ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

La follia selvaggia? Quando i Patron incontrano Kel’Thuzad!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Per i pochi di voi che non lo ricordassero, i celebri Patron della locanda Hearthstoniana dettarono regole e leggi durante il loro lungo dominio all’interno del Meta Tier List, quando erano le colonne portanti della vincente lista “Patron Warrior” che riuscì a seminare, letteralmente, il panico in ogni angolo della community mondiale.
Ma quei tempi sembrano ormai lontanissimi, e gli odiatissimi Clienti Torvi, oltre a non far più paura a nessuno, sono “relegati” nella sola scena selvaggia lontani dai riflettori e dalle scelte dei PRO che giocano nella modalità Standard.

Un membro della community però ha recentemente proposto una versione aggiornata del Patron Warrior che ha immediatamente catturato l’entusiasmo di tantissimi avventori della Locanda selvaggia e che siamo lieti di mostrarvi mediante questo articolo…il Patron Kel’Thuzad Warrior!
In questo mazzo, oltre a moltissime delle carte che componevano questa temibile lista tanti mesi fa, troviamo anche il gigantesco Kel’Thuzad che, effettivamente, in combo con i Patron può produrre un effetto davvero impressionante.

Insieme a loro c’è anche lo spazio per il devastante Garrosh il Flagellatore e per il Berserker Gurubashi che rientra in una serie di creature dotate di “Rabbia” che si sposano perfettamente con diverse magie presenti nel nostro arsenale come Rabbia Interiore o con creature particolarissime come il Berserker Animato.

Che idea vi siete fatti di questo deck? Meriterà almeno una folle e divertentissima prova? Vi auguriamo buona fortuna community e, come sempre, buon divertimento!

La lista

Clicca qui per il Patron Kel’Thuzad Warrior!


La follia selvaggia? Quando i Patron incontrano Kel’Thuzad!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701