Rinascita/Resurrezione: i devs parlano dell’interazione tra le due meccaniche!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con la nuova espansione “Salvatori di Uldum” saranno presto disponibili su Hearthstone dei servitori armati con la meccanica della Rinascita, un potere molto forte che ci permetterà di schierare per due volte sul campo la carta giocata.

Il Restless Mummy ad esempio è uno dei nuovi minion caratterizzati da questo potere, grazie al quale tutti i servitori con l’abilità Rinascita, torneranno in vita la prima volta che verranno sconfitti, ma con 1 solo punto salute restante (similarmente a quanto accade con il segreto del Paladino Redenzione).

Un utente della community ha però chiesto quale interazione c’è tra questa meccanica e quella della resurrezione che, come noto, riporta in vita sul campo di battaglia una creatura morta precedentemente durante la partita.
Nello specifico, la curiosità del giocatore si riferiva alla possibilità di evocare, con una sola magia di resurrezione, entrambe le copie del servitore armato di Rinascita precedentemente morto: la risposta di Peter Whalen non ha tardato ad arrivare ed il celebre sviluppatore di HS ha spiegato che sfruttando la resurrezione su un personaggio con rinascita evocheremo due copie assolutamente identiche (ed entrambe a full vita) dello stesso servitore.

In un altra interessante discussione, un utente faceva notare come spesso le carte del medesimo personaggio siano identiche, almeno a livello di statistiche, anche se appartenenti a set diversi: vediamo ad esempio il Dr. Boom che è sempre stato un 7/7, o anche Rafaam che ha avuto sempre un body 7/8 o anche Togwaggle che sia nell’ultima espansione, sia in Coboldi e Catacombe, era rappresentato da due carte 5/5.

Seguendo questa logica, l’utente ha chiesto conferma se anche gli altri servitori saranno uguali a quelli del passato, avendo quindi un Reno 3/6, un Ser Pinnus 1/3 o, per fare un altro esempio, un Brann 2/4; la risposta di Mike Donais non è stata però “affermativa” come quella posta in precedenza da Whalen, con il Lead Game Designer che ha affermato che è sicuramente positivo avere delle statistiche uguali dato che in questo modo le persone vedono un maggior collegamento tra le due carte ma che tuttavia ci sono un sacco di fattori che incidono molto rispetto ai numeri scelti per una carta. Tra questi vi è sicuramente il tenere una corrispondenza tra le due carte, ma vi sono anche da considerare il bilanciamento, il tempo e le potenziali combo che potrebbero scatenarsi.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.