ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Online il Priest Control aggiornato!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Ritenuto da molti come il mazzo “salvatore” del destino di Anduin, vi presentiamo il Priest Control aggiornato e tirato a lucido! Vi auguriamo una buona consultazione!

Dalla guida…

Il deck Sacerdote Control che stiamo per presentarvi è una lista che si è rivelata estremamente competitiva sia nei tornei che nelle partite classificate di Hearthstone.
Il costo necessario alla sua fabbricazione è di circa 6100 Polveri Arcane. Dotato di estrema solidità e delle caratteristiche basilari di ogni deck in dotazione ad Anduin, il Sacerdote Control ha positivamente influito sulla decisa crescita di questo eroe negli ultimi mesi caratterizzando l’idea, molto diffusa nella community, secondo la quale il Prete è finalmente un eroe con cui è possibile giocare anche ad altissimi livelli.

Lista Carte

sacerdote controlCircolo di Guarigione x2
Parola del Potere: Scudo x2
Punizione Sacra 

Chierica della Contea x2
Piromante Selvaggio x2

Mastro Riduttore
Parola d’Ombra Dolore x2

Parola d’Ombra Morte 
Cultista Oscuro x2
Furto del Pensiero x2

Maestro di Spade Ferito

Vestale Auchenai x2
Esplosione Sacra 
Sputafango x2
Vol’Jin
Fuoco Sacro
Bomba Fotonica

Cabalista dell’Ombra
Sylvanas Ventolesto
Ragnaros

Controllo Mentale

 

 

Gameplay

Come ogni altro mazzo Control del Sacerdote, anche con questo dovrete occuparvi del board control attraverso le vostre rimozioni o “rubando” le creature avversarie al vostro nemico mediante l’utilizzo di carte come la Cabalista dell’Ombra

Ovviamente, la forza del mazzo ruoterà intorno alla nuova carta leggendaria di classe Vol’Jin che, se usata in modo corretto, saprà sicuramente offrirvi ottime possibilità e trade a dir poco sensazionali:

+

A 10 mana schiereremo una creatura con 6 punti attacco ed X punti difesa rimuovendo facilmente anche una creatura avversaria (ovviamente è preferibile giocare il potere di Vol’Jin su creature molto “importanti” e dai tanti punti difensivi).

Vol’Jin inoltre, potrebbe essere la carta perfetta per la rimozione Punizione Sacra…queste due carte insieme ci permetteranno di schierare in campo una grossa creatura, consegnarle la vita di una avversaria e rimuovere quest’ultima al costo totale di soli 6 mana (immaginate, ad esempio, questa combo su personaggi come Ysera…).
Durante l’early game è decisamente preferibile contare sull’indiscussa potenzialità che la carta Chierica della Contea è in grado di esprimere facendo solo attenzione a non avvicinarci, pericolosamente, alla soglia di 10 carte nella propria mano (questo problema potrebbe essere molto più frequente di quanto si possa pensare essendo diversi, specialmente negli ultimi tempi, i giocatori che optano per mazzi incentrati sul “bruciare le carte avversarie mediante l’Hand Full”.

Il Mastro Riduttore  è ideale da giocare in combinazione con le carte Parola d’Ombra Dolore e Parola d’Ombra Morte per rimuovere o con Cabalista dell’Ombra  per “rubare” al nostro opponent una creatura con 4 punti attacco.

Nella parte più avanzata della partita (il Lategame) avrete a disposizione l’affidabile e concreto Ragnaros ed il temibile Controllo Mentale da usare, preferibilmente, come “rimozione + evocazione” su di un servitore particolarmente minaccioso.

La carta Bomba Fotonica è stata inserita soprattutto in ottica anti-Handlock essendo questo mazzo di Gul’Dan un difficile nemico per il Sacerdote Control.

Mulligan

Da tenere di prima mano sono preferibili le seguenti carte: Parola del Potere: Scudo, Chierica della Contea, Piromante Selvaggio
Parola d’Ombra Dolore

Continua…

RDU svela il primo Amico in arrivo su Battaglia: uno sguardo alla nuova meccanica di gioco

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come promesso, puntuale come un orologio svizzero, è arrivato il primo reveal dei nuovi contenuti per la modalità Battaglia. Il tutto è stato svelato dal content creator RDU sul suo canale Youtube ufficiale. Ecco a tutti la nuova meccanica degli Amici (Buddies).

A RDU è toccato il primo di questi Amici ed il reveal di un nuovo eroe per Battaglia. Lo streamer ha presentato a tutti Bru’Kan, come nuovo eroe in arrivo con la patch, ed il suo Amico. Ma partiamo dalla meccanica degli Amici.

In pratica dalla patch in poi, ogni Eroe avrà un proprio Amico, un servitore di supporto che, dopo aver fatto determinate azioni (vinto battaglie, inflitto danni, distrutto Scudi Divini ecc…), ci ricompenserà con un esclusivo servitore dagli effetti unici.

Nel caso di Bru’Kan avremo lo Spirit Raptor, un servitore di Locanda 2 (Attacco 3 e Salute 2) il cui effetto è: “Dopo che hai invocato un nuovo Elemento, lo ricorda. Rantolo di Morte: invoca gli Elementi ricordati”.

Già perché il nuovo Eroe, similmente all’omonima carta di Constructed, ci darà la possibilità, con il suo potere eroe a costo 0, di invocare uno tra quattro elementi con gli effetti seguenti (all’inizio del combattimento):

  • Invocazione della Terra: dai a 4 tuoi servitori casuali “Rantolo di Morte: evoca un Elementale 1/1”
  • Invocazione del Fuoco: raddoppia l’Attacco del tuo servitore più a sinistra
  • Invocazione dell’Acqua: dai +3 Salute e Provocazione al tuo servitore più a destra
  • Invocazione del Fulmine: infligge 1 danno a 5 servitori nemici

Quindi quando si selezionerà uno degli Elementi sopracitati, lo Spirit Raptor, se si trova in board, lo ricorderà. Prima di giocarlo potrete anche pensare di aspettare di raccogliere altri Spirit Raptor per poter creare una tripla che raddoppierà statistiche ed effetto di questo esclusivo servitore.

Immaginiamo che la quantità di nuove notizie possa essere confusionaria, quindi vi lasciamo al contenuto video di RDU, in cui potrete dare un’occhiata alla nuova meccanica. Nel frattempo attendiamo il reveal degli altri Amici.

Il video di RDU

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Microsoft ha acquisito Blizzard: che futuro per Hearthstone? Queste le reazioni dei dev

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Okay, la notizia che sicuramente ha rubato la scena oggi è la sorprendente acquisizione di Activision/Blizzard/King da parte del colosso Microsoft per una cifra di quasi 70 miliardi di dollari. In mezzo a tutto ciò, però, compare anche Hearthstone, titolo Blizzard. Che futuro ci aspetta?

Ovviamente questa domanda più che avere risposte, dà ampio spazio a riflessioni e spunti di discussione, poiché a poche ore dalla notizie è impossibile avere i piani certi dei futuri mesi per quanto riguarda tutti i giochi delle case acquisite.

Tutti i problemi legati alle accuse di violenza sessuale di Activision Blizzard hanno ovviamente influenzato anche Hearthstone poiché hanno scosso le migliaia e migliaia di giocatori e alcuni di questi hanno sicuramente abbandonato come forma di protesta.

Per quanto il problema non sembri mai esser stato il team di Hearthstone, l’insuccesso è sempre stato dietro l’angolo, con l’azienda che pian piano stava colando a picco. Poi, però, è arrivata improvvisamente questa acquisizione che potrebbe eliminare completamente il problema alla radice.

Nuovi capi, nuovo modo di lavorare e considerando il vecchio modo, la situazione non può che migliorare, anche per Hearthstone. Tenendo in conto la grandezza di Microsoft, parlando di contenuti, nuovi fondi potrebbero rientrare nelle casse dei giochi Blizzard e riaccendere quella miccia di freschezza che da tempo si è persa.

Nuove idee potrebbero essere dietro l’angolo, come nuovi geni creativi pronti a dare nuova anima ad Hearthstone. In arrivo qualche tipo di esclusività o cambiamento di launcher/piattaforma? Nulla è da escludere.

Per il team odierno, poi, sicuramente questa acquisizione può essere un salto nel vuoto, ma ad oggi non crediamo possa essere un salto con esito negativo.

Le reazioni dei Dev

Ovviamente anche i dev più importanti, come Alec Dawson o Dean Ayala, hanno detto la loro. Per tutti c’è speranza di qualcosa di buono, ma c’è anche chi non si sarebbe augurato di meglio in un eventualità di un acquisizione di terzi (vedi Iksar). Queste le reazioni a caldo:

Ovviamente anche noi, da giocatori, ci auguriamo che questa acquisizione possa portare solo il meglio per i giochi Activision Blizzard, considerando il grande amore che Microsoft ha riservato per i suoi giocatori negli anni. Che sia un (buon) nuovo inizio!

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, al vostra…

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: