ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Il viaggio di Turna negli States tra l’emozione dell’Europeo ed alcuni bellissimi aneddoti!

Il viaggio di Turna negli States tra l’emozione dell’Europeo ed alcuni bellissimi aneddoti!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Tornato dal viaggio che lo ha visto impegnato negli Stati Uniti d’America per gli Europei Spring di Hearthstone, il giocatore del Team Powned Turna (che vedremo nuovamente in azione al Blue Wave di Francavilla, ndr) ha voluto raccontarci qualche dettaglio in più su quella che è stata, a prescindere dal risultato, un’esperienza bellissima oltre che fondamentale per la sua carriera di Pro Player.
Tra aneddoti simpaticissimi ed il racconto della sua esperienza ai vertici dell’Hearthstone europeo…vi lasciamo ora con l’intervista al nostro Turna augurandovi una buona consultazione ed un buon divertimento!

turna

Quella da poco trascorsa è stata una settimana ovviamente meravigliosa che già dal primo giorno mi ha trasmesso tantissime sensazioni positive che difficilmente dimenticherò. Il primo giorno di fuoco inizia proprio con l’incontro del celebre Thijs in albergo e le prime chiacchiere con lui…prosegue con le prime interviste ed il mio primo impatto con il mondo competitivo e mediatico…una cosa pazzesca.
C’erano almeno 6/7 persone che stavano lavorando interamente su di me per l’intervista…un qualcosa che oltre a non aver mai direttamente visto non mi aspettavo; con gli altri giocatori c’è stata immediatamente occasione di parlare e socializzare poiché tra un’intervista e l’altra stavamo nella “player room” all’interno della quale stavamo gli 8 finalisti.

hearthstone european championships

In questa circostanza, ed a cosi stretto contatto con gli altri pro, ho avuto modo di avere il primo approccio e di scambiare le prime parole con questi fantastici giocatori (pur con qualche difficoltà visto il loro ineccepibile inglese).
In questo senso io ed AkAWonder abbiamo condiviso una situazione molto similare in quanto parliamo un inglese del medesimo livello. Iner invece, giocatore fortissimo e dalla simpatia unica, era quello forse meno pratico della lingua inglese ma vi assicuro che quando parlava erano sempre grasse risate…un ragazzo straordinario! 

13346786_714043775402634_1528011788851111249_n

Concluso questo primo intenso giorno americano ci avviavamo , durante il secondo, alla visita ufficiale della sede Blizzard dove, tra le altre cose, abbiamo potuto parlare con i Dev del gioco sia in generale di Hearthstone che, più nello specifico, delle carte, delle meccaniche presenti nella Locanda e di come loro pensano e lavorano sul futuro di questo fantastico titolo.
Proprio in questa occasione ognuno degli 8 giocatori ha avuto modo di confrontarsi in un “faccia a faccia” con uno dei Dev ed io ho avuto l’immenso onore di poter parlare direttamente con Ben Brode...su di lui avrei tanto da dire, una persona divertentissima ed alla mano (non appena è entrato nella stanza ci ha ovviamente contagiato a tutti quanti con i suoi “Well Met” e “Greetings” accompagnati dalla sua inconfondibile risata xD)! 

Durante il colloquio, Ben Brode mi ha confermato che il Team è pronto per la nuova espansione e che, oltre a lavorare costantemente sui prossimi contenuti, stanno quotidianamente monitorando sia le carte che i vari mazzi presenti nel meta per avere sempre tutto sotto controllo cosi da non arrivare impreparati ed avere sempre la risposta pronta per ogni situazione.

13434940_714043782069300_6020213985181597973_n

Sempre alla Blizzard ho avuto il piacere di scoprire un simpaticissimo dettaglio che adesso voglio condividere con tutta la community: nel lontano 2002, durante la fase di lancio della prima beta di World of Warcraft, uno dei Dev esclamò, proprio pochi istanti prima di “lanciare online” la beta: “siamo come Dio, facciamo nascere la vita…“; la cosa simpatica è stata però che tutti i server andarono giù contemporaneamente…cosi, alla ricerca di una risposta che potesse spiegare il problema del down di tutte le macchine, i ragazzi del team scoprirono che a causa di un forte temporale il tetto dello stabile dove si trovavano i server era irrimediabilmente crollato sui server stessi…strane coincidenze xD!!

13346571_714170192056659_1127872739396845518_n

Per quanto riguarda la mia esperienza di gioco (clicca qui per visualizzare i mazzi di Turna), oltre a quello che ho già detto mediante la mia pagina facebook (poco sotto trovate il testo del mio messaggio) posso aggiungere che una mossa interessante che non ho visto sarebbe stata quella di giocare nel turno 4 della sfida Paladino N’Zoth Vs Warrior Eguaglianza/Vate della Rovina o Eguaglianza/Pedina invece che Pedina/Vate della Rovina ma credo che questa sarebbe stata una mossa davvero “next level” che non è semplice che venga in mente nel minuto e mezzo di gioco con tutta la tensione del caso; credo che questa sarebbe probabilmente stata una mossa che vi avrebbe permesso di vincere la partita.

turna team powned

Per quanto riguarda il secondo game ho sbagliato a partire di Zoo…avrei dovuto partire di Warrior o di Hunter (scelta migliore perché se battevo il Rogue con Hunter non lo avrei accoppiato con il suo Shaman) ma ero anche influenzato dal fatto che tutto volevo fare tranne che tornare a casa con un 0-4 ed è per questo che ho forzato con uno dei deck più performanti in assoluto.
Questo ovviamente non vuol dire che avrei vinto…dico solo che probabilmente questa sarebbe stata la mossa più giusta da fare.

turna hearthstone

Come ultima considerazione che ci tengo a condividere con la community, credo che sarebbe stato più saggio non fare Piromante Selvaggio/Eguaglianza sul suo Senzavolto Ardente ma solo Eguaglianza…in ogni caso credo che, pur non avendo fatto in questo caso la giocata migliore, avrei perso comunque la partita essendo Thijs esageratamente in vantaggio.

In questo caso poi c’è poco da dire: Thijs è un giocatore formidabile che non sbaglia praticamente mai 🙂 

Per concludere, lo ripeto ancora una volta 🙂 ,  è stata un’esperienza meravigliosa che spero presto di poter vivere nuovamente…tra l’altro, si è conclusa nel migliore dei modi: con una bella mangiata al  Bubba Gump Gamberi di Santa Monica (celebre per via del film Forrest Gump, ndr) xD !!

Dalla pagina facebook di Turna – commenti a caldo:

Finita. È stata comunque una splendida esperienza qua in America e una grandissima soddisfazione arrivare fra i primi 8. Peccato perchè io e i miei amici yondaime e ChallengerGX avevamo studiato alla perfezione Thijs. Sapevamo che tendeva a partire di Renolock o Warrior e che sapeva delle mie partenze al preliminary di Warrior o di Warlock (durante la settimana mi aveva chiesto “furbescamente” quale era il mio mazzo preferito, e io ho risposto Warlock). Quindi abbiamo letto che lui sarebbe partito di Warrior (bannandogli Reno) e la risposta migliore abbiamo pensato fosse Paladin. Un libro aperto 😀 (tutte queste “letture” sono state confermate da lui dopo la partita). Peccato però che ho perso appunto il game 1 e da lì in poi il match è stato in salita. Pazienza, ci riproverò questa estate! Vorrei ringraziare tutti quanti per il supporto e per l’affetto mostratomi, lo apprezzo davvero tanto! Alla prossima

E la community cosa ne pensa dell’esperienza di questo grande protagonista della scena europea di Hearthstone? La discussione è aperta!

Sono giusti gli aggiornamenti al gioco poco prima di un torneo ufficiale? Risponde Abar

Sono giusti gli aggiornamenti al gioco poco prima di un torneo ufficiale? Risponde Abar

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Aggiornamenti Hearthstone – Abbiamo visto nei giorni scorsi la nuova patch 23.6, che oltre a tanti contenuti ha annunciato ufficialmente il futuro arrivo della prossima espansione Assassinio al Castello di Nathria. Ma subito dopo è scoppiata la bufera, perché?

L’unica differenza notevole, alla Constructed, con questa Patch, è stata l’introduzione di Principe Renathal che cercherà di stravolgere un po’ il meta prima dell’arrivo dell’espansione. Ma anche nel competitivo torneistico la confusione è dietro l’angolo.

Questo soprattutto se il prossimo grosso torneo ufficiale, il Masters Tour, è proprio dopo pochi giorni dall’aggiornamento. Molti sono stati i giocatori che hanno lamentato il timing di questa patch, che romperà le uova nel paniere a molti deckbuilder che parteciperanno alla competizione di Blizzard.

Altri, però, non sono contrari a queste tempistiche spiegando che per TUTTI i giocatori ci saranno difficoltà nel provare i mazzi nuovi e testare nuovi deck, quindi tutti sulla stessa barca.

Tra le decine di testimonianze per una “fazione” o l’altra ha risposto Abar, Product Manager per Hearthstone Esports. Con un lungo thread su Twitter, Abar ha cercato di spiegare che il maggior profitto per il team proviene sicuramente dagli acquisti dei giocatori, ma ciò non vuol dire che i dev non sono ben attenti alle richieste della sezione Esports di Hearthstone.

Parafrasando il PM si capisce come, a volte, per un’esigenza o un’altra le tempistiche possano “infastidire” le competizioni ufficiali, ma nonostante ciò i feedback sono sempre ben accetti per vedere come non scontentare nessuno. (Per una maggiore precisione e minore interpretazione del messaggio vi lasciamo il post ufficiale in basso).

Sicuramente le lamentele sono giustificate, ma bisogna anche comprendere ed accettare le dinamiche di un’azienda e soprattutto di un business (alla fine anche Hearthstone è un business). Sicuramente c’è un motivo dietro determinate tempistiche.

Questo è quello che comprendiamo dalla testimonianze di Abar, voi cosa ne pensate? È giusto lamentarsi delle tempistiche di Blizzard, o bisogna comprendere ed adattarsi di conseguenza agli aggiornamenti?

Articoli Correlati:

Le Locande del Tempo sono finalmente qui. Come cambia l’Arena?

Le Locande del Tempo sono finalmente qui. Come cambia l’Arena?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come preannunciato qualche giorno fa, e soprattutto con l’arrivo della nuova patch 23.6, finalmente hanno fatto oggi il loro esordio le Locande del Tempo in Arena. O meglio, potremmo dire che hanno ri-esordito.

Già, ovviamente le Locande del Tempo non sono una novità ed anzi sono la seconda edizione di questo interessante evento per la modalità. Ma non ci ritroveremo le stesse copie delle carte del primo evento, anzi troveremo molte delle carte bilanciate ed adattate ad un Hearthstone moderno. Una novità su tutte è la rimozione dal pool di carte di Murozond che ha bisogno di un brainstorming maggiore prima di essere reintrodotto nell’evento insieme alle altre carte.

Purtroppo non si conosce la lista completa delle carte, che ancora non è stata pubblicata sul sito ufficiale, ma le restanti carte originali (più probabilmente un paio di carte del Cacciatore di Demoni) sono già in-game e Matt London, responsabile delle modalità per Hearthstone, ha svelato tutte le modifiche alle carte.

Bilanciamenti alle nuove carte di Locande del Tempo

Più in basso vi pubblicheremo le vecchie carte, in modo da cominciare a vedere le differenze con le nuove modifiche.

Le carte originali delle Locande del Tempo

Con l’introduzione delle Locande del Tempo avremo anche un ticket gratuito per l’Arena, in modo da poter provare le novità appena sbarcate.

Molti i giocatori che in queste ore le hanno provate: lo stesso Matt London ha svelato che in una run dovrebbero capitarvi da 1 a 3 carte nuove. Ci sono giocatori che ne stanno ottenendo anche molte di più, quindi incrociate le dita.

Che ne pensate di questa novità per l’Arena?

Articoli Correlati:

Battlegrounds SURVIVAL: la prima tappa va a Budilicious. Già aperte le iscrizioni per la seconda!

Battlegrounds SURVIVAL: la prima tappa va a Budilicious. Già aperte le iscrizioni per la seconda!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Dopo il torneo di test dedicato allo Standard di Hearthstone, i colleghi di ReadyCheck hanno deciso di aprire un piccolo circuito competitivo questa volta dedicato alla modalità Battaglia, organizzando il Battlegrounds SURVIVAL.

Il circuito consiste in due tappe ad iscrizione gratuita ed aperta a tutti (con anche un montepremi in palio) ed i migliori 16 delle due tappe accederanno di diritto alla finale del torneo, con un montepremi ancora maggiore.

La prima tappa si è svolta lunedì 27 ed ha visto coinvolti molti giocatori italiani, tra cui il noto, quanto forte giocatore di BG, Budilicious. Il torneo prevedeva una Bo1 tranne che in finale dove i giocatori si dovevano affrontare in una B03 (stessa cosa per la finale 3°/4° posto).

Detto ciò, Budi ha fatto un filotto invidiabile non perdendo un match neanche in finale, dove ha battuto Kremitas con un secco 2-0, mentre si classifica terzo ShadowGod97 che ha battuto con lo stesso risultato Fante. Ma vediamo subito la Top 8 della tappa che si qualifica di diritto alla prossima fase, quella finale.

Top 8 Battlegrounds SURVIVAL Tappa 1

  • Budilicious
  • Kremitas
  • ShadowGod97
  • Fante
  • Ubarthad
  • Xaizer
  • Rggsmn
  • Disi

Nel mentre vi segnaliamo che già sono aperte le iscrizioni per la seconda tappa che si svolgerà domani sera (QUI per l’iscrizione), sempre alle 19 e che avverrà nelle stesse modalità della prima tappa.

Facciamo ancora una volta i complimenti ai colleghi di ReadyCheck per il lavoro svolto durante il torneo, questa volta nonostante l’aggiornamento del gioco arrivato nel bel mezzo del torneo che ha rallentato lo sviluppo della competizione, ma che di certo non l’ha fermata (grazie all’intervento degli admin).

Che ne pensate di questo ulteriore torneo?

Articoli Correlati: