ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Meta di Hearthstone Novembre 2014!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con questo articolo vogliamo dare il benvenuto a Francesco Speranza, candidatosi per collaborare con Powned.it ed entrato ufficialmente a far parte del team in queste ultime ore! Francesco contribuirà, con il suo lavoro e la sua passione verso il fantasy, allo sviluppo della redazione di Hearthstone! A nome di tutta la redazione e di tutta la community di Powned.it voglio dare a Francesco un caloroso benvenuto nel team!

Durante le ultime due season della ladder classificata per poi attraversare le finali del blizzcon, il meta è rimasta pressoché invariato e al contempo caratterizzato da una forte presenza di aggro/midrange decks.
Come risaputo mazzi, decisioni, combo usate nei massimi tornei influenzano lo stile di gioco e le tendenze della maggior parte dei players, così da creare una vera e propria “moda”.
I mazzi che più sono stati usati dalla popolazione di Hearthstone nell’attuale meta sono il Cacciatore Midrange, Sacerdote control, Guerriero control, Sciamano Midrange e lo Stregone Zoo.

AGGRO/MIDRANGE HUNTER:
Nonostante il recente nerf di Leeroy Jenkins e del Condor Affamato, più del 50% dei mazzi presenti nella ladder sono Hunter. Le combo principali di questi mazzi sono Becchino+ Rantolo di Morte, trappole che aumentano la durabilità dell’arma una volta svelate, Beast e magie molto sinergiche tra loro e i 2 danni costanti causati dal potere dell’eroe. Questa miscela di danni e di presenza sul campo impone un ritmo serrato che costringe l’avversario al “trade” senza mai puntare ai danni diretti.
Perché è un mazzo competitivo?
vs Control: Il Becchino apre le danze per poi essere potenziato dalla successive deathrattle, tra cui i fondamentali Tessitela e Scienziato Pazzo. Una volta equipaggiata l’arma e svelata la trappola ( freezing trap), che riporta nella mano a costo maggiorato il minion presente sulla board, l’hunter procede per i danni diretti con i minion, l’arma e il potere. Nel caso ci fosse un servitore particolarmente scomodo il Marchio del Cacciatore risolve la situazione (portandolo ad 1 di vita) per poi eliminarlo tramite Sguinzaglia i Segugi. L’incontro termina tendenzialmente al turno 6 con una carica o una kill command diretto all’altro player.
Vs Aggro: Un meccanismo molto simile al precedente caratterizza l’incontro, tuttavia con l’aggiunta dell’explosive e della snake trap, il clear della board è praticamente assicurato. Lo Stregone Zoo, che è sicuramente la versione aggro più usata, si trova molto spesso in difficoltà contro l’hunter a causa della mancanza di danni ad area di effetto (anche se ultimamente per questo motivo è stato introdotto Fuoco Infernale) e dai danni auto inflitti dal proprio potere.

CONTROL PRIEST/CONTROL WARRIOR:
Due mazzi molto solidi e versatili che riescono a fornire efficaci risposte addirittura contro i rush più spinti. Entrambe le classi disponendo di un potere di “self-healing” riescono a ritardare la morte a tal punto da aver la possibilità di pescare la carta che potrebbe ribaltare la partita.
Il sacerdote gioca ogni match in risposta alle mosse dell’avversario: contro una board molto piena usa Vestale Auchenai + Circolo di Guarigione o Piromante Selvaggio+ Fuoco Sacro, contro servitori leggendari scomodi invece sceglie mind control o Sylvanas+ shadow word: death.
Non da meno è il furto dei pensieri. Questa è una carta presente in tutti i mazzi sacerdote e, oltre ad usufruire delle carte dell’avversario, genera nel gioco molta imprevedibilità, aumentando così le probabilità di vittoria (estremamente efficace contro i mazzi colmi di carte leggendarie o epiche).

Il guerriero, invece, basa il suo gioco sull’accumulare armatura e pescare gratuitamente nei primi turni tramite Provocazione + Fabbro d’ArmatureAccolito del Dolore, e successivamente dietro una corazza quasi indistruttibile, eliminare qualsiasi minion con Colpo di Scudo o Esecuzione.
Il passo successivo, a questo punto, è giocare turno dopo turno una serie di leggendari tra cui Alexstrasza, Grommash e Ragnaros per finire l’avversario.

Un altro motivo per il quale queste due tipologie di mazzi risultano efficaci sono le carte di classe dell’espansione di Naxxramas.
Per il sacerdote troviamo il Dark cultist: 3 / 4 al costo di 3. Alla sua morte dona ad un altro minion sulla board +3 di vita; questo, oltre dettare un ordine per la clear, genera delle combo molto utili come ad esempio auchenai+circle of healing ripulisce il campo e lascia l’auchenai come 3 / 4 fuori dal range di potere del mago o druido.
Per il guerriero, forse ancora più sinergica, vediamo il Morso della Morte. Un’arma 4 / 2 che, una volta esaurite le cariche, provoca un danno ad area a tutti i minion. Le combinazioni che ne derivano sono molteplici sia dal lato offensivo che difensivo: la possibilità di usare execute in qualsiasi momento anche senza servitori in campo, dare furia a Grommash senza carte aggiuntive o accumulare armatura grazie ai Fabbri d’Armature.
Ho deciso di accorpare questi due mazzi in un’unica analisi siccome sono considerati “anti”; negli scontri diretti possiedono entrambi la capacità di protrarre l’incontro fino al termine delle carte avendo ancora molti punti ferita.

MID RANGE SHAMAN:
Molti pensano che, quello dello sciamano, sia il potere eroe più forte del gioco. La possibilità di evocare un minion pur non giocando nessuna carta è sicuramente un grosso vantaggio.
E’ già da un paio di mesi che nel meta ha trovato il proprio spazio il mid range shaman. La sua forza sta nel giocare carte di basso-medio costo, che favorite dalle proprietà dei totem, rispondono efficacemente a tutte le richieste di questo meta.
In stagioni nelle quali i rantoli di morte sono un “must” di qualsiasi mazzo, Folgore della Terra è una valida difesa a costo 1; lo stesso discorso vale per Maleficio, Lupi Spirituali, Tempesta di Fulmini o Dardo Fulminante.
Prendendo confidenza con il mazzo ci si accorge che il sovraccarico non è un prezzo così alto da pagare per guadagnare il controllo della board nei turni di mezzo della partita, per poi finire l’avversario per mezzo di combo tipo Martelfato o Al’ Akir + Arma Rocciadura oppure bloodlust (Stile Token Druid).
Iniziano a prendere piede nuove varianti adottate da giocatori di fama mondiale, che prevedono l’uso di combo basate su Reincarnazione come: Sylvanas, Uovo di Nerubiano, Kel Thuzad + Reincarnazione.

WARLOCK ZOO:
Lo Stregone Zoo è un mazzo presente nel meta di Hearthstone da praticamente sempre. La possibilità di pescare ad ogni turno pagando con la propria vita e utilizzando minion di basso costo con un elevatissimo potenziale offensivo (un esempio appropriato è il mazzo murloc), ha fatto sì che questo deck non scomparisse mai dalla ladder, anzi ha contribuito in modo sostanziale alla vittoria di Firebat all’ultimo blizzcon (1° Hearthstone World Champion).
Se state pensando di iniziare a giocare a Hearthstone, lo zoo warlock è senza dubbio un’ottima opzione grazie alla scarsa quantità di polvere arcana richiesta per crearlo, dovuta alla bassa rarità dei minion impiegati.

Insomma qualunque mazzo giochiate, che siate delle nuove reclute o veterani di Hearthstone, speriamo che questa guida possa avervi dato una visione più completa dei mazzi più usati nella meta attuale.
P.S. Occhio al Malygos Rogue! 😉

Tutto ciò è chiaramente destinato a cambiare il mese prossimo con l’introduzione delle nuove 120 carte dell’espansione Goblin vs Gnomi. STAY TUNED!

summit1g

Aumento di spettatori per la categoria Hearthstone su Twitch? Tutto merito di Summit1g

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Magari non tutti gli abituali giocatori di Hearthstone o di giochi di carte lo conosceranno, ma se chiedete ad un qualsiasi giocatore di FPS se conosce Summit1g, molto probabilmente vi dirà di sì. Ed ora è sbarcato su Hearthstone.

Jaryd Russell Lazar, in arte Summit1g, è un ex giocatore professionista di Counter Strike: Global Offensive diventato streamer famosissimo prima su questo gioco e poi per essere uno streamer di varietà.

È ormai sulla piattaforma Twitch da anni e pian piano ha scalato le gerarchie fino a diventare il 17esimo streamer per numero di follower (più di 6 milioni) dietro solo a mostri sacri come Ninja, Pokimane, Shroud, TheGrefg ecc.. (qui la classifica se volete darci una sbirciata).

Summit1g porta con sé, in ogni live, un quantitativo di viewers da far venire il mal di testa: parliamo di una media di 20/30 mila spettatori unici alla volta. E nella sua ricerca disparata di giochi di ogni tipo, passando per Valorant, GTA5, Escape from Tarkov, è incappato anche in Apex Legends e soprattutto Hearthstone.

Vi lasciamo immaginare, quindi, come i numeri della categoria di Hearthstone su Twitch siano decollati. Summit1g riesce a coinvolgere più di 10/11 mila spettatori quando è su Hearthstone, insomma i numeri dell’intera categoria senza di lui. In generale, solo giocatori e streamer del calibro di Thijs danno davvero un boost alla categoria, ma non arrivano minimamente al quantitativo medio che porta con sé Summit1g.

Ovviamente questa cosa non può che far felice tutti i giocatori, poiché più il gioco viene “pubblicizzato”, più questo viene giocato (anche da nuovi player) e più sono i contenuti e gli eventi che Hearthstone può portare a tutti.

Quindi diamo un enorme benvenuto a Summit1g nel club di Hearthstone, sperando possa godersi il più possibile e nel miglior modo possibile la sua permanenza sul gioco che tanto amiamo (ed odiamo).

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

Tre Thief Rogue in Legend #4, #7 e #8. Il mazzo ormai è diventato ingestibile?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mancano finalmente pochi giorni all’arrivo della nuova patch di Hearthstone che, oltre ad essere un punto di svolta per Battaglia a quanto si dice, presenterà alcuni bilanciamenti anche per l’Hearthstone tradizionale.

Nel frattempo, però, le gerarchie dei mazzi in Ladder sembra essersi cristallizzata ed il padrone del meta sembra essere il Thief Rogue, anche per quanto riguarda la sua popolarità. Addirittura abbiamo trovato ben 3 Thief Rogue nella Top 10 Ladder negli ultimi due giorni.

Le liste sono due anche se hanno portato tre player a questi ottimi risultati. La prima è stata utilizzata dal giocatore SteeloHs che ha sfiorato la Top 3, mentre la seconda è stata utilizzata sia da Aeongi che Deads17.

Aeongi, nella sua scalata, ha anche utilizzato un Beast Druid che l’ha portato in Top 80, per poi scalare enormemente con il Rogue. Oltre, però, il Ladro, se proprio volete altre classi da giocare, ci sono comunque altri deck che possono dire la loro.

Abbiamo, infatti, anche un Face Hunter ed un Questline Warlock utili per superare la Top 100 e puntare a piani ancora più alti della classifica. Vediamo insieme tutte le liste…

Le liste

Questline Warlock di Gaboumme (Legend#14)  9540
Beast Druid di Aeongi (Legend#79)  4800
Face Hunter di Pymbette (Legend#59)  5520
Thief Rogue di Aeongi (Legend#7)  9180
Thief Rogue di SteeloHS (Legend#4)  10680

Che ne pensate di questi mazzi? Fateci sapere la vostra…

Questione cheating: anche l’italiano DroodThund3r vittima di streamsniping

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Streamsniping Qualifiers – Purtroppo la questione cheating/hacking su Hearthstone sta prendendo una brutta piega: sono sempre di più i casi in cui giocatori professionisti accusano altri di star cheattando o usando hack per avere la meglio in Ladder o torneo.

Il caso più fresco è quello del noto streamer e professionista italiano DroodThund3r che poche ore fa ha subìto un brutto caso di streamsniping durante uno dei tornei Qualifiers di oggi, come potrete leggere dai post che vi allegheremo.

Ma partiamo dal contesto: Luca “Thund3r” Altena stava giocando i suoi turni di Qualifiers quando ha incontrato il giocatore Fransman in uno di questi. Per Thund3r, l’avversario ha fatto giocate discutibili durante le partite, ma ha stuzzicato ancora di più il suo dubbio soprattutto la presenza di Fransman nei nomi dei viewers della sua live di Twitch.

Questo perché, nel mentre, Thund3r stava streammando il torneo sul suo canale Twitch, senza delay. Le prove sono quasi diventate certezza quando, in chat, l’avversario è scomparso dopo aver ricevuto da Thund3r richiesta di delucidazioni sul caso.

A quel punto Thund3r ha pubblicato un post sul suo profilo Twitter chiedendo a Blizzard di agire come fatto per Jay Huang che, sottolineiamo, è stato bannato per streamsniping (ed altro, qui potete seguire tutta la vicenda) per partite in Ladder. Qui si parla, invece, di partite di torneo.

Risoluzione

Gli admin del torneo, comunque, sono stati molto disponibili ad analizzare il caso ed hanno effettivamente squalificato Fransman dal torneo (dando la vittoria a Thund3r), poiché lo streamsniping è severamente vietato dal regolamento. Gli admin, però, si sono raccomandati a Luca Altena di utilizzare un delay in futuro per prevenire tutto ciò, anche perché non sono sicuri di poterlo aiutare anche in casi futuri.

Ovviamente appoggiamo la Blizzard in questo caso condannando qualsiasi tipo di atteggiamento o azione che sia minimamente contro il regolamento, quindi hacking, cheating ed exploit. E siamo fiduciosi che queste azioni possano essere intraprese contro tutti coloro che agiscono in questo modo, per un futuro migliore del gioco.

Che ne pensate di questa situazione? Fateci sapere la vostra…