Prime prove per il formato “specialista”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Andiamo a dare una prima e rapida occhiata alle scelte per il formato specialista operate da parte dei giocatori professionisti della Locanda.
In questo articolo faremo riferimento ai tre mazzi portati da ZukaHS, così da analizzare le carte cambiate per individuare la strategia seguita da un pro player di fama mondiale.
Come “main” decks Zuka ha deciso di portare un Clone Priest, un Mind Blast Priest ed un Even Warlock, con i loro rispettivi decks secondari e terziari.

Clone Priest

Formato Specialista – Clone Priest di Zuka HS (con 2° e 3° deck)  11060

La lista principale è abbastanza canonica ed è concentrata sulla difesa.

La presenza del Grizzly di Boscotetro e della Statua d’Ossidiana rendono questo mazzo ovviamente più resistente agli attacchi nemici.

Seconda lista

Spoglia di tutti i servitori con provocazione, riducendo il nucleo di servitori a 4, ovvero Zilliax , Malygos , Profeta Velen e Elementale Raggiante .
Questa lista è sicuramente più performante contro mazzi più lenti che ci lasciano la possibilità di preparare e realizzare la nostra combo.
Questa lista sarà ottimale contro un eventuale Control Warrior, dato che lungo tutta la partita sarà difficile per il nostro avversario aggredirci, ed il ridotto nucleo di servitori ci permetterà di realizzare la combo da 80 e più danni semplicemente grazie alla spellstone del prete.

Terza lista

Terza lista che presenta poche variazioni rispetto a quella originale.
Presente Lyra Scheggiasolare ed il Re dei Lich ed anche questa lista è priva del pacchetto Taunt.

Per questa versione non è prioritario vincere di combo, ma basa la sua win condition sul valore (in termini di carte e potenza) delle carte che queste sue leggendarie, evocate e rievocate, possono darci.
Queste prime tre varianti possono già farci capire come affrontare un torneo specialista, dato che sono tre versioni dello stesso mazzo, ma orientate verso match up completamente diversi.
Se la prima lista ha delle carte pensate per contenere dei mazzi aggressivi, la seconda lista è basta unicamente sulla combo OTK mentre la terza lista è una versione più versatile delle altre due.

Mind Blast Priest

Formato Specialista – Mind Blast Priest di Zuka HS (con 2° e 3° deck)  8080

Prima lista:

Standard, canonica e solida.
Lista generica, che non ha particolari tech card per favorire alcuni match up.
16 carte diverse nel mazzo, solo due leggendarie.
Le altre carte tutte presenti in doppia copia. Non c’è molto da dire, ha preferito la certezza di pescare quelle carte e di giocare bene contro tutti i mazzi, piuttosto che orientare determinati match up.
Sicuramente la miglior lista da cui partire per montare le altre due.

Seconda lista:

Battezzata come “anti OW” (odd warrior) è improntata più sulla value piuttosto che sulla combo.
Esce dal mazzo l’Accolito del Dolore ed altre side card per lasciare spazio ad altre opzioni.
Le aggiunte sicuramente di maggior impatto sono la Ladra d’Anime Azalina e l’Arcivescovo Benedictus che ci aiuteranno molto contro Odd warrior in quanto riusciremo ad avere carburante sia per le pescate, sia per attivare il potere eroe di anduin.
Dato che uno Mind Blast Priest standard ha uno dei sui peggiori match up contro Odd Warrior è assolutamente sensato preparare una lista che sia orientata verso questo match up.

Terza lista:

Non si discosta molto dalla prima lista, solo un cambio: fuori una Cabalista dell’Ombra e dentro una copia del Draco Primordiale.
Per il resto è uguale in tutto, probabilmente contro alcuni match up doppia cabalista è inutile ed è molto più forte un taunt 4/8 che ci permette danni Aoe.

Even Warlock

Formato Specialista – Even Warlock di Zuka HS (con 2° e 3° deck)  8080   

Prima lista:

Lista canonica di even lock, con la presenza di una copia del Districatore Nerubiano .
Inoltre, abbiamo l’Incubo d’Ossa ed il Re dei Lich come punte di diamante per il nostro late stage.
Sicuramente la lista più solida delle tre, che ci permette sia una difesa dai mazzi aggressivi che una buona capacità di essere noi gli aggressori contro match up control.

Seconda lista:

Fuori il Districatore Nerubiano, l’Incubo d’Ossa, una copia dello Spezzamagie ed una Melma delle Paludi per lasciare spazio a 4 drop a 2 mana.

Orientato a match up in cui abbiamo bisogno di più early game, questa lista premia di più le fasi iniziali della partita piuttosto che quelle finali.
Probabilmente orientata verso match up tipo odd paladin, o comunque quei mazzi che giocano parecchi servitori.

Terza lista:

La lista con più tech card al suo interno.
Spicca la seconda copia del Districatore Nerubiano, accompagnata da mono copia del Progetto Demoni ed ancora dalla Maestra del Mojo Zihi .
Pacchetto “anti otk” per questa lista, che si avvale di Rin la prima discepola per sopraffare tutti i mazzi che puntano a partite lente e logoranti.
Sicuramente una lista in grado di mettere in difficoltà qualunque prete gli si ponga davanti, ma meno prestante contro match up aggressivi.
Lista versatile che punta sul bloccare la win condition avversaria piuttosto che sulla pressione che questo mazzo è in grado di mettere al nostro avversario.
Queste sono state le scelte di ZukaHS per uno dei primi eventi della modalità specialista.

Voi avete già cominciato a pensare a qualche valida opzione?
Cambiereste delle altre carte nelle liste sopra riportate o siete completamente d’accordo con le scelte di questo giocatore?
Fatecelo sapere nei commenti!