ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

TOP & FLOP: ANALISI NUOVE CARTE!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

TOP & FLOP – Bentrovati amici di Powend! L’Accademia di Scholomance comincia a rivelare i suoi segreti più oscuri. Ogni avventore della locanda di Hearthstone freme al pensiero di poterne sfruttare il potenziale, rimescolando le certezze (fin troppo noiose) del meta, pronto alla rivoluzione!

Oggi andremo ad analizzare altre 6 carte (tutti servitori) rivelate in questi giorni, cercando come sempre di individuare i punti di forza e le mancanze. Ancora una volta, ci tengo a precisare che le mie sono opinioni e come tali dovete prenderle. Ma se vi sentite in vena di dibattiti, nessun problema! Le piattaforme social di Powned sono a vostra disposizione! E ora bando agli indugi. Che TOP & FLOP abbia inizio!

TOP: MASTRO CACCIATORE KREEN – Il prof di educazione fisica di Scholomance.

Mi sbilancio subito: carta OP. Leggendaria bi-classe di Rexxar e Illidan, costa 3 mana e ha un ottimo body 2/4, difficile da rimuovere in early. Grazie al potere di questo “professore”, tutti i nostri personaggi (eccetto Kreen stesso) sono immuni quando attaccano. Parto col dire che questa carta sta bene in qualunque archetipo la vogliate mettere, e quando ciò avviene, vuol dire che è veramente forte. In un Highlander Hunter è utilissima per rimuovere board, dato che spesso e volentieri abbiamo pezzi grossi pronti all’attacco. Nel DH può sicuramente contribuire alla nascita di un control, aiutando a demolire minacce avversarie. Contro aggro ha meno impatto, a meno che non giochiate un mirror match. In quel caso chi prima la pesca, vince. Carta must-have.

VOTO: 4,5

TOP: DOTTOR KRASTINOV – non fatevi male a scuola… o vi visiterà lui.

Anche qui, Leggendaria bi-classe di Valeera e Garrosh. Costo 5 mana, body 4/4 e assalto, fornirà +1/+1 alla nostra arma equipaggiata ad ogni attacco. Carta super bilanciata, sana. Utile in un’archetipo tempo che sfrutta le armi e giova della loro longevità. E’ più forte di Capitano Pelleverde, perché a parità di costo non solo ha lo stesso effetto, ma impatta su board appena giocata (anche se con -1 attacco rispetto al pirata). Questo la rende utilissima e in sinergia con lo stile del Rogue, ma molto di più con quello di Garrosh. Carta ottima, anche se legata a doppio filo all’utilizzo di armi importanti nel mazzo.

VOTO: 4

MIDDLE: COMBINAGUAI – No… non è Pollon.

Epica del Guerriero. 3 mana, body 4/3, evoca una copia con 1 salute di un servitore con assalto quando lo giochi. Carta super sinergica con l’idea di gioco di Garrosh, che dalla sua ha eccellenti servitori con assalto. La nostra amica, non solo garantisce la sua bella pressione, ma raddoppierà l’impatto su board di servitori come Bruto Sanguebollente, Mummia Irrequieta e Kargath Manotagliente (di cui raddoppierà anche il rantolo di morte). Con lei in campo, non dovreste avere grossi problemi a rimuovere chiunque.

VOTO: 3

FLOP: RAS SOFFIOGELO – Se rubate tramezzini dal frigorifero della mensa… se ne accorgerà.

Ancora una bi-classe (Jaina e Thrall), ancora Leggendaria. A costo 5 mana, con un body 3/6, Ras infliggerà 1 danno a tutti i nemici alla fine del turno. La particolarità è che i suddetti danni potranno essere influenzati da +danni magici. Ma di quanto setup ha bisogno per infliggere danni consistenti? Risposta: TROPPO. Anzitutto, non è ben chiaro in quale mazzo giocarla. In un Highlander non abbiamo abbastanza tool ai danni magici (Astromante Solarian e Esploratrice di Zaffirosono in monocopia) e in uno Spell Mage non possiamo metterla. Quindi si presuppone che debba nascere un mazzo apposito per lei. Ma anche così, per essere consistente, avrebbe bisogno di almeno 5 danni magici su board per essere buona, e a T10, con 5 mana a disposizione, è davvero difficile immaginare questo scenario. Carta assolutamente rimandata a un futuro più congeniale per lei.

VOTO: 2

FLOP: STUDENTESSA MODELLO STELINA – L’Hermione Granger seduta al primo banco.

Illidan avrà a disposizione questa Leggendaria che, leggendo qua e là, ha creato pareri discordanti. Per me è scarsa. A 4 mana, con body 4/3, ti permette di guardare 3 carte nella mano dell’avversario e rimetterne una nel suo mazzo. L’effetto di per se è buono, ma se utilizzabile con grido di battaglia, cosa che invece non è. Tutto questo è vincolato da ripudio, che impedisce di giocarla quando vuoi tu. Questa carta rischia di rimanere vanilla per molto tempo nella tua mano e contro control vedrebbe 3 carte su un pool di 8/9, rendendo difficile rimuovere proprio la carta che ci creerà problemi se giocata. Se nel meta si presenterà un mazzo combo o OTK, Stelina potrebbe dire la sua, altrimenti la vedo dura.

VOTO: 2

FLOP: MASTODONTE TOTEMICO – Le coppiette di Scholomance ci agganciano i lucchetti a forma di cuore.

Epica dello Sciamano a costo 5, body 4/5, con rantolo di morte: evoca tutti e quattro i Totem Base. Ora, se avesse avuto provocazione, assalto o qualcos’altro, il mio giudizio su di lei sarebbe stato diverso. Ma non ha nulla di tutto ciò, anzi, ti regala un bel sovraccarico (2) che compromette il turno seguente. Questa carta è inutile e genera quattro totem inutili, che hanno reso il potere eroe di Thrall obsoleto. Lenta, debole e da un rantolo che spara a salve. Non troverà gioco, e non sarà certo lei a far rifiorire la classe, che ha bisogno di ben altro per tornare a splendere. A meno che non esca una carta con scritto “se hai i quattro totem base in campo vinci la partita”… ma non credo proprio.

Per oggi è tutto signore e signori! Ma voi? Cosa ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e arrivederci alla prossima puntata di TOP & FLOP!

ARTICOLI CORRELATI:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701