Scandalo abusi/molestie: Purple è stato silurato dal Team Liquid

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Un’altra importante defezione quella che ha riguardato, durante la giornata di ieri, uno dei più noti giocatori di Hearthstone del mondo, ovvero il nordamericano Purple, accusato di aver molestato una ragazza durante una LAN nel Dicembre 2018.

In particolare ci si riferisce ad una vicenda risalente al WESG qualifier che si è giocato a Toronto al termine dello scorso 2018, manifestazione alla quale oltre a Purple pare stesse partecipando anche la celebre TINA, altrimenti nota come shadowmisstep (opinionista e giornalista esportiva), ed è proprio durante questo evento che Tina ha ammesso di aver subito delle molestie dal campione canadese.

Tina ha infatti raccontato di essere salita nella sua camera di albergo insieme a Purple (la stessa protagonista sottolinea che il giocatore era visibilmente ubriaco) ed una volta li il giocatore avrebbe iniziato a molestarla. Tina afferma che Purple le ha infilato una mano nella camicetta e che ha cercato di portarla sul letto della camera, ma di fronte alle resistenze della stessa Tina pare che il canadese abbia infine desistito, decidendo (all’ennesima richiesta della ragazza) di lasciare la stanza.

La mattina seguente i due hanno fatto colazione, e lui ha portato lei in aeroporto visto che ormai l’evento era concluso. Da quel momento i due non hanno più parlato della cosa, non si sono mai confrontati, al punto che Purple ha continuato a commissionare grafiche a Tina anche nei mesi successivi.

In merito alle accuse è stato invece categorico Purple, che rigetta tutto affermando che Tina è falsa e bugiarda, e che ha già provveduto a contattare gli avvocati per intraprendere delle azioni legali contro shadowmisstep, lanciando anche un appello ad amici e sostenitori dove ricorda che la cyber-diffamazione è una cosa molto grave.

Chi invece sembra essere convinto della colpevolezza di Purple è Liquid Nazgul, che in un recente post su Twitter ha annunciato che il Team Liquid ha concluso ogni tipo di rapporto con Purple (che quindi non è più membro del Team di Hearthstone).

Nazgul ha infatti pubblicato un lungo post in cui esprime tutta la sua delusione rispetto a questa situazione, aggiungendo però che secondo lui “Purple” è un tipo di persona che può essere “aiutata” a diventare una persona migliore, dando evidentemente per scontata la colpevolezza di Purple.

Una situazione davvero gravissima, che speriamo possa presto trovare la sua verità (magari nei tribunali e non sui social, con degli avvocati, dei giudici e delle forze dell’ordine, e non dei post su Twitter).

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701