ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
QUALE FUTURO PER LO STREGONE? 2.0

QUALE FUTURO PER LO STREGONE? 2.0

Profilo di Goget
 WhatsApp

Stregone – Eccoci di nuovo qui amici di HS! La nuova espansione è ormai alle porte e la community è in subbuglio costante, pronta a rifarsi gli occhi con le carte rivelate ogni giorno. Ma oggi, vi voglio parlare di un argomento a cuore a tutti, o meglio… voglio farlo di nuovo!

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lon… ah no, quella è un’altra cosa! Prima dell’uscita di Scholomance (se ve lo ricordate vi voglio davvero bene, altrimenti ecco il link e vi voglio bene lo stesso), toccai un tasto delicato, riguardante una delle classi più amate: la forza dello Stregone in meta. Ebbene, sono passati circa 6 mesi e la situazione non è più come allora… è nettamente peggiorata!

Stregone

In questo articolo di oggi, cercheremo di capire quale futuro attende il nostro burbero Gul’dan, ponendoci alcune semplici domande e ragionandoci sopra. Con Lunacupa tornerà a brillare di Vilfuoco? Presto per dirlo, lo scopriremo solo vivendo. Per ora, e mi duole davvero tanto, la situazione per questa classe è drammatica. Il “Lock” è sparito dalla circolazione, peggio degli 11 di Ocean dopo il colpo al Bellagio! In ladder è veramente raro trovare un’avversario che lo giochi ed è qui che mi è sorta la prima domanda. Per quale stramaledetto motivo?

Le ragioni sono tante e varie, ma la prima che mi sovviene è questa: nessuno (e soprattutto i gestori del gioco) sa quale sia l’identità dello Stregone. Non è un control, perché diciamocelo, oltre la gloriosa parentesi del CubeLock, non lo è mai stato veramente. Non è un midrange, anche se avrebbe alcune carte a supporto di questo archetipo. Rimane l’aggro, nella versione “zoo” che tanto ci ha entusiasmato in passato, ma al momento, dopo una fiammata iniziale all’uscita di Scholomance, la benzina si è esaurita (soprattutto a causa del nerf di Lumenero) e non si vedono pompe di rifornimento sulla strada che porta al futuro.

gul'dan

 

A mio avviso, l’unica vera e costante presenza dello Stregone negli anni è stata la sua versione HandLock, a partire dalla nascita di Hearthstone, fino al giorno più nefasto per l’archetipo: l’entrata in Hall of Fame di Gigante di Montagna. Con la sua dipartita, il pilastro centrale che ha retto l’HandLock per anni è crollato, sotto i bombardamenti incessanti di mamma Blizzard. In un solo colpo, da classe protagonista ci siamo ritrovati con uno Stregone inerme, obsoleto di fronte all’ascesa dei suoi colleghi, che lo hanno relegato in panchina peggio di un terzo portiere!

partita

Si, amici cari. Perché senza quella carta è venuto meno anche il ruolo del potere eroe di Gul’dan, ritenuto da molti il più forte del gioco. Che senso ha riempirmi la mano a t4 se non ho sinergie da sfruttare con questa meccanica? Perché dovrei infliggermi ingenti danni solo per poi soccombere senza colpo ferire? Ancora una volta su questo meraviglioso gioco, abbiamo avuto la dimostrazione che un colosso ben oliato può cadere se un singolo, minuscolo ingranaggio si inceppa. E fu così che dall’oggi al domani lo stregone cadde, al pari dei grandi re del passato.

Ma come farlo tornare a brillare? Come garantirgli un posto di rilievo in un meta che fagocita tutto e tutti? Semplice! Bisogna valorizzare ciò che ha, non inventare nuovi e strampalati ghirigori. E cosa ha che gli altri non hanno? I DEMONI!!!

demoni

Visto che la Blizzard non ha ancora ben capito quale identità dare a questa classe, allora, forse, sarebbe meglio tornare alle origini! Perché non sfruttare un tag semi-esclusivo (anche il DH li avrebbe, ma sappiamo tutti che ancora non girano), invece di continuare a stampare carte (sempre meno per fortuna) con la meccanica discard? Ci avete propinato Arcistrega Willow, l’avete buffata perfino, ma cosa accidenti l’avete creata a fare se non ha demoni da evocare? Perché non create più carte del calibro di Signore del Vuoto e Demone Guardiano? Perché sono sbagliate? Ma per favore! Avete creato molto di peggio (e per questo vi detestiamo e vi amiamo allo stesso tempo). Come sperate di dare un’identità credibile e riconoscibile se poi non la supportate a dovere?

Non volete che il Lock sia big? Ci sta bene. Allora stampate carte a supporto dello zoo, ma esclusive per Gul’dan, non che ogni volta dobbiamo attingere ai servitori a 1 o 2 mana generici per creare un mazzo totalmente arrampicato sugli specchi.

Per favore Blizzard, ti imploro. Con Lunacupa facci vedere roba seria per il nostro amico. Fallo tornare tra noi, perché come dico spesso, le pietre miliari non vanno intaccate, o tutto potrebbe crollare.

ARTICOLI CORRELATI:

QUALE FUTURO PER IL DRUIDO?

SISTEMA RICOMPENSE – MA COSA MANCA ORA?

TOP&FLOP – ANALISI NUOVE CARTE!

 

 

 

 

Ci sono 5 classi che stanno letteralmente invadendo il meta (con Liste mazzi)

Ci sono 5 classi che stanno letteralmente invadendo il meta (con Liste mazzi)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Liste Mazzi Hearthstone – È passata quasi una settimana dall’arrivo della nuova espansione di Hearthstone e le cose in Ladder cominciano a stabilizzarsi. Forse davvero è stato compreso quali sono i mazzi (più genericamente le classi) che più possono ottenere risultati positivi.

In questi ultimi giorni, infatti abbiamo notato un “pattern”: ci sono soprattutto 5 delle 10 classi che sono più di tutte giocate, soprattutto ai piani alti della Ladder. Ovviamente sappiamo che ci sono delle eccezioni, il discorso che vi faremo non sarà assoluto, ma forse ha un pizzico di verità.

In questo inizio espansione, la varietà è ancora la parola d’ordine, ma abbiamo notato come alcune classi siano molto più giocate rispetto ad altre ed in una sessione a Diamante o anche Legend queste classi ritornano più e più volte.

Stiamo parlando di Hunter, Druid, Shaman, Mage e Warlock. Queste 5 classi sembrano essere le preferite della community, ovviamente grazie al potenziale dei loro mazzi.

Il Lock ha la sua versione Imp, l’Hunter svaria da Face a Quest fino a Beast (tutti aggro o simil aggro), il Mage usa il suo Skeleton Mage oscillando tra la versione Renathal (la preferita) a quella senza. Stesso discorso di Jaina anche per lo Shaman ed il suo Control Murloc, mentre il Druido gioca solamente il suo Ramp.

Come potrete immaginare ognuno di questi deck/classi ne countera un’altro e viceversa. Ovviamente ci sono anche altri mazzi giocati di altre classi, come il Naga Priest (molto forte) o il Rogue in più versioni, ma sembra che non siano la prima scelta della community.

È così? Vi lasciamo un po’ di liste per provarli:

Le liste

Che ne pensate di queste classi? Sono le migliori?

Articoli Correlati:
A sorpresa il Naga Priest supera l’ImpLock come winrate: ecco la Top 5 del meta (con Liste)

A sorpresa il Naga Priest supera l’ImpLock come winrate: ecco la Top 5 del meta (con Liste)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo ancora ben lontani dall’avere un meta stabile per la nuova espansione, eppure giorno dopo giorno i mazzi più forti sono sempre più riconoscibili. Tra i già citati Top Tier, però, è spuntato un nuovo deck, il Naga Priest.

Questa versione tribe del Prete è in giro da un po’ di tempo, grazie alla scorsa espansione, ed ha sempre avuto la sua buona dose di risultati positivi, eppure la sua difficoltà nel giocarla ne ha limitato il potere.

Ora, nonostante questo limite, sembra esser riuscita a scalzare chiunque dal trono di sovrano del meta, anche l’ImpLock. Grazie all’ultima statistica dei colleghi di HS Replay, scopriamo quali sono i migliori 5 mazzi del meta per winrate.

naga

Dietro il già citato Naga Priest e ImpLock, troviamo poi la fiera dei Cacciatori. Ben tre sono i deck dell’Hunter che si posizionano nella Top 5: Quest, Beast e Face.

Vi ricordiamo che la statistica che vedrete è basata su questi primi giorni di espansione e su match tra il Diamante ed il Legend, nel formato Standard.

Vediamoli tutti:

Le liste

Che ne pensate di questo primo “Tier” di questa espansione? Vi aspettavate un tale risultato per il Naga Priest?

Articoli Correlati:
La migliore e peggiore classe del meta sono ad anni luce di distanza

La migliore e peggiore classe del meta sono ad anni luce di distanza

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo ancora ben lontani dall’avere il meta dell’espansione, Assassinio al Castello di Nathria, stabile. Il meta peró sembra aver imboccato una direzione “pericolosa”, soprattutto per una classe.

In questi giorni stiamo vedendo sempre piú mazzi esser considerati e giocati, e ció é totalmente positivo, ma sembra che alcuni eroi siano rimasti molto indietro. Specialmente uno.

Stiamo parlando del Demon Hunter, praticamente introvabile in Ladder, poiché ingiocabile in ogni sua forma.

Il confronto sorge spontaneo: da una parte abbiamo il Lock che sforna decine di versioni al giorno dei suoi migliori mazzo (ImpLock su tutti) e il DH non ne vede in gioco neanche una.

Anche HS Replay mostra questi risultati, tra il Bronzo e l’Oro (migliori rank per mazzi aggro sottolineiamo) lo Stregone e il Cacciatore di Demoni si differenziano con piú del 15% di winrate.

Il Lock ha un ottimo 55% di winrate, mentre il DH non raggiunge il 40%, sintomo di un problema grave. Siamo quasi ad un passo dal baratro per la classe.

La nuova meccanica delle Reliquie é ingiocabile, troppo lenta e poca consolidata. Il Deathrattle non ha la forza di riemergere. Per non parlare del solito Aggro DH, troppo lento rispetto ad altri aggro e troppo counterabile dai Control/Mid in giro al momento (i 40 di vita con Renathal non aiutano).

Sottolineiamo che anche il Warrior, per esempio non é messo benissimo, anzi. Diremmo che é sulla stessa barca, ma a differenza del DH ha vissuto momenti d’oro fino ad una settimana fa, e sappiamo benissimo come possa risorgere improvvisamente.

Sicuramente avere classi ingiocate é un problema, ma fino a che punto? Questa é una domanda a cui solo gli sviluppatori possono dare una risposta.

Che ne pensate di questa situazione?

Articoli Correlati: