma.
  5. Quando la lobby si apre, è possibile riempire con giocatori reali fino a 10 slot giocatore e 2 slot spettatore.

Heroes_CustomGameLobby_Thumb_700x200.png

Nella schermata della lobby vedrete i vostri compagni di squadra e gli eroi da loro selezionati mostrati al centro, come quando siete in coda per una normale partita di matchmaking. Vedrete anche la squadra avversaria, gli eroi selezionati e gli spettatori, mostrati verticalmente nella parte destra della schermata. Gli slot vuoti mostreranno un pulsante viola (“Invita”), sul quale cliccare per aggiungere altri giocatori e spettatori nella lobby di gioco. Se preferite, potete aggiungere giocatori computerizzati per riempire gli slot vuoti, cliccando sul pulsante “Aggiungi I.A.” sul lato destro dello schermo.

Sappiamo che riunire tutti gli amici per una partita organizzata a volte può essere difficile, quindi abbiamo incluso alcuni strumenti che l’organizzatore può utilizzare per creare una lobby efficiente. L’host può cliccare sull’icona della chiave inglese sotto i compagni di squadra, o cliccare con il pulsante destro del mouse sotto il ritratto di un nemico, per accedere a diverse opzioni che riguardano quel giocatore, tra cui: Cambia squadra, Rendi osservatore, Rendi host ed Espelli. Infine, se ci sono giocatori computerizzati nella lobby, l’host può cambiare le loro impostazioni di difficoltà, selezionando quelle desiderate.

HeroesBlogDividerLine_800x50.png

Modalità spettatore

Ora che sapete come organizzare la lobby di una partita personalizzata e organizzare un match contro i vostri rivali, avrete bisogno di testimoni che assistano alle vostre innumerevoli vittorie. Come detto qui sopra, potete invitare altri giocatori a unirsi alla lobby come spettatori, in modo che possano assistere passivamente al dominio della vostra squadra (o alla sua bruciante disfatta). Cliccate sull’immagine qui sotto per un’anteprima dell’interfaccia della modalità osservatore, in arrivo con la prossima patch per l’alfa tecnica.

Heroes_InGameObserverUI_Thumb_700x200.png

In qualità di osservatori, avrete accesso a quasi tutte le informazioni mostrate ai giocatori durante una partita, incluso il cronometro di gioco, il livello delle squadre, la minimappa e il contatore degli obiettivi. Avrete anche la possibilità di condividere la visuale di tutti i giocatori sul campo di battaglia, così da non perdere nemmeno un secondo dell’azione. Inoltre, gli eroi selezionati, i forti rimasti e il totale delle uccisioni verranno mostrati negli angoli superiori dello schermo (a destra e a sinistra), permettendovi di farvi un’idea della situazione di gioco con una sola occhiata.

HeroesBlogDividerLine_800x50.png

Replay

Forse volete rivivere alcune delle giocate più spettacolari effettuate durante l’annichilimento degli avversari in una partita personalizzata. O forse volete solo migliorare la vostra abilità osservando più attentamente alcune delle ultime partite disputate in modalità Schermaglia. Con la prossima patch di Heroes of the Storm tutto questo sarà possibile.

Heroes_ReplaySelect_Thumb_700x200.png

Quando l’alfa tecnica tornerà online, il pulsante Guarda sarà abilitato sulla barra del menu di navigazione, nella parte bassa della schermata principale. Premete Guarda per aprire un elenco dei replay delle partite più recenti in tutte le modalità. Cliccando su un replay nell’elenco verranno mostrate le informazioni relative a quella partita, come durata e campo di battaglia, così come i nomi dei giocatori e degli eroi scelti, il tutto sulla parte destra dello schermo. Una volta selezionata la partita desiderata, cliccate sul pulsante Guarda replay da solo, in basso a sinistra, per avviare il replay.

Heroes_ReplayTimeline_420x164.png

Osservare un replay e guardare una partita in modalità spettatore sono cose molto simili, con una differenza sostanziale: mentre guardate un replay, in basso a sinistra troverete dei controlli per mettere in pausa o riprendere il gioco (P), velocizzare (=) o rallentare (-) la riproduzione. Inoltre, potete cliccare ovunque sulla barra del replay (T) per spostarvi in un qualsiasi punto del replay stesso.

HeroesBlogDividerLine_800x50.png

Tornei della comunità di Heroes of the Storm

Con l’introduzione delle partite personalizzate, della modalità spettatore e dei replay, siamo lieti di annunciare che potete iniziare a organizzare tornei per la comunità di Heroes of the Storm. Se decidete di organizzarne uno, ricordatevi di seguire le nostre linee guida per i tornei della comunità, che presto verranno aggiornate per includere Heroes of the Storm.

È molto importante ricordare che Heroes è ancora in fase di alfa tecnica, e che gli aggiornamenti futuri probabilmente cambieranno alcune funzioni, incluse quelle che spesso vengono utilizzate per organizzare i tornei. Inoltre, non possiamo garantire che i periodi di inattività per manutenzione, gli aggiornamenti di gioco, bug, e altre interruzioni del servizio non coincidano con il periodo dell’evento che avete organizzato.

Infine, sappiamo che non tutti quelli che desiderano partecipare ai tornei di Heroes hanno accesso al gioco in questo momento, ma stiamo continuando a invitare nuovi giocatori all’alfa tecnica. Quindi, se ancora non avete accesso a Heroes, assicuratevi di esservi iscritti al test sulla vostra pagina di gestione dell’account Battle.net per avere una buona opportunità di ricevere un invito.

HeroesBlogDividerLine_800x50.png

 

Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Heroes of the Storm è ufficialmente morto, Blizzard abbandona il progetto definitivamente

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Il progetto Moba di Blizzard, Heroes of the Storm, è ufficialmente morto ed a comunicarlo è stato lo stesso team di sviluppo, che in una nota condivisa in questi giorni ha annunciato l’abbandono definitivo del supporto ai giocatori.

Finisce così dunque il rivoluzionario progetto nato nel 2015 ad opera di mamma Blizzard che tanto aveva appassionato i giocatori della penisola nei primi mesi dal rilascio globale.

Un annuncio, quello della fine del supporto ai giocatori, che in uncerto senso era già stato telefonato nel 2019, anno in cui Blizzard decise di cancellare in maniera definitiva anche tutte le competizioni.

Heroes of The Storm è morto, ma non la sua community

Come spesso accade in queste situazioni, i fan storici del titolo non hanno preso benissimo la decisione di Blizzard e come era facile aspettarsi, non hanno atteso a farsi sentire sui social.

Particolarmente ricondiviso è stato il post del content creator Pally, che su Twitter riporta così il suo pensiero: ”Solo uno strano giorno. Mi sento come se avessimo saputo della morte (del gioco n.d.r.) anni fa, ma solo oggi stessimo celebrando il funerale.”

Non tutti ad ogni modo si sono fatti prendere dallo sconforto. Ad esempio il commentatore Thomas “Khaldor” Kilian, ha dichiarato sul proprio profilo ufficiale che nonostante la brutta notizia, lui ha già pensato a qualcosa per il futuro del gioco.

Insomma, cosa ne pensate? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

“Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023” rivela Ybarra

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come un fulmine a ciel sereno, questa volta con una notizia più che positiva, Blizzard annuncia un evento importantissimo, o meglio il ritorno di un evento importantissimo. Parliamo della BlizzCon.

Purtroppo la situazione in casa Blizzard non è stata delle migliori in questi ultimi tempi, se poi aggiungiamo ben due anni di pandemia, potete ben capire in che problematiche versava la realizzazione della BlizzCon.

Quest’anno, la Blizzard, con un comunicato, annunciò di voler rimodellare l’evento (che è il più grande e importante dell’azienda) per renderlo il più inclusivo e accogliente per TUTTI gli amanti dei giochi Blizzard.

Ma il team sa benissimo quanto l’evento sia davvero l’unico modo di riunire una fanbase gigantesca come quella Blizzard. Per questo motivo, Mike Ybarra, nuovo Presidente dell’azienda, ha deciso insieme al team di impegnarsi al massimo per riportare il prima possibile l’evento dal vivo. Già a partire dal 2023.

In una lunghissima intervista ai colleghi del Los Angeles Times, infatti, Ybarra ha parlato delle condizioni della Blizzard e di come l’azienda abbia bisogno di rinnovamento, cosa che sta avvenendo proprio in questi mesi. “Ci stiamo impegnando per migliorare la nostra cultura” e per questo per Ybarra è importante un “team culturale”.

Proprio in quest’aria di rinnovamento si sente forte il bisogno di una nuova BlizzCon ed è proprio il 2023 l’obiettivo del team di Blizzard e della nuova assunta come capo della BlizzCon, April McKee.

Le parole di Mike Ybarra

Avevamo precedentemente annunciato una pausa per la BlizzCon mentre la re-immaginavamo per il futuro ma vogliamo il ritorno ad un evento dal vivo che ci permetta di celebrare la community. Abbiamo recentemente assunto come nuovo capo della BlizzCon, April McKee, che si sta impegnando duramente in questo senso. Ci impegniamo a riportare la BlizzCon nel 2023

Queste le parole di Mike Ybarra che non lasciano spazio alle interpretazione, e mai come ora desideriamo che il piano e la missione di Blizzard si avveri.

Che ne pensate di questo annuncio? Vorreste al più presto il ritorno della BlizzCon?

Articolo Correlato:
Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: