Le carte di Hearthstone: “Ragnaros”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In questa prima uscita della Rubrica “Le carte di Hearthstone” , sentiamo la necessità di partire in modo forte ed esplosivo! Quale migliore carta quindi, se non Ragnaros? Il più temibile e terrificante balordo di tutta Azeroth.



In passato Ragnaros, signore del fuoco, dominava il mondo di Azeroth, e serviva gli Dei Antichi. Un giorno si scontrò contro i Titani per il dominio del pianeta, uscendone sconfitto. A causa della sconfitta, Ragnaros fu intrappolato nel Piano Elementale insieme ai suoi fratelli. Lì incominciò una guerra fratricida tra Ragnaros e suo fratello Thunderaan, principe dell’aria. Lo scontro vide come vincitore Ragnaros, che divise i territori conquistati con i suoi servitori.

ragnaros 1

Ragnaros “The Firelord” è il sovrano di tutti gli elementali del fuoco dell’universo Warcraft e uno dei quattro generali elementali degli antichi dèi. Il Corpo di Ragnaros è un enorme vortice di fiamme, un tratto che da allora è stato riciclato per diversi altri personaggi, e brandisce un enorme martello chiamato “Sulfuras, Hand of Ragnaros”, che è stato uno dei primi elementi “Leggendari” nel gioco . Ragnaros fu il primo Signore Elementale a comparire nel gioco originale di World of Warcraft e uno dei Boss Finali . Infatti lui risiede in Molten Core all’interno Blackrock Mountain, dove è stato evocato dai Nani Ferronero.

Nero, Emperor Thaurissan, assediò Ironforge, e nel frattempo sua moglie assediò Grim Batol, rispettivamente capitali dei clan Bronzebeard e Wildhammer. L’assedio lentamente volse in sfavore del clan del Ferro Nero e Thaurissan, in soccorso, cercò di evocare una creatura in grado di volgere la battaglia in suo favore: Ragnaros. Una volta rotti i sigilli da Thaurissan, Ragnaros era di nuovo libero, e come prima cosa uccise colui che lo aveva evocato e il clan del Ferro Nero fu schiavizzato dai servitori del re del fuoco. Ragnaros alterò il paesaggio di Azeroth, creando un vulcano che sconvolse il paesaggio, e venne chiamato “La montagna Blackrock” (vedi immagine sotto).

ragnaros 2

Gli altri clan, ancora liberi, volsero le loro forze per fermare la furia distruttiva di Ragnaros, e impedirgli di bruciare l’intera Azeroth. Durante World of Warcraft, viene guidato un assalto alla fortezza di Ragnaros, il Molten Core (vedi immagine sotto). Durante questa guerra tutti i servitori del Signore del Fuoco che sono giunti su Azeroth morirono, e lo stesso Ragnaros fu sconfitto e bandito nuovamente nel Piano Elementale.

ragnaros 3

Dopo una lunga campagna di missioni, viene affrontato dai giocatori, insieme a Cenarius, Malfurion Stormrage e Hamuul Runetotem nel suo sancta sanctorum e sconfitto di nuovo, ma al giocatore viene detto che Ragnaros è ancora una minaccia e che può essere solamente ucciso all’interno della sua Dimensione nelle Firelands. Nel game Ragnaros infine è finalmente affrontato e ucciso nel suo regno delle Firelands nella Patch 4.2. Tuttavia, anche se la battaglia è vinta, si afferma che il suo potere non potrebbe mai essere veramente distrutto e che quindi un’altro Firelord potrebbe salire al trono rivendicando le Firelands, consinunado una battaglia che durerà per sempre.

Nell’ultima espansione di World of Warcraft: Cataclysm, il drago Deathwing, in cerca di alleati, riesce a rompere nuovamente la prigionia dal Piano Elementale di Ragnaros.
Il Signore del Fuoco, intenzionato questa volta a bruciare L’Albero del Mondo, lancerà pesantissimi attacchi su di Azeroth, e Cenarius, Malfurion Stormrage e Hamuul Runetotem dovranno personalmente scendere in campo per impedire che Ragnaros distrugga tutto.
Gli eroi di Azeroth si trovarono cosi costretti a dover nuovamente intervenire.  Entrarono nel Piano Elementale, nel regno del signore del Fuoco dove,  dopo aspri combattimenti ed un epico scontro finale, lo sconfissero (forse) definitivamente. Infatti, anche se la battaglia è vinta, si afferma che il suo potere non potrebbe mai essere veramente distrutto e che quindi un’altro Firelord potrebbe salire al trono rivendicando le Firelands, continuando una battaglia che durerà per sempre.

 

[embedvideo id=”1pGCcegLy6o” website=”youtube”]

Il video di una delle gilde che ha fatto la storia di World of Warcraft, i Nihilum, mentre affrontano e sconfiggono il Signore del fuoco.

 

[embedvideo id=”xTCMdd2Sk8Y” website=”youtube”]

Questo invece, il video della strepitosa kill dei Quantum Leap.

 

In Hearthstone

Ora Ragnaros torna sotto altre vesti; in Hearthstone infatti, in via del tutto inedita, se presente nel mazzo può essere un nostro servitore alleato! Questo è incredibile da pensare  per un giocatore di World of Warcraft che lo ha SEMPRE combattuto in tutte le forme e, quasi, tutte le espansioni.
Questo servitore, come del resto in ogni situazione in cui è apparso in tutti questi anni, fa un unica cosa: sparare cannonate di fuoco. Uccide sempre qualcosa, il cosa lo può in qualche modo determinare il vostro avversario (ed anche voi ovviamente), ma questo non ferma la potenza distruttiva di questa bella carta leggendaria.
Inoltre, come in World of Warcraft (tranne che per l’ultima fase della fight in Cataclism) anche in Hearthstone Ragnaros non si muove. Esso sta immobile, cosi da poter fare meglio comprendere all’avversario il significato della parola “inevitabilità”.

Con la nuova avventura Montagna Roccianera, il Lord Elementale torna ancora una volta protagonista e, come sempre, siamo sicuri ci lascerà senza fiato dall’emozione!

Tutto lo staff di Powned.it, vi consiglia fortemente di avere almeno un Ragnaros nel vostro mazzo.

Per vedere le altre puntate della serie cliccate al seguente link: Scopri tutte le puntate de “Le Carte di Hearthstone”

Frasi celebri

“Sarete eliminati dal Fuoco!” (orig. By Fire Be Purged!)
“Assaggiate le fiamme del Sulfuron!” (orig. taste the flames of Sulfuron!)
“La mia pasienza è agli sgoccioli! Venite, moscerini, per la vostra morte!” (orig. My patience is dwindling! Come, gnats, for your death!)
“Morite, insetti!” (orig. Die, insects!)