WILD/Standard: DH Hunter, Malygos Shaman e Mech Paladin in #1 Legend!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In questo nuovo speciale dedicato alle ultime liste competitive vite in azione nella ladder andremo a concentrarci sia su dei mazzi selvaggi, sia su degli altri specifici deck consigliati per la ladder standard.
Partendo proprio dai “wild”, in questo aggiornamento andiamo a vedere un Mech Paladin ed un Malygos Shaman che hanno spinto il player Corbett fino al vertice assoluto del legend, portandolo fino alla vetta del rank #1 Legend:

Una grandissima performance per lui che non è solamente riuscito a conquistare la vetta ma anche a difenderla dai continui assalti ricevuti nelle ultime ore.
Queste due liste sono assolutamente consigliate per la ladder attuale selvaggia anche se sono entrambi molto costosi e richiedono quindi una certa attenzione una volta che si è deciso di investirci su.
Per quanto riguarda il fronte Standard, oggi protagoniste sono una versione del Deathrattle Hunter (capace di conquistare l’1 legend) ed anche un’interessantissima proposta fatta da Fibonacci in merito al deck Mill Warrior, archetipo sicuramente poco semplice da giocare ma anche molto diverso dal “solito” che si può vedere nella locanda.

Vi auguriamo una buona consultazione ed un buon divertimento, sperando che queste liste possano esservi utili nel competitivo.

Le liste

ClasseNome mazzoCosto
Malygos Shaman da #1 Legend di Corbett 7400
Mech Paladin da #1 Legend di Corbett 9360
Mill Warrior di Fibonacci 11300
Odd Warrior da #33 Legend di NaviOOT 17080
Clone Priest da #4 Legend di Zuhex 11060
Deathrattle Hunter da #1 Legend di PaperNinja 12820
Spiteful Priest da #33 Legend di Pizza 9440

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.