Come giocare al meglio Maiev? Ecco i consigli di Nurok!

Come giocare al meglio Maiev? Ecco i consigli di Nurok!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Il ruolo di controllo del campo le viene naturale, grazie alle sue abilità. La sua abilità passiva può essere usata con grande perizia, sono sicuro che alcuni giocatori non riusciranno a sfruttarla al meglio, mentre altri la useranno per evitare attacchi come la bomba di Tracer, le eroiche di Ragnaros o il silenziamento di Malfurion. Con un’abilità passiva ben coordinata, è possibile schivare effetti di controllo fondamentali e potenzialmente letali…a parlare del nuovo eroe del Nexus di Heroes of the Storm attraverso le considerazioni che vi abbiamo appena riportato è il celebre giocatore tedesco del team Liquid Nils “Nurok” Gebhardt.
Nurok, similarmente a quanto fatto precedentemente da altri professionisti del Nexus, ha redatto per Blizzard una pratica serie di consigli per usare al meglio il nuovo Assassino Maiev.

Di seguito troverete il post completo, sperando che possa esservi utile per migliorare l’utilizzo che fate della fortissima e leggendaria custode Cantombroso, vi auguriamo una buona consultazione!

Ora che la leggendaria Custode Maiev Cantombroso non ha più un vero nemico su Azeroth, è arrivata nel Nexus per poter dare di nuovo la caccia a Illidan (oltre a molti altri eroi). Dalla sua, ha un’incredibile capacità di controllo delle creature e di gestione del gioco. Per aiutarvi a sfruttare Maiev al meglio, abbiamo parlato con Nils “Nurok” Gebhardt del Team Liquid, e abbiamo raccolto le sue impressioni.

Punta in alto

Maiev_Gameplay_W.jpg

Nurok considera Maiev principalmente un eroe che può controllare il campo grazie alla combinazione offerta dal suo tratto, Salto della Custode, l’abilità d’attacco Legame dell’Ombra e le sue abilità eroiche. Salto della Custode consente a Maiev di balzare in aria, rendendola invulnerabile agli effetti di eroi, servitori e mercenari nemici per 0,75 secondi. Legame dell’Ombra vincola a lei gli eroi nemici con il successivo attacco base, trascinandoli vicini se si allontanano troppo. Queste due mosse consentono di evitare attacchi letali e di riposizionare i nemici in molti modi diversi (e sicuramente frustranti).

“Il ruolo di controllo del campo le viene naturale, grazie alle sue abilità,” dice Nurok. “La sua abilità passiva può essere usata con grande perizia, sono sicuro che alcuni giocatori non riusciranno a sfruttarla al meglio, mentre altri la useranno per evitare attacchi come la bomba di Tracer, le eroiche di Ragnaros o il silenziamento di Malfurion. Con un’abilità passiva ben coordinata, è possibile schivare effetti di controllo fondamentali e potenzialmente letali.”

Capture.JPG

Dopo aver fatto sprecare ai nemici i loro attacchi più potenti, si può usare Legame dell’Ombra per trascinarli verso di sé, scatenando una combo letale.

Passione per le lame

Maiev_Gameplay_Q.jpg

Le sue abilità e agilità consentono a Maiev di controllare il campo, ma Nurok pensa che la sua abilità del tasto Q, Ventaglio di Lame, sia il modo migliore per eliminare i nemici. Consiste in un rapido attacco a settore circolare con un breve tempo di recupero (4 secondi) che diventa ancora più breve (0,5 secondi) se colpisce due o più eroi nemici, e rappresenta gran parte dei danni inflitti da Maiev.

“Maiev fa molto affidamento sulla Q,” dice Nurok. “Non al 100%, ma questa è la maggiore fonte di danni, ed è fondamentale portarli a segno il più possibile in breve tempo durante gli scontri di squadra.”

Nurok consiglia di concentrarsi sul potenziamento di Ventaglio di Lame nelle fasi iniziali, con i talenti di livello 1, 4 e 7. Il talento di livello 1, Cimelio di Naisha, che consente agli attacchi di rimbalzare, sembra una scelta rischiosa, perché bisogna colpire almeno due nemici ogni volta che si utilizza l’abilità. Nurok però riconosce che il potenziale delle fasi avanzate compensi eventuali frustrazioni iniziali, come per esempio attaccare una corsia in cui c’è un solo nemico.

“Cimelio di Naisha è meno efficace se non si colpiscono spesso due eroi contemporaneamente, perché si ricarica più raramente,” afferma Nurok, “ma rimane la scelta migliore. Anche se non si portano a segno molti attacchi all’inizio, può consentire di vincere uno scontro di squadra più avanti. Colpire due nemici con l’attacco sulla Q è molto più frequente negli scontri di squadra.”

Il talento missione di livello 4 Blocco sul Posto potenzia Ventaglio di Lame una volta completato. Per il livello 7, Nurok è indeciso tra aumentare ulteriormente i danni di Ventaglio di Lame con Ira di Elune o ridurre la Resistenza dei nemici con Vincolo della Corruzione, che potenzia Legame dell’Ombra. Questo dipende da eventuali eroi con molta Resistenza nella squadra nemica.

“Penso che Ventaglio di Lame sia l’abilità più potente del kit base, per cui va potenziata con i talenti,” dice Nurok. Il talento di livello 4 è davvero molto potente. Aumenta danni e portata, un aumento quasi del 50% per un’abilità con un tempo di recupero di 0,5 secondi se si colpiscono più eroi.”

Nurok pensa che Maiev possa dare il meglio dopo aver appreso il talento di livello 16 Assalto Corazzato, che aumenta del 35% i danni fisici inflitti ogni volta che ha più di 15 Resistenza. Ricordate che tutti i talenti di livello 13 le forniscono modi di aumentare rapidamente la Resistenza: Nurok consiglia Armatura d’Ombra perché è il più costante tra tutti. “Basta premere E e premerlo di nuovo per ottenere 25 Resistenza.” Questo significa che dopo aver sbloccato Assalto Corazzato, serve solo avere tempismo nell’uso delle abilità per infliggere enormi quantità di danni.

“È come Spada del Drago di Genji,” dice Nurok. “Si può eliminare l’intera squadra nemica in tre o quattro secondi.”

Ogni abilità eroica ha diverse qualità

Maiev_Gameplay_R1.jpg

Nurok ritiene che le scelte dei talenti di livello 10 e 20 siano quelle più varie e dipendano solo dalla configurazione della squadra nemica e dalla mappa. Come Bozzolo di Anun’arak, Disco di Contenimento è un modo efficace di inabilitare un bersaglio singolo se c’è un eroe nemico che si vuole davvero mettere fuori gioco per qualche secondo mentre ci si concentra sul resto. A differenza di Bozzolo, Disco di Contenimento è un’abilità mirata che isola solo il primo bersaglio colpito, per cui il rischio di commettere errori è più elevato.

“Penso che Prigione della Custode sarà la scelta più comune perché è molto facile sfruttarne il potenziale,” afferma Nurok. “Se si imprigionano due o tre eroi nemici nel cerchio, è possibile attaccare con la Q molto rapidamente. Anche se non si imprigionano molti nemici, è un ottimo strumento di controllo del campo, perché i nemici all’esterno dovranno starne alla larga.”

Maiev_Gameplay_R2.jpg

Maiev dà il meglio quando infligge molti danni a eroi nemici raggruppati. Nurok consiglia di abbinarla a eroi guerrieri e di supporto che hanno effetti di controllo aggiuntivi: “Anub’arak, Tyrael, Diablo, Muradin e gli altri eroi che riescono a riposizionare i nemici sono di aiuto a Maiev.” Anche il supporto di eroi come Malfurion e Stukov funziona, ma Nurok pensa che la sinergia maggiore si verifichi con Uther, perché la sua abilità passiva fornisce Resistenza agli eroi che ha curato.

Quali combo pensi di poter scatenare assieme ai tuoi alleati ora che Maiev è disponibile in Heroes of the Storm? Faccelo sapere nei commenti qui sotto. Ci vediamo nel Nexus!

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Attacco DDoS a Blizzard: problemi di connessione nel server americano

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Una situazione problematica si è verificata questa notte sui server di Blizzard ed ha portato grosse difficoltà a tutti i giocatori del server americano. Si tratta di un attacco DDoS che ha paralizzato i servizi dell’azienda di Irvine nel Nuovo Continente.

Per i meno avvezzi alla terminologia informatica, gli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) sono pratiche informatiche (di hacker) in grado di affollare i server delle aziende con un elevatissimo traffico di dati limitando o paralizzando del tutto i normali servizi.

Potete immaginare come questa pratica abbiamo interrotto il normale afflusso di dati sulla piattaforma Battle.Net. Il problema, però, è stato limitato solamente sul server americano, ma ha comunque provocato una marea di disservizi a migliaia di giocatori.

Molti soffrivano enorme latenza, mentre molti altri sono stati disconnessi senza possibilità di rientrare nei loro giochi preferiti per almeno un’ora, quando Blizzard ha annunciato di aver risolto il problema dell’attacco DDoS ed ha richiesto di riprovare a rientrare in game.

Per almeno un’altra ora, però, i giocatori hanno avuto problemi. Ma pian piano le cose sembrano esser rientrate e tutti i servizi ripartiti con la solita regolarità. Non si conoscono ancora i motivi di questo attacco DDoS, evento che non accade con frequenza elevata

Il tweet ufficiale

Che ne pensate di questa situazione? Avete avuto problemi sul server americano per l’attacco DDoS a Blizzard? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

“Bobby Kotick avrebbe affrettato la vendita a Microsoft per evitare responsabilità”. NYC cita in giudizio Activision

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tiene ancora banco la questione “molestie sessuali” in casa Activision Blizzard e stavolta ci va di mezzo anche la nuova acquisizione da parte di Microsoft. Ad essere però sotto accusa sono Activision Blizzard e soprattutto il suo CEO Bobby Kotick.

Stavolta a citare in giudizio l’azienda ci pensa direttamente la città di New York, o meglio alcune delle maggiori entità del pubblico settore, tra cui pompieri, poliziotti ed insegnanti. I gruppi di lavoratori menzionati (che posseggono alcuni stock di Activision), alla Corte di Cancelleria del Delaware, avrebbero chiesto di visionare alcuni documenti e libri dell’azienda per controllare eventuali trasgressioni. Per loro, diverse mosse dell’azienda starebbero danneggiando il valore della compagnia.

Si crede infatti che durante l’acquisizione  da parte di Microsoft ci sia stato qualche comportamento non proprio lecito, soprattutto da parte di Bobby Kotick, il quale avrebbe affrettato la vendita di Activision per poter fugare ogni sua responsabilità dai recenti problemi dell’azienda.

Nel frattempo, però, il CEO avrebbe comunque continuato a servire come esecutivo per l’azienda. Nel documento pubblicato dalla corte, si parla anche di soldi, con cifre precise. Kotick avrebbe avuto in mano la totale libertà decisionale di trattare la vendita. Dalle affermazioni contenute nel documento emergerebbe però l’idea secondo la quale Kotick sarebbe stato inadatto ad avere questo tipo di potere.

Ma comunque, senza nessuna autorizzazione e nessuna offerta da parte di Microsoft, Bobby Kotick avrebbe proposto agli acquirenti un range di prezzo tra i 90 ed i 105 dollari per azione. Microsoft, a quel punto, avrebbe offerto 90$ per azione, arrivando quindi a “sottovalutare” il reale valore.

Insomma anche la questione acquisizione nasconderebbe più di qualche ombra, come insinuerebbe il documento dell’accusa. Non ci resta che attendere ulteriori informazioni, con la speranza di scoprire il prima possibile la realtà dei fatti, per donare dignità a questa storica azienda.

FONTE: Axios

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Articoli Correlati:

Activision Blizzard, caso molestie: il governatore della California Gavin Newsom accusato di ingerenze

Activision Blizzard, caso molestie: il governatore della California Gavin Newsom accusato di ingerenze

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

È da tempo ormai che tiene banco il triste caso di “sexual harrasment” nell’azienda Activision Blizzard: molti gli eventi sotto accusa. Le investigazioni sono state molteplici per mano del California Department of Fair Employment and Housing (DFEH).

E proprio per queste investigazioni che è sotto accusa il Governatore della California Gavin Newsom per aver interferito nelle indagini. Il governatore sembrerebbe il responsabile di ben due licenziamenti nel DFEH.

Secondo quanto riportato da Bloomerg, Janette Wipper sarebbe stata licenziata dal suo ruolo di primo consigliere dell’agenzia. Ad unirsi a lei è stata la sua collega Melanie Proctor, avvocatessa del DFEH, indotta a rassegnare le dimissioni.

Con un’email Proctor avrebbe riferito delle “interferenze” di Newsom nel caso Activision Blizzard. Avrebbe anche affermato: “L’Ufficio del Governatore richiedeva ripetutamente notizie anticipate sulle strategie della controversia e sui suoi prossimi step. Come noi continuavamo a vincere in tribunale, così  l’interferenza cresceva, simulando gli interessi del consiglio di Activision.

Nel mentre, Janette Wipper sta “valutando tutte le strade di un possibile ricorso legale” ed, invece, Erin Mellon, portavoce di Newsom, ha definito le accuse al Governatore “false categoricamente“.

Il caso è molto delicato: in attesa di ulteriori riscontri ufficiali, qual è il vostro parere? Fateci sapere la vostra…