ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Kripp e Slysssa contro l’exploit per il tempo extra su Battlegrounds: “molti i pro che lo utilizzano”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Exploit Battlegrounds – Attraverso un’intervista pubblicata da PC Gamer, abbiamo potuto scoprire il punto di vista di Kripp e Slysssa, due celebri giocatori della modalità Battlegrounds di Hearthstone, riguardo al noto exploit del “tempo extra“, purtroppo ancora presente all’interno delle partite della battaglia.

Da diversi mesi ormai alcuni giocatori abusano di un exploit grazie al quale sono in grado di ottenere dei preziosi secondi extra durante il loro turno di gioco. La cosa può dare un vantaggio incredibile a chi la sfrutta, basti pensare che nel late game (quindi nelle fasi più avanzate delle partite) accumulare 20 o 30 secondi in più del normale può significare preparare con molta più attenzione il proprio esercito, sfruttando potenzialmente anche molte triple.

Quante volte vi è capitato di non riuscire a sistemare al meglio l’esercito per la mancanza di tempo? Va da se che quindi abusare di questo tipo di strategia (seppur rischiosa, considerato che per essere attivata richiede che il gioco “crashi”) andrebbe punito ma non è affatto semplice capire quando un giocatore abusa dell’exploit e quando invece finisce per goderne in modo del tutto casuale. La cosa diventa ancor più grave se l’exploit viene sfruttato mentre si giocano servitori come Brann o Khadgar, ovvero quelli i cui poteri effettivamente godono di un vantaggio se si ha più tempo a disposizione (come mostrato anche nel video sotto).

Senza entrare nel dettaglio di come bisogna agire per attivare l’exploit, vi basti sapere che disconnettendosi nella fase di combattimento si potrà godere di tempo extra nella fase di reclutamento con un rapido rientro in partita…questa pratica è molto frequente agli alti livelli della ladder, con Kripp e Slysssa che hanno confermato che sono tantissimi i giocatori sopra il rank 10000 ad abusare di questa cosa.

Non ci resta che attendere informazioni ufficiali riguardo a questo exploit, anche perchè la funzione della riconnessione alla partita nasce per i giocatori che hanno veramente avuto una disconnessione e, per tutelare tutti questi player (che saranno certamente moltissimi), è impossibile al momento disattivare il rientro in partita.

Khadgar è uno dei servitori che prestano meglio il fianco all’exploit

Cosa ne pensate community? La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701