La carta Necromancer vince il 12° contest di HS Fanmade Italia!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Siamo quasi alla fine dell’anno, la nuova espansione è alle porte ma i ragazzi di HS Fanmade Italia vi portano sempre tante novità e contest sempre coinvolgenti!
Questa volta, per il contest numero 12 (potrete vedere tutte le altre edizioni del contest su Hearthstonecraft), abbiamo voluto osare un pochino di più: visto che lo scopo del nostro gruppo è quello di creare carte fanmade, perché non cercare di introdurre anche delle nuove meccaniche? Lo abbiamo fatto introducendo una nuova keyword denominata “kill”:
Ovvero “quando un tuo servitore distrugge un servitore nemico e sopravvive, succede qualcosa”.

Le idee partorite erano le più disparate (ben 48!), tra queste una si è elevata ed è riuscita a vincere il contest, quella di Mattia Leardini (patrocinato dal nostro giudice #JackTorrance), che andiamo subito a conoscere!

1) Ciao Mattia e complimenti! Dicci subito di dove sei, quanti anni hai e di cosa ti occupi!

Ciao cara community da Jolly, vengo dall’antica Repubblica di San Marino, ho 23 anni e sono un agente commerciale (il primo straniero che vince il contest! NdR)

2) Da quanto tempo giochi ad Hearthstone e qual è i tuo miglior risultato raggiunto in Standard

Gioco da circa 2 anni e il mio massimo risultato in ranked è stato il 5. Gioco più per divertimento e per il gusto di creare e provare mazzi.

3) Parlaci del tuo “Necromancer”: è stata introdotta una meccanica fanmade, hai avuto difficoltà nel bilanciare la carta, scegliere la classe, etc…?

Partendo da questa simpatica meccanica mi è subito venuta l’ispirazione del grande potere del Negromante, che è quella di uccidere i nemici.. e rievocarli per combattere al proprio fianco!

Per quanto riguarda il bilanciamento, ho rivisto più volte le stats, arrivando infine al 6-6-6, che dà quel tocco “malvagio” in più alla carta; mentre per quanto riguarda la classe ho subito scelto lo Stregone, che incarna al meglio la crudeltà del negromante.

4) Con “Necromancer” in campo, penso che l’avversario si guarderebbe bene dal giocare minion dal body basso / taunt / deathrattle, insomma un sarebbe un bel deterrente! Hai pensato in quali mazzi Stregone potresti giocarla?

Esatto! La carta è un bel deterrente, ma non avendo effetti che si attivano nel turno in cui viene giocata (come ad esempio Despicable Dreadlord), il nostro avversario avrà il tempo di attuare le dovute contromisure, altrimenti saranno dolori!

Per quanto riguarda i mazzi, mi piacerebbe vederlo in un bel controlock, anche se ho studiato questa carta per dare un po’ di spinta al nostro Gul’dan in Arena, in cui può essere davvero devastante, ed è il motivo per cui gli ho dato rarità epica cosicché sia meno frequente.

5) Non posso farti domande sulla nuova espansione perché conosciamo davvero pochissimo di quest’ultima, per cui ti chiedo solo di fare delle previsioni: quali classi speri che vengano potenziate / indebolite dopo l’uscita di Coboldi e Catacombe? E poi, cosa ne pensi dell’eliminazione delle carte dei “Dark Knights” dall’Arena?

Per quanto riguarda la nuova espansione, volevo innanzitutto approfittarne per fare i complimenti al nostro giudice JackTorrance per la reveal esclusiva di una carta di K&K!

Spero tanto che venga potenziato il caro buon vecchio Control Warrior, anche se col Jade Druid a farla da padrone avrà vita difficile; spero quindi che vengano depotenziato il Druido (che nonostante i recenti nerf rimane prepotentemente in top tier) ed il Sacerdote, poiché giocarci contro è davvero frustante!

Infine riguardo l’Arena sono contentissimo dell’eliminazione dei DK come pick nel draft, dato che erano troppo forti, anche se sinceramente speravo prendessero prima questa decisione. Spero anche che prendano presto provvedimenti sulla percentuale di comparsa del Bonemare, come avevano fatto per Flamestrike e altre carte comuni, poiché è veramente troppo forte e facilmente trovabile.

6) Ed infine ti lascio due righe per ringraziare e/o salutare chi vuoi!

Volevo salutare tutta la community e ringraziare di cuore tutti coloro che mi hanno votato, i giudici per il riconoscimento e i miei amici che mi hanno consigliato e aiutato. A presto!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.