ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Ritorno al Combo con l’OTK Patron di NIRVANAO

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il patron sembra un archetipo destinato a cambiare “pelle” con molta frequenza, da dominatore della scena come Combo OTK a Midrange a causa del nerf di un servitore cruciale per il deck ed adesso, dopo due mesi nei quali questa nuova dimensione sembrava essersi consolidata, potrebbe nuovamente tornare un Combo deck. L’OTK Patron di NIRVANAO è solo una delle liste che punta in questa direzione e Crane333, dopo aver inventato la versione Mid, ha anche lui virato verso questa modalità.

La tendenza ad avere una combo risolutiva in grado di infliggere molti danni in un turno si sta espandendo in Hearthstone, il Druido lo Stregone e ora il Guerriero si attestano non a caso ai primissimi posti della Meta Tier List. In questa lista la combo finale è rappresentata dal Worgen Furente (attivato da uno dei tanti “ping” di cui un mazzo Patron è provvisto) e buffato da Carica oltre che da eventuali altri bonus di Furia o Rabbia Interiore.

Il resto del deck è rappresentato da una versione molto “pescosa” del classico Patron seppur ovviamente con alcune defezioni, come ad esempio le due copie del Fabbro d’Armature, per far posto agli slot per la combo. A differenza della versione di Thijs questa lista è molto più focalizzata sulla combo implementando anche il Senzavolto Mutante per poter eventualmente raddoppiare la quantità di danni e l’ Imperatore Thaurissan per abbassare il costo di mana dei vari pezzi della combo.

Il deck non è di semplice utilizzo e richiede parecchio impegno per essere utilizzato al massimo delle potenzialità; ma le sue performance sembrano assai promettenti (l’autore ha ottenuto il 72% di Winrate) e, dato anche l’utilizzo di una lista simile da parte di noti pro come Crane e Thijs, potrebbe diventare piuttosto usato nella ladder di questo mese.

Clicca qui per visualizzare la lista OTK Patron di NIRVANAO!


Ritorno al Combo con l’OTK Patron di NIRVANAO
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701