ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Theorycrafting: Secret Tricky Rogue. Meme o meta breaker?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Theorycrafting – Quasi giornalmente vi presentiamo alcune liste da poter utilizzare per le vostre scalate competitive; oggi , invece, vi vogliamo mostrare qualcosa di particolare. In questo articolo vi descriveremo un particolare deck/archetipo che non esiste tuttora: il Secret Tricky Rogue.

Bisogna premettere che lo scopo di questo articolo è semplicemente quello di dare alla community un’idea particolare, fuori dal coro, alla quale poter, insieme, dare una forma, magari, migliore. Infatti al momento il deck non è stato testato ed è in pura forma teorica.

Ma adesso andiamo al nocciolo della questione: cos’è il Secret Tricky Rogue? Questo archetipo è stato partorito con l’idea di anti-meta più totale. Infatti il mazzo si basa sulla presenza di due carte fondamentali: Imbrogli e Pesce Mutante all’Acquapazza.

Questi due tool potrebbero davvero essere fenomenali in un meta in cui le pescate sono all’ordine del giorno e soprattutto in un meta in cui i deck giocano pochissimi servitori (tranne gli aggro) e quei pochi sono le uniche win condition di questi archetipi. Un po’ come quando nel lock si giocava Progetto Demoni, per counterare gli OTK (e sappiamo benissimo quanto fu efficace). Il vostro obiettivo sarà distruggere le carte core dell’avversario!

Ovviamente dopo queste due carte, lo scopo è quello di costruire un deck che, nonostante tutto, provi a vincere. Con la presenza di Imbrogli ho optato, al momento, per un pacchetto Segreti, utili sia a ciclare carte che essere una piaga per le strategie avversarie.

E diciamocelo chiaramente: serviva una “win condition” aggiuntiva alla sola Jandice Barov. Purtroppo la vera win condition è, comunque, rovinare le win condition avversarie e in un matchup contro aggro soffriamo amaramente, al 100%.

Ma considerando che gli aggro sono sempre stati il tallone d’Achille del Rogue e per storia il Secret è stato l’unico, in tempi recenti, a ovviare a questo problema, questo è il massimo che riusciamo a fare per aumentare la winrate del deck.

Matchup “lenti”

Come vanno i matchup? Quasi per tutti i mazzi “lenti” in meta dovremmo essere un buon counter ed avere la possibilità di contrastare le loro power play. Contro Mage potremmo bruciargli la reward e qualche magia pescata in aggiunta; al Druido potremmo togliere la sua Lady Anacondra o Banditore di Meccania, o addirittura il suo C’thun, l’Infranto (poiché verrà giocato il turno dopo aver avuto la certezza che l’abbia pescato ed avrà AL MASSIMO 2 servitori in mano); al Demon Hunter potremmo bruciare la reward oppure carte importanti come Bruto Irafunesta (ottimo se vorremo aggredirlo), Il’gynoth, Jace Tessiombra; al Rogue potremmo bruciare la reward, anche se difficile, o toglierli qualche utile tool nella versione Garrota (soprattutto il Banditore); allo Shaman potremo ancora una volta bruciare la reward, difficilmente giocata nello stesso turno in cui è guadagnata e soprattutto difficilmente in quel turno ha più di 2 servitori (giocati per convenienza sempre prima per ottenere spell) oppure rovinargli la pescata di qualche spell con Overload.

Il Lock è un discorso che vorrei affrontare a parte: potremmo ancora essere avvantaggiati contro il Questline versione combo, poiché ogni servitore trasformato è buono per noi, soprattutto la reward, ma la versione con i Giganti è troppo forte, ha troppi servitori e “bruciargliene” qualcuno non è un esc-concede assicurato.

Matchup aggro

Ovviamente contro gli aggro il nostro scopo sarà quello di controllare board, con i Segreti ed i nostri servitori, ed eliminargli qualche pezzo con le nostre spell difensive. Certo anche se fare Imbrogli al turno 4, contro Face Hunter, magari trasformandogli il suo Rinoceronte in arrivo con Mandriana Cantaguerra non è una cattiva idea.

Uno dei peggiori matchup in assoluto potrebbe essere il Paladin: i nostri tool sono quasi inutili contro la sua strategia e dovremmo sperare in una grande mano per poterli battere.

La lista

Secret Tricky Rogue di VinCesare (Theorycrafting)  7320

Ovviamente vi ricordo ancora che questo deck è solo teorico (Theorycrafting) e non è stato ancora testato in Ladder, quindi sconsiglio vivamente il craft per coloro che hanno risorse limitate.

Consiglio di usare questo deck a giocatori che o hanno già tutte le carte o hanno tantissime risorse da poter investire; soprattutto consiglio di usare questo deck, almeno all’inizio, ai giocatori che si trovano in rank dai quali non possono scendere oppure ad inizio Season o a Legend (per giocatori a cui non interessa scalarlo).

Io personalmente lo proverò in Ladder all’inizio della prossima Season. Detto ciò cosa ne pensate di questo Theorycrafting folle? È meme o è così assurdo da avere davvero chance nel meta odierno? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701