Dekkster svela il suo N’Zoth Questlock; bene anche il MidHunter (contro gli Shaman)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ottime notizie dal fronte competitivo per il noto Dekkster, giocatore che ha recentemente firmato una solidissima performance con una versione molto particolare, ed anche molto costosa, del mazzo N’Zoth Quest Warlock, un archetipo che non vedevamo in azione in ladder ormai da diverse settimane.

Con questa lista, Dekkster è riuscito a portare a termine una sessione di gioco di 24 partite, 15 delle quali vinte con una winrate complessiva del 62%: il deck soffre particolarmente i mazzi del Druido, mentre se la cava egregiamente (o al massimo ad armi pari) con praticamente tutte le altre classi presenti nel gioco, Shaman compreso, che su 9 partite totali è stato sconfitto dal deck di Dekkster per 4 volte, vincendone però 5.

Assolutamente da non perdere anche la versione del Midrange Hunter proposta da Den, un deck che ha spinto il giocatore fino al rank 17 del Legend, e consigliato da usare contro i mazzi dello Shaman. Questa versione di Rexxar, soffre purtroppo alcuni deck del Rogue ed alcuni altri del Druido, ma specialmente ai rank di mezzo (orientativamente dal 12 fino al rank 2/3) è altissima la possibilità di incappare in avversari armati di Shaman, anche consecutivamente.

Sperando che le liste qui mostrate siano di vostro gradimento, vi auguriamo una buona consultazione ed un buon divertimento a tutti!

Le liste

ClasseNome Mazzo
Midrange Hunter da #17 Legend di Den
Tempo Rogue da #89 Legend di Avelline
Quest Shaman da #1 Legend di Kirm
Highlander N’Zoth Rogue da #49 Legend di Nagon
Highlander Warrior da #227 di Pathra
N’Zoth Priest da #251 Legend di SUPERIORDAVID
N’Zoth Quest Warlock da Legend di Dekkster
Quest Druid da #1 Legend di MrYagut (18W-1L)
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.