ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

League of Explorer review: Mazzi Mill, Fatigue, Murloc? La parola all’esperto Lik!

Profilo di Stak
 WhatsApp

PREMESSA

Dopo l’annuncio della nuova avventura e sopratutto il fatto che questa andrà live poco dopo l’annuncio quasi tutti i giocatori di hearthstone si saranno chiesti quali carte saranno giocate e quali no? Nasceranno nuovi mazzi che domineranno il meta o sarà qualche mazzo di quelli già esistente a rinforzarsi talmente tanto da diventare tier 1?

Ovviamente la risposta è dura da dare ma in questo articolo cercheremo di dare risposte a queste domande per provare a far nascere discussioni a riguardo.

Partiamo dal presupposto che secondo me il meta non verrà stravolto da questa avventura, le carte non sono poche ma ormai il pool di carte di Hearthstone comincia a farsi consistente e sarà sempre più difficile che un’avventura riesca a rivoltare il meta come è successo con Naxxramas e con Blackrock.

LA CARTA TOP

forgotten torch

L’unica carta che mi sento di dire che sicuramente sarà giocata in uno o più mazzi competitivi è Forgotten Torch del mago, questo perchè sono quasi sicuro che il Freeze Mage ne farà uso, in questo deck infatti inserire una carta di questo genere può aggiungere versatilità aggiungendo parecchio reach, una rimozione abbastanza economica che giocandola non si va a perdere ma diventa danno per i turni in cui dovremmo chiudere. Questa carta nel freeze mage la vedo molto bene per migliorare i matchup contro control aggiungendo appunto reach senza essere un peso morto contro aggro data la sua versatilità.

Detto questo analizziamo le altre carte per cercare di capire (o indovinare?) quali hanno speranze di essere giocata e quali no.

LE LEGGENDARIE

brann bronzebeard sir finley mrrgglton elise starseeker reno jackson arch-thief rafaam

Analizzando le 5 leggendarie Reno Jackson e Sir Finley Mrrgglton sono le due che a mio avviso sono più interessanti, Reno Jackson potrebbe trovare spazio in qualsiasi mazzo Fatigue/Mill, permetterebbe a queste tipologie di deck di inserire più carte per pescare (ora impossibili da inserire in questa tipologia) perchè Reno Jackson ci da la possibilità di entrare in fatica anche nello stesso turno del nostro avversario (ad alcuni livelli di hp del nostro avversario anche poter entrare prima di lui) sapendo di poterci refullare in ogni momento una volta che il nostro mazzo sarà rimasto con poche carte o con nessuna, i mazzi fatigue allo stato attuale non sono sicuramente top tier e questa carta non li lancerà nell’olimpo dei deck di Hearthstone ma darà sicuramente alternative interessanti e più giocabilità; inoltre personalmente proverò questa carta anche nel freeze mage, non sono del tutto convinto che possa meritare uno slot ma merita sicuramente del testing perchè se permetterà di curarsi consistentemente sarà una carta veramente forte in un deck dove si pesca tantissimo e dove abbiamo anche gli Ice Block che sono molto sinergici con Reno Jackson.

Sir Finley Mrrgglton invece mi piace molto per la duttilità aggiunta al gioco, sarà sicuramente giocato in qualsiasi deck murloc perchè ha un body molto più value di qualsiasi murloc esistente per il costo di mana ma il bello di questa carta è la duttilità che da ad alcune classi, pensiamo solo a mazzi come l’Hunter Control, il Warrior Aggro, il Priest Aggro, il Murloc Shaman, il Tempo Rogue ecc… sono tutti deck che si è provato a montare a ogni espansione ma che non hanno mai funzionato perchè l’utilità dell’hero power era pari a 0, Sir Finley Mrrgglton da la possibilità di andarsi a cercare un hero power migliore (quanto sarebbe più forte il Warrior Aggro con l’hero power dell’Hunter? E il Control Hunter con quello del Priest?), purtroppo essendo una leggendaria è molto dura pescarla consistentemente nei primi turni quindi non credo che questa carta da sola renda questi deck “tier patate” dei “tier 1” ma sicuramente è uno step in più in questa direzione.

Passiamo alle altre Brann Bronzebeard! E già mi immagino gli “OMG come mai questo noob considera Reno e Finley meglio di Brann!”, ovviamente se devo scegliere la carta più forte tra le leggendarie di questa avventura scelgo Brann anche io, ma a mio avviso  la sua meccanica non è così interessante come le due precedenti, Brann è una carta molto forte di per se, è una carta con un body ok per il suo costo con un effetto che richiede all’avversario di rimuoverlo immediatamente per evitare catastrofi, carte con queste caratteristiche sono carte che troveranno sempre gioco, detto questo non credo che grazie a Brann nasceranno nuovi deck incentrati su di lui, incentrare un deck sui battlecry riduce molto le nostre scelte e farlo perchè abbiamo a disposizione una leggendaria (1 carta su 30) e un po’ rischioso, da quello che si è capito finora la seconda attivazione non potrà targhettare quindi non ci darà la possibilità di usare Alexstrasza sia sull’avversario sia su di noi, o di usare un Pacificatore Aldor per ridurre a 1 l’attacco di due creature.
Con questa premessa le creature con un battlecry in grado di avere un impatto enorme sulla partita se duplicato sono a mio avviso Draco del Crepuscolo (di 4^ turno un 4/16 o 4/18 è come dire o hai silence o non ne esci più), Draco di Zaffiro, Curabot Antico, Quartiermastro, Mandriano Irascibile, Recluta di Darnassus (anche se sappiamo che fuori curva è molto meno forte che in curva) e Oracolo Lucefredda.
L’impatto è significativo anche per Elementale del Fuoco e Corruttore Ala Nera che ci permetteranno di rimuovere una creatura con 6 hp giocando noi stessi una creatura con molta board presence (tanta roba!).

Restano Arch-Thief Rafaan e Elise Starseeker che onestamente mi sembrano entrambe troppo lente per trovare spazio in mazzi competitivi, Arch-Thief Rafaan richiede 19 mana per esprimere tutto il suo potenziale, un 7/8 a costo 9 è veramente poca roba se paragonato a Ysera se poi pensiamo che il turno dopo ci costa 10 mana usare il suo effetto che potrebbe rivelarsi inutile (se non abbiamo board Lantern of Power è inutile, gli zombie di Mirror of Doom non hanno charge quindi potrebbero essere spazzati da mille aoe e, sopratutto, non ci danno protezione dai danni che prenderemo contando che probabilmente anche il turno prima ne avremmo presi, Timepeace of Horror invece è un’Ira Vendicatrice più scarsa) se dava una sorta di protezione (magari taunt) forse (ma proprio forse eh) avrebbe potuto trovare qualche utilizzo ma così è impossibile giocarla.
Elise Starseeker invece a mio avviso è la carta “for fun” per eccellenza, per ogni partita che vinci grazie a lei ne perdi altre 30 ma quando la vinci così la soddisfazione è enorme. Se ci fosse un dizionario di Hearthstone questa carta sarebbe sinonimo di lentezza, investiamo uno slot nel nostro deck per un 3/5 a costo 4 che “forse” durante la partita ci farà pescare una carta che ci costerà altri 2 mana (Map to the Golden Monkey) che “forse” durante la partita ci farà pescare un 6/6 a costo 4 (Golden Monkey) che ci cambia tutte le carte in leggendarie; sono già state fatte simulazioni e la probabilità di pescare la Golden Monkey prima della 20esima carta è bassissima, la media sarà di vederla attorno alla 24esima carta, ne vale veramente la pena? Per avere un value forte quante carte dobbiamo avere in mano una volta arrivati alla 24esima carta? Perchè nel deck ne resteranno solo 6. Le leggendarie sono tante, la maggior parte sono carte forti ma anche molto situazionali chi ci dice che una volta giocata non siamo in una situazione in cui un Esecuzione, una Colonna di Fuoco o una Palla di Fuoco non ci avrebbe fatto più comodo di uno Segatronchi di Sneed, un Gruul, un Malorne ecc… (e non ho citato Ramingo Cho, Nat Pagle, Millhouse Manalampo ecc… proprio per non parlare del caso peggiore ma di un caso medio).

LE ALTRE CARTE

djinni of zephyrs naga sea witch

Viste le leggendarie passiamo alle epiche che sono 2, Djinni of Zephyrs e Naga Sea Witch, il Djinn andrebbe bene solo in un deck con tanti buff, ma i deck con tanti buff sappiamo bene che non hanno mai funzionato, ovviamente se dovessi metterlo in un deck sarebbe un priest o un paladin ma contando il poco spazio che han trovato le due Valkirie dall’uscita di TGT ad oggi non vedo come questo, che è molto peggio, possa trovarne. L’idea della Naga è interessante ma non credo troverà spazio anche lei, il body è ok per il costo e a costo 5 non c’è granchè quindi è valutabile ma l’effetto a mio avviso non è granchè perchè per avere value costringerebbe alla creazione di un deck con una curva molto alta. Ha di buono, oltre al body, il fatto che l’effetto è comunque molto scary, l’avversario non può permettersi di lasciarla viva un turno e rischiare di vedersi giocare Ysera o Ragnaros al turno 6 questo ovviamente aggiunge value alla carta ma secondo me non abbastanza per vederla giocata in mazzi competitivi.

Tra le rare e le comuni le carte degne di menzione a mio avviso sono:

mounted raptor

Mounted Raptor: 3/2 a costo 3 quindi spendiamo 1 mana in più per il suo deathrattle che è uguale a quello del Segatronchi Pilotato ma con una creatura a costo 1. Ovviamente non avrà un impatto sul meta immenso come lo shredder, sia perchè le creature a costo 1 sono, in proporzione, molto più scarse di quelle a costo 2, sia perchè lo Shredder a costo 4 ha un body da costo 2.5/3 quindi il deathrattle lo paghiamo solo 1, sia perchè questa è una carta di classe quindi anche se si rivelasse op non potrebbe essere giocata ovunque come è di fatto lo Shredder ora. La carta comunque è forte e potrebbe sostituire le Ombre di Naxxramas in alcune versioni di Druido essendo meglio contro aggro in generale rispetto alla Shade. Il fatto di essere una bestia è un plus che ora vuol dire poco per il druido ma in futuro chissà.

keeper of uldaman

Keeper of Uldaman: In un paladin in stile zoo questa carta potrebbe rivelarsi meglio di uno Segatronchi Pilotato, nella situazione ottimale può far diventare un Uovo di Nerubiano un 3/3, nella situazione media potremmo usarla su un token 1/1 (hero power o deathrattle di Ragno Infestato), nel caso medio ci porterà un totale stats di 5/6 sul board a costo 4 che è veramente tanto, ovviamente ha il lato negative di essere orrenda senza board quindi sarà forte in un mazzo votato all’aggressività dove potrebbe anche fornirci dei trade favorevoli su creature con divine shield come Argent Squire o Annoy-o-Tron.

entomb

Entomb: Questa potrebbe essere la carta della svolta per il Fatigue Priest, in un deck Fatigue questa carta rimuove una minaccia avversaria, aggiunge una minaccia al nostro deck e ci fa entrare in fatigue un turno dopo; ha inoltre il bonus di non far proccare il deathrattle che la rende una carta fortissima contro carte come Sylvanas Ventolesto, Altocrine delle Savane, Tirion Fordring e potrebbe trovare spazio anche nel control priest standard in un meta senza troppi aggro (se mai esisterà). Purtroppo contro aggro è una carta veramente pessima quindi è difficile segnalarla come usabile al 100% ma la meccanica è molto interessante.

unearthed raptor

Unearthed Raptor: Questa carta porta nulla all’Oil Rogue che è l’unico deck del Rogue utilizzabile al momento ma potrebbe essere un tassello importante per aggiungere competività ad altri tipi di Rogue e in particolare al Tempo Rogue, in un Rogue stile Warlock Zoo infatti una carta del genere sarebbe il top del top, il suo body è ottimo e l’effetto fa vincere le partite se fatto su target come un Uovo di Nerubiano. Se sarà giocata o meno molto dipenderà se questo archetipo di Rogue si saprà imporre, personalmente penso che ancora manca qualcosa per potersi affermare tra i deck esistenti ma spero vivamente di sbagliarmi e di avere davanti un altro deck del rogue in grado di arrivare almeno in tier 2 o tier 3.

everyfin in awesome

Everyfin is Awesome: Se c’è una carta di questo set che può stravolgere il meta è questa, nessun’altra carta mi da l’impressione di poter creare un mazzo dal nulla (quello che è successo con Thaurissian e Patron in Blackrock e con Sfidante Misterioso in TGT) mentre questa carta potrebbe rendere un mazzo come il murloc shaman da inesistente a competitive; di base la carta è fortissima i miei dubbi ovviamente sono sui murloc perchè se questa carta avesse scritto “costa 1 in meno per ogni Mech” credo che saremmo tutti d’accordo nel dire che sarebbe stata op. Se grazie a lei (e a Finley) il murloc shaman diventerà un deck forte questa carta sarà la carta che impatterà di più il meta, se il murloc shaman resterà un mazzo ingiocabile questa carta, ovviamente, non vedrà mai gioco.

tunnel trogg

Tunnel Trogg: Le stats sono buone, un Dragone di Mana per lo sciamano ci voleva proprio, dubito che questa carta da sola faccia salire di tante posizioni nella tier list i classici mazzi Shaman Midrange ma sicuramente aggiunge scelte a questa classe.

eerie statue

Eerie Statue: Questa carta non credo possa entrare nei mazzi esistenti in meta (l’Handlock è l’unico con cui ha sinergie ma lo slot da 4 è lo slot dove ci sono i Twilight Drake e Mountain Giant che sono nettamente più forti), tuttavia la reputo interessante perchè potrebbe trovare spazio in mazzi non di tendenza come Silence druid o Giant mage.

gorillabot A-3ù

Gorilla A-3: Il body è da 3 mana quindi paghiamo 1 mana per pescare un mech a scelta tra 3 (solo del mago o neutrali), direi niente male! Pescare mech in un mazzo mech è quello che si vuole giusto? Potrebbe trovare spazio in Mech Mage e Mech Druid, difficilmente nella versione Shaman che è molto più aggressiva e giocando tante spell e armi c’è il rischio di giocarla in un board senza mech, ovviamente questo rischio lo abbiamo anche in mech mage ma onestamente se al turno 4 giocando mech mage non abbiamo mech in campo la partita quante probabilità abbiamo di vincerla?

ancient shade

Ancient Shade: Questa carta a prima vista mi è sembrata trash tier ma poi parlandone con i compagni di team (in particolare ThuFull) mi ha fatto capire che potrebbe trovare spazio nell’Aggro druid Tier 1 del momento. A costo 4 è un bella minaccia per il nostro avversario, se viene ucciso da un Esperto di Caccia non ne avrà un altro per il Vilrazziatore a turno 5, se il suo attacco verrà ridotto a 1 da un Pacificatore Aldor non ne avrà un altro per il Vilrazziatore, insomma questa carta si “mangia” le minacce peggiori per la nostra main win condition e inoltre si va in sinergia poichè, grazie al Vilrazziatore, può capitare che quella Curse che viene aggiunta al nostro deck venga scartata senza infliggere alcun danno.

CONCLUSIONI

A mio avviso questa  espansione è molto interessante perchè cerca di aiutare archetipi per ora molto scarsi o inesistenti (abbiamo parlato di Fatigue Priest, Fatigue Mage, Murloc Shaman, Mech Druid, Beast Druid, Mill Rogue, Tempo Rogue ecc…) e secondo me dare competitività ad archetipi di questo genere è quello che serve a questo gioco.

La meccanica del discover aggiunge altro random al gioco ma questa volta è un random più contenuto (solo carte della tua classe o neutrali e comunque a scelta tra 3) non ha nulla a che vedere con la clown fiesta portata da carte come Unstable Portal, Spellslinger o Piloted Shredder.

SteeloHS raggiunge l’#1 Legend con il Thief Rogue. Ulteriore conferma del meta

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ormai non é una novità, vi stiamo parlando quasi giornalmente delle ottime prestazioni delle varie liste di Thief Rogue che a conti fatti sembra essere il miglior mazzo del momento. Ed anche oggi si riconferma con altre prestazioni incredibili.

Non solo forte, ma soprattutto molto popolare e quindi la Ladder straborda di Rogue, soprattutto Thief, che ingannano i propri avversari in fase di mulligan e riescono a vincere grazie alle loro giocate tempo, infrenabili dagli avversari.

Anche quest’oggi vi riproponiamo un’altra lista di Thief Rogue che nelle mani di SteeloHS lo ha portato in cima al Legend asiatico. Ma non è l’unico Rogue in ottima forma visto che il Weapon Rogue sta vivendo una seconda giovinezza.

Insieme a queste due liste del Ladro vi portiamo anche altri due deck molto interessanti, a tema Serie di Missioni. Infatti abbiamo un Questline Shaman da 300 Legend ed un Questline Priest utilizzato dal noto content creator Kibler.

Le liste

Questline Priest da Legend di Kibler  14940
Questline Shaman di Jaeroze (Legend#308)  7380
Weapon Rogue di Dabs (Legend#23)  8220
Thief Rogue di SteeloHS (Legend#1)  10680

Che ne pensate di queste liste? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

summit1g

Aumento di spettatori per la categoria Hearthstone su Twitch? Tutto merito di Summit1g

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Magari non tutti gli abituali giocatori di Hearthstone o di giochi di carte lo conosceranno, ma se chiedete ad un qualsiasi giocatore di FPS se conosce Summit1g, molto probabilmente vi dirà di sì. Ed ora è sbarcato su Hearthstone.

Jaryd Russell Lazar, in arte Summit1g, è un ex giocatore professionista di Counter Strike: Global Offensive diventato streamer famosissimo prima su questo gioco e poi per essere uno streamer di varietà.

È ormai sulla piattaforma Twitch da anni e pian piano ha scalato le gerarchie fino a diventare il 17esimo streamer per numero di follower (più di 6 milioni) dietro solo a mostri sacri come Ninja, Pokimane, Shroud, TheGrefg ecc.. (qui la classifica se volete darci una sbirciata).

Summit1g porta con sé, in ogni live, un quantitativo di viewers da far venire il mal di testa: parliamo di una media di 20/30 mila spettatori unici alla volta. E nella sua ricerca disparata di giochi di ogni tipo, passando per Valorant, GTA5, Escape from Tarkov, è incappato anche in Apex Legends e soprattutto Hearthstone.

Vi lasciamo immaginare, quindi, come i numeri della categoria di Hearthstone su Twitch siano decollati. Summit1g riesce a coinvolgere più di 10/11 mila spettatori quando è su Hearthstone, insomma i numeri dell’intera categoria senza di lui. In generale, solo giocatori e streamer del calibro di Thijs danno davvero un boost alla categoria, ma non arrivano minimamente al quantitativo medio che porta con sé Summit1g.

Ovviamente questa cosa non può che far felice tutti i giocatori, poiché più il gioco viene “pubblicizzato”, più questo viene giocato (anche da nuovi player) e più sono i contenuti e gli eventi che Hearthstone può portare a tutti.

Quindi diamo un enorme benvenuto a Summit1g nel club di Hearthstone, sperando possa godersi il più possibile e nel miglior modo possibile la sua permanenza sul gioco che tanto amiamo (ed odiamo).

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, la vostra…

Tre Thief Rogue in Legend #4, #7 e #8. Il mazzo ormai è diventato ingestibile?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mancano finalmente pochi giorni all’arrivo della nuova patch di Hearthstone che, oltre ad essere un punto di svolta per Battaglia a quanto si dice, presenterà alcuni bilanciamenti anche per l’Hearthstone tradizionale.

Nel frattempo, però, le gerarchie dei mazzi in Ladder sembra essersi cristallizzata ed il padrone del meta sembra essere il Thief Rogue, anche per quanto riguarda la sua popolarità. Addirittura abbiamo trovato ben 3 Thief Rogue nella Top 10 Ladder negli ultimi due giorni.

Le liste sono due anche se hanno portato tre player a questi ottimi risultati. La prima è stata utilizzata dal giocatore SteeloHs che ha sfiorato la Top 3, mentre la seconda è stata utilizzata sia da Aeongi che Deads17.

Aeongi, nella sua scalata, ha anche utilizzato un Beast Druid che l’ha portato in Top 80, per poi scalare enormemente con il Rogue. Oltre, però, il Ladro, se proprio volete altre classi da giocare, ci sono comunque altri deck che possono dire la loro.

Abbiamo, infatti, anche un Face Hunter ed un Questline Warlock utili per superare la Top 100 e puntare a piani ancora più alti della classifica. Vediamo insieme tutte le liste…

Le liste

Questline Warlock di Gaboumme (Legend#14)  9540
Beast Druid di Aeongi (Legend#79)  4800
Face Hunter di Pymbette (Legend#59)  5520
Thief Rogue di Aeongi (Legend#7)  9180
Thief Rogue di SteeloHS (Legend#4)  10680

Che ne pensate di questi mazzi? Fateci sapere la vostra…