Mondiali di Hearthstone: svelati i gruppi iridati!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come molti di voi sapranno, dal 25 al 28 Aprile si terranno a Taipei le finali del mondiale HCT di Hearthstone, evento che avrà in palio 1 milione di Dollari e che vedrà protagonisti i 16 migliori giocatori dell’intero anno.

Le tappe di questo mondiale si sono quasi del tutto svolte durante il 2018 con l’ultima parte del circuito che si è invece sviluppata nei primi mesi del 2019 con lo svolgimento del Winter Championship (terza ed ultima tappa dell’evento).

Per quanto riguarda il torneo finale, i 16 giocatori protagonisti dovranno affrontarsi prima in una fase a gruppi che si svolgerà nel corso dei primi due giorni con i match di eliminazione e spareggio che avranno luogo sabato, mentre i quarti di finale, le semifinali e le finali si giocheranno domenica.
Ogni match si giocherà al meglio delle cinque partite nel formato Conquista con un ban per ogni giocatore.

Per quanto riguarda i gruppi, c’è da dire che sono tutti ovviamente carichi di talento e quindi anche di imprevedibilità, con 4 straordinari giocatori a comporre ognuno dei gironi in questione.
Dei 4 gruppi però, quelli che “spaventano” forse di più sono il C ed il D, i due “gironi infernali” con 8 super giocatori, tutti con svariate esperienze competitive alle spalle, ed obbligati a non commettere neanche il minimo degli sbagli.

Sarà ovviamente possibile seguire la diretta di tutte le sfide in streaming attraverso i canali che indicheremo fra qualche giorno, quando saranno disponibili maggiori informazioni in merito.

Ricordiamo a tutta la community che questa sarà l’ultima volta in cui vedremo in azione il formato attuale del gioco dato che con la conclusione di questo evento il “Conquest” dovrà far spazio allo “Specialista” mentre il circuito HCT verrà sostituito dagli Hearthstone Grandmasters.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.