ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Torneo IGL: l’intervista ed i mazzi ai primi due classificati!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Si è da poco concluso il torneo IGL che ha visto protagonisti alcuni tra i migliori giocatori d’Italia di Hearthstone! In questa news abbiamo deciso di intervistare Bloor e Meliador, rispettivamente primo e secondo classificato della competizione (al 3°/4° posto troviamo invece Simonixx91 e Papins, ndr)…vi auguriamo una buona lettura ed un buon divertimento!

Ciao Meliador e benvenuto nuovamente su Powned! Complimenti per l’ottimo secondo posto! Iniziamo proprio con te…procederemo per punti, ad argomento risponderai come meglio credi: sei pronto?
Ciao a tutti e grazie per questa intervista! Si perfetto, sono pronto!

Analisi del meta
Il meta attualmente reputo sia più adatto alla ladder rispetto ai tornei secondo me, o meglio, i mazzi più usati al momento data la loro aggressività lasciano poco spazio alla skill in un’eliminazione diretta conquest, forse lhs aiuta in questo senso perchè le comp mutano in meglio ma credo che la base sia giocare più turni di svizzera possibile riducendo l’eliminazione diretta ad 8, massimo 16 players

Dragon war
In ladder il mazzo è così forte proprio per la sua dipendenza nelle pescate , se peschi bene non ti ferma nessuno viceversa fatichi molto, ma questo alla lunga ti permette di fare delle streak di vittorie che ti portano molto in alto. In torneo è meno forte perchè poco solido, l’unico motivo vero per giocarlo è perchè ha un buon mu contro shaman che ultimamente è presenza fissa nelle comp

Meta nei tornei
Come detto prima il meta conquest al momento è troppo aggressivo per rendere il torneo meritocratico, tendenzialmente più turni si giocano più scelte vanno fatte e quindi il player migliore viene fuori, ultimamente vedo troppe partite finire nei primi 8 turni. In ladder invece la skill del giocatore può essere valutata meglio, visto il numero di game giocati ogni mese la singola botta di fortuna/sfortuna conta molto poco.

Questione punti 
Io sono uno strenuo sostenitore dei tornei come motore principale di punti per la qualifica al blizzcon in quanto bisogna saper giocare i tornei per qualificarci ad un torneo importante come un qualifier, ne trae giovamento anche lo spettacolo. Inoltre il sangue freddo è una componente importante che chi laddera e basta fatica a sviluppare

Cosa manca ai tornei
Forse 10hp in più agli eroi ? come detto prima aspettando un meta più control l’unica soluzione mi sembra essere la svizzera da molti round 

Torneo rng
A me giocatore piace molto, è anche un modo per lavorare su nuovi archetipi di mazzo, spero che anche il pubblico sia abbastanza maturo da gradire un tipo di gioco più lineare e meno “yogg”

Scelte IGL 

Clicca qui per visualizzare il Druido!

Clicca qui per visualizzare lo Sciamano!

Clicca qui per visualizzare lo Stregone!

Clicca qui per visualizzare il Guerriero!

A francavilla ero rimasto deluso dal poco manico che la mia comp richiedeva, ero quasi uno spettatore dei miei game, così ho testato questo druido e l’ho portato in sostituzione del face hunter, ho anche aggiunto alamorte al dragon per avere un po di effetto sorpresa (ormai tutti sanno giocare contro questo mazzo), in generale credo che zoo sia il mazzo da bannare ed ho costruito una comp che soffrisse principalmente quel mazzo, sembra aver funzionato

Avversario più difficile
Wortinger, l’unico contro cui ho vinto “solo” 3-2, la finale purtroppo le carte non ce l’hanno fatta giocare più di tanto quindi non l’ho sentita più di tanto combattuta

Ringraziamenti
Ringrazio in primis il team powned che ha creduto in me fin da quando non ero nessuno in questo gioco e per il fatto che mi permette di fare tornei in giro per l’italia e chissà, magari anche all’estero in futuro. Ringrazio anche moltissimo i miei compagni di team e tutti i membri del “ts più forte d’italia” xD con cui testo, mi confronto e soprattutto mi diverto tutti giorni. Infine grazie a tutti quelli che mi seguono sulla pagina fb e mi supportano in qualsiasi modo, mi fa un piacere immenso sapere che mi donate anche solo un pizzico del vostro tempo!

Passiamo ora al buon Bloor, vincitore del torneo IGL e grande protagonista della scena della Locanda di questi ultimi mesi…

Ciao Bloor e benvenuto nuovamente su Powned! Complimenti per il fantastico successo! Come per Meliador, procederemo per punti, ad argomento rispondi come meglio credi: sei pronto?
Ciao Stak e grazie sia per questa opportunità sia per i complimenti! E’ andata alla grande 🙂 e, ovviamente, sono prontissimo!

Analisi del Meta
Penso che un meta bello come quello Post-WOG non si sia mai visto, non vorrei ripetere cose già dette ma è un meta veramente vario, difficilmente si vedevano così tanti mazzi in ladder e torneo.  Certo, prevalgono sempre alcuni, basti vedere le classi più pickate in torneo e ladder che rimangono pur sempre Warrior, Warlock e Shaman, ma c’è da dire che per ognuna di esse vi è un minimo di 2 deck competitivi giocabili in entrambi gli ambiti. Il fattore RNG è nettamente diminuito a causa della rimozione di GvG, espansione simbolo della randomicità, ma sono tuttavia rimaste carte valide in formato standard che presentano una dose di RNG notevole. Un solo Tuskarr Totemic è in grado di sbilanciare una partita, come anche una Brawl in positivo o in negativo. Nonostante ciò la skill adesso è molto più richiesta e sono felice di questa cosa.

Cosa pensi del fatto che il dragon warrior sia cosi forte e perchè (Meta Tier List aggiornata)
Il dragon warrior è sicuramente un deck molto forte e competitivo che ha trovato spazio in questo meta perché ha matchup positivi contro i vari Zoo e deck aggressivi che si incontrano. Unico fattore che potrebbe essere visto come negativo è il fatto di non avere rimozioni di massa come Brawl ed è quindi costretto a rimuovere singolarmente i pezzi ogni turno con l’ausilio di armi oppure dei propri minion che rappresentano body molto forti. Il fatto appunto di non avere Brawl rende però l’avversario sicuro sul potersi “overestendere”, ad esempio uno Zoo Lock non avrà mai paura di apparecchiare la board per poter poi rimuovere i vari pezzi del Dragon. Penso che questo sia un punto fondamentale da sapere per battere questo deck, inoltre se non montato bene quindi senza card draw il deck rischia di rimanere a secco di carte in pochi turni bloccandosi. Credo che a breve lo vedremo uscire dal meta ma rimarrà pur sempre un deck molto valido.

Cosa ne pensi del meta torneistico e quali sono le differenze dalla ladder
Trovo che il meta dei tornei non sia, al momento, poi così tanto diverso dalla ladder. La vastità di deck è incredibile ma quelli veramente forti e stabili non sono tantissimi. Questo è il motivo per cui si vedono sempre Warlock, Shaman e Warrior come classi portate, perché rappresentano deck stabili che se ingranano i giusti matchup riescono quasi sempre a vincere e anche in caso di matchup negativi possono dire la loro con ottime mani e un pizzico di fortuna.  Secondo me il segreto per vincere in lato torneistico al momento sta nella scelta della lineup ma soprattutto delle tech card: vedendo uno sciamano o uno stregone pensi quasi sempre che siano Zoo Lock e Face Shaman, quindi puoi prendere due strade: o cambi tipologia sorprendendo l’avversario, oppure inserisci quella carta che al momento non usa nessuno e gli metti paura!

E’ meglio il torneo o la ladder per qualificare un giocatore?
I migliori giocatori di solito spiccano in entrambi i formati. Tuttavia penso che il formato ladder richieda molto  più tempo per giocare, perché un giocatore bravo dopo anni di gioco può fare legend ad occhi chiusi, è solamente un discorso di tempo il farla o meno. Una volta a legend però, che richiede comunque sia una winrate buona ed una dose di tempo notevole, devi saperti mantenere a gradi alti della ladder e chiudere in Top 100, che richiede un ulteriore dose di tempo non da poco durante gli ultimi giorni del mese e uno sforzo psicologico notevole. Detto questo, penso che un player bravo   possa spiccare in entrambi i format, ma reputo il torneo molto più “tattico” e la ladder molto  più  “yolo”. Mi perdonino i giocatori di ladder, ma penso che in ranked puoi permetterti giocate che in torneo non puoi permetterti e devi andare più sul sicuro perché una singola sconfitta può farti uscire dal bracket. Inoltre, un giocatore di ladder che passa al format torneo ci metterà un po’ ad abituarsi sia per la scelta delle lineup che appunto per il metodo di gioco molto più conservativo.

Cosa manca al formato competitivo dei tornei
Mi piacerebbe molto vedere un format  “Torneo” in gioco, una specie di schermata all’interno del gioco in cui puoi fare i ban, chattare con l’avversario comodamente, un po’ come il sito Battlefy. I formati BO5 e BO3 sono buoni, il BO3 è decisamente poco competitivo perché un player fortunato può tranquillamente battere un pro  player incrociando due buoni matchup e una buona serie di carte giuste. In un BO5 invece puoi recuperare nonostante una partenza negativa di 0-2, mi è capitato spesso di chiudere 3-2 dopo questa situazione. Gran parte di questi  match è tuttavia dettata dal matchup favorevole o negativo, quindi si potrebbe lavorare di più su questa cosa!

Torneo rng
Penso che un torneo come questo sia un’ottima occasione per capire come ci si senta senza l’RNg che c’è in questo gioco. Certo, senza RNG Hearthstone sarebbe un gioco diverso perché non dimentichiamoci che la base del gioco è il divertimento ed è indirizzato ad un utente che può giocarci da Tablet, da Smartphone o dal Computer, però ci può stare provare un torneo in cui non esistono carte di questo tipo! Inoltre a giocare ci saranno giocatori di altissimo livello quindi sarà uno spettacolo da non perdere: inutile dirlo ma noi Brawlers saremo presenti!!!

Perché hai fatto queste scelte di deck per il torneo IGL

Clicca qui per visualizzare lo Yogg Druid!

Clicca qui per visualizzare il Face Shaman!

Clicca qui per visualizzare lo Zoolock!

Clicca qui per visualizzare il Warrior N’Zoth!

Sapevo che tutti avrebbero portato warrior, warlock e shaman come classi. Ho deciso di portarle anche io ma stupire i miei avversari con carte come Shadowflame nello Zoo che mi aiutavano nel caso di un mirror match o comunque un match contro aggro o dragon warrior. Lo shaman è abbastanza standard, la vera chicca della mia    lineup è senza dubbio l’nzoth warrior, techato per vincere sia VS aggro che control: la  ooze infatti consente di non andare in fatigue contro un mirror! Ho scelto N’Zoth warrior perché è un control puro che sta sopra ai vari Tempo Warrior e Dragon Warrior che mi aspettavo in questo torneo, e la scelta si è rivelata azzeccata: sono quasi sempre partito a giocare il BO5 con questo deck  con una winrate del 100%! Infine, ho ripiegato su Yogg Token Druid perché Tempo Mage a francavilla non aveva performato bene e avevo visto numerosi player usarlo, mi sembrava un deck con del potenziale e dopo la winrate dell’80% ottenuta nei giorni di test prima del torneo ho deciso di portarlo. Se volete ho anche realizzato un video in cui parlo dei miei mazzi:

Avversario più difficile
Il torneo era di altissimo livello, sin dal primo match mi sono trovato contro colossi della community italiana. Sono felice di aver battuto player del calibro di Wolf, ZeusCloud, Elegant, Atan, Simonixx, Meliador e Swaggermeist. Li reputo tutti ottimi giocatori e alcuni di loro sono pure amici che ho incontrato più volte dal vivo! Non  mi sento di nominare un avversario rispetto ad altri   per non mancare di rispetto, sicuramente le fasi finali sono state più pesanti rispetto ad altre per la tensione che avevo addosso, nonostante ciò devo ammettere che una volta entrato in gioco ero stra tranquillo e concentrato. Ho avuto molta fortuna in alcuni momenti di questo torneo ma penso che la lineup portata e la concentrazione abbiano avuto la predominanza.

Ringraziamenti
Ringrazio ovviamente i miei compagni di team che mi hanno aiutato nelle fasi di testing e supportato nei vari momenti del torneo! Ringrazio tutti quelli che hanno seguito   lo streaming e  mi hanno supportato. Se vi siete persi i miei match ho caricato qualcosa sul mio canale youtube:

https://www.youtube.com/watch?v=4O8m7Xqn4MQ

https://www.youtube.com/watch?v=7F7GjFmarBw

social: facebook, youtube, twitch


Torneo IGL: l’intervista ed i mazzi ai primi due classificati!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701