TOP & FLOP: ANALISI NUOVE CARTE!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

TOP & FLOP – Suonino le trombe e rullino i tamburi! Come annunciato nel precedente articolo, inizia un periodo meraviglioso per tutti i giocatori di Hearthstone: la rivelazione graduale della nuova espansione! Prepariamoci a partire per questa analisi in un breve viaggio che, speriamo, ci porterà ad essere pronti per il 4 agosto, giorno del release ufficiale in tutto il mondo.

Con questa nuova rubrica analizzeremo le carte di Accademia di Scholomance. Per prima cosa voglio dire che sono pronto a quello che verrà: giocatori, streamer e professionisti molto più esperti di me hanno sbagliato clamorosamente con i giudizi su alcune carte del passato, altre volte invece hanno colpito nel segno.

Probabilmente (anzi ne sono certo) dirò castronerie memorabili, ma, insieme alla redazione di Powned, siamo pronti a raccogliere le eventuali critiche. Non conosco minimamente le carte che ancora devono essere rivelate, questo per dirvi che i giudizi che darò non sono la verità assoluta, ma solo frutto di una lunga esperienza di gioco. Vi dico infine che i voti saranno espressi da 1 a 5, come in voga da tempo nella community.

Ma ora basta con gli sproloqui! Diamo il via a Top & Flop!

TOP: Studente Fuori Sede

Questa epica neutrale è la prima di Accademia di Scholomance che tutti noi possiamo già giocare. Costo 2 mana con un body 2/2 rappresenta un ottimo tool per qualunque mazzo aggro, ma a sorprendere di lei è il bizzarro potere. Come riportato da Powned , l’effetto di questa carta varia a seconda del tabellone di gioco. Ora il fattore RNG è il vero re di HS, questo lo sanno tutti, ma diventa “buono” se, come nel caso di questa carta, gli effetti che si ottengono sono tutti ottimi. Di  T2, una carta come questa non solo mette pressione all’avversario, ma ci fornisce un effetto che mai ci danneggerà, anzi. In alcuni casi, come ad esempio i tabelloni di Uldum e Scholomance, ci fornisce quella value che manca in molti mazzi, specialmente quelli aggro.

VOTO: 3,5

TOP: Piantagrane

Rara del Guerriero a 8 mana, ha un body 6/8 leggermente inferiore al suo EV standard, ma questo viene ampiamente compensato dal suo effetto. Giocare questa carta genera realmente almeno un body 12/14, dato che a fine turno verranno evocate due Farabutte 3/3 con carica (a bersaglio casuale). Questa carta è eccessivamente forte per essere una rara, dato che non solo mette un pezzo importante, ma rischia di avere un impatto su board troppo elevato. Basti pensare che ha un potere simile alla missione conclusa di Compiere il Sacrificio, vecchia leggendaria dello Stregone di Viaggio a Un’Goro, solo che è molto, molto più forte.

VOTO: 4

TOP: Shan’do Zannaselvaggia

Prima leggendaria bi-classe rivelata, rappresenta un eccellente tool per l’Highlander Hunter. Per il Druido è ancora presto per dirlo, ma in un eventuale Big Druid potrebbe fare la sua ottima figura. A costo 3 ha un buon body 3/3, e grazie al suo potere entra perfettamente in sintonia con le meccaniche di Rexxar, in entrambi i casi di scelta. In previsione di un possibile Beast Hunter funge da Principe Keleseth senza condizioni di attivazione, mentre in combo a T10 con Domasauri Brann rischia di diventare una finisher incontestabile. Occhio anche all’interazione con Guardiano Alato, potrebbe garantire una giocata in un Big Druid davvero difficile da scavalcare. Carta ottima, funzionale al supporto di cui hanno bisogno entrambe le classi.

VOTO: 4

MIDDLE: Studente Diligente

La situazione critica dello Sciamano non ci fa apprezzare appieno molte carte. Questa ne è un esempio lampante. A costo 2 mana con un body 2/3 (EV +0,5), lo Studente Diligente è il classico esempio di buona carta. Tool interessante per l’early game, può offrire una value importante, dato che la magia che ci riconsegna in mano è per forza una risorsa che ci serve, visto che l’abbiamo inserita nel mazzo. Carta che si adatta a ogni archetipo e che, spero, contribuirà al ritorno in meta di Thrall.

VOTO: 3

MIDDLE: Scriba Magico d’Onice

Neutrale comune a costo 6 dal body 4/9 (EV+0,5), è la classica carta che probabilmente non inseriremo nei nostri mazzi control, ma che se ottenuta in qualche modo durante la partita aiuterà molto. A favorire il suo ottenimento contribuisce significativamente il tag Drago, che la rende rinvenibile da molte spell e servitori. Carta solida, utile per avere una buona dose di value e anche in grado di risolvere qualche minaccia, rimanendo su board.

VOTO: 3

FLOP: SCUOTIOSSA

Leggendaria del Guerriero a 9 mana dal body 9/9 presenta un rantolo di morte molto particolare. Ogni volta che viene distrutta, rievoca se stessa in una versione sempre più debole, fino a morire del tutto dopo 8 volte. Questa carta è LENTA, a tal punto che proprio a causa della sua lentezza non credo che troverà gioco. Anzitutto è adatta solo per un archetipo control, che al momento il buon Garrosh non offre, e non penso che, se dovesse tornare in auge, sarà grazie a lei. Inoltre in meta ci sono troppi metodi per silenziarla, farla tornare in mano e trasformarla, il che la rende una giocata “T9 passo”, che rischia di lasciarci in balia dell’avversario senza sviluppare il potere di Scuotiossa.

VOTO: 2,5

Per questa puntata è tutto! Vi invito a seguirci nella prossima puntata e a lasciare un commento sulle varie piattaforme social di Powned! Alla prossima!

ARTICOLI CORRELATI:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701