ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Kaor, Simonedeho e Snowman: l’intervista a tre Top100 italiani!

Kaor, Simonedeho e Snowman: l’intervista a tre Top100 italiani!

Profilo di GVC
 WhatsApp

Con grande piacere che Powned.it ha intervistato Kaor, storico pro italiano e fondatore dei Blood OrangeSimonedeho di Element Gaming e Snowman di Atrax tre dei migliori giocatori italiani ma anche del panorama europeo essendo arrivati nella Top100 finale della stagione di Gennaio e, ancor più importante, tra i 128 qualificati per il Winter Preliminary che questo week-end assegnerà i primi Pass per il Mondiale di Los Angeles!

Presentati, per chi ancora non ti conoscesse!

Kaor: ciao a tutti mi chiamo Riccardo Giammanco (Kaor) e nel 2014 mi sono qualificato in top 4 agli europei di stoccolma e top 8 ai mondiali.

Simonedeho: ciao a tutti! Sono il giocatore italiano di HS con meno fantasia nella scelta del proprio nickname, che è semplicemente il mio nome+cognome

Snowman: un saluto a tutti, mi chiamo Giacomo De Nicola, nome di battaglia Snowman. Gioco ad Hearthstone per il team Atrax, e sono entrato in top 100 finale un totale di 4 volte, 3 delle quali consecutivamente nei recenti mesi di Novembre, Dicembre e Gennaio. Nella vita faccio lo studente, sono laureato triennale in statistica e sto conseguendo una laurea magistrale in scienze economiche alla Bocconi.

maxresdefault (1)

Da quanto giochi ad Hearthstone e come hai iniziato?

Kaor: gioco ad Hearthstone dalla beta, sono sempre stato un appassionato dei giochi di carte specialmente Magic the Gathering

Simonedeho: gioco ad Hearthstone da Aprile 2014, praticamente dalla prima stagione “ufficiale” di gioco. Ho scoperto Hearthstone tra le app consigliate nell’App Store la settimana in cui uscì su tablet e ancora oggi gioco praticamente solo da iPad.

Snowman: gioco ad Hearthstone da poco più di un anno. Ho giocato a Magic: The Gathering per anni, viaggiando di tanto in tanto per disputare tornei internazionali. Sembra incredibile, ma ho scoperto Hearthstone compilando un sondaggio sulla customer satisfaction di Magic Online, in cui mi veniva chiesto se avessi mai giocato al gioco concorrente. Ho risposto “no”, e ho pensato che se erano così preoccupati forse valeva la pena di provarlo! Appena installato, è stato amore a prima vista.

Come definiresti il tuo stile di gioco?

Kaor: ho uno stile di gioco molto aggressivo, ma nonostante ciò prediligo i mazzi control

Simonedeho: amo particolarmente i deck midrange, sono relativamente semplici da utilizzare ma richiedono una costante attenzione nei trade e nel massimizzare il value delle proprie carte, in quanto generalmente non hanno motori di pescata sostanziosi come i deck combo.

Snowman: riflessivo e analitico. Ogni turno cerco di prevedere quale saranno le possibili giocate del mio avversario, assegnare una probabilità ai vari scenari e giocare massimizzando le chance di ottenere una situazione favorevole. Il mio modo di giocare è influenzato molto dal mio background statistico: utilizzo molto spesso strumenti basilari del pensiero analitico per scegliere la giocata ottimale. Da un punto di vista strategico, prediligo i mazzi orientati sul tempo/aggro, anche se gioco volentieri di tutto.

12195915_1705447203023673_1965086018802095019_n

Quali deck hai usato principalmente in ladder?

Kaor: ultimamente ho utilizzato Rogue Warlock e Paladin

Simonedeho: tra i miei deck preferiti di sempre ci sono Midrange Hunter, Miracle Rogue e Midrange Paladin; ultimamente ho giocato parecchio Paladin (in tutte le salse) e Druid per portare gli eroi a 500 wins; proprio con Midrange Druid sono riuscito a chiudere top 100 a Gennaio, ottenendo l’eroe gold la stessa sera del 31 mentre tryhardavo per portarmi più in alto possibile nella ladder, unendo l’utile al dilettevole!

Snowman: questa stagione ho provato diversi mazzi, ma quello con cui ho avuto più successo è stato senza dubbio il midrange druid, che mi ha portato alla top 100. Anche nelle due season passate ho trovato fortuna con liste di druid, ma in quei casi si trattava della variante aggressiva di Malfurion.

Qual è il tuo punto di vista sull’attuale Meta?

Kaor: il meta attuale è incentrato principalmente su PalaSecret DruidMidrange e tutti i vari archetipi di Warlock

Simonedeho: il meta attuale è abbastanza vario, non esistono deck che la fanno da padrone assoluto e ci sono pochi matchup “unidirezionali”. Da un lato questo porta a maggiore varietà in ladder, dall’altro rende più difficile counterare un meta che non vede dominatori e, di conseguenza, è più difficile scalare la ladder con un singolo deck specifico

Snowman: a differenza di molti altri, trovo che il meta attuale non sia poi così male: è vero, esistono mazzi dominanti, ma questo è inevitabile. La varietà mi sembra comunque a livelli accettabili. In generale, comunque, piuttosto che lamentarmi del meta preferisco adattarmi. Se tutti giocano lo stesso mazzo, tanto meglio: sceglierò qualcosa che lo batta!

snowman hearthstone

Quali sono i tuoi progetti e futuri impegni relativi ad Hearthstone?

Kaor: per il futuro non sono ancora certo, avendo aperto una mia attività subito dopo i mondiali tendo sempre a dare massima priorità a quest’ultima

Simonedeho: la volontà è quella di migliorarsi sempre, in più ambiti possibile. Sicuramente voglio fare ancora bene in ladder nei mesi che verranno, sperando di continuare a pescare Wild Growth e Innervate nell’early game!

Snowman: da Novembre sono parte del team Atrax, e questa è stata sicuramente una svolta decisiva per la mia “carriera”: stare nel team mi ha dato la motivazione necessaria per fare un ulteriore step verso il gioco competitivo, e gli ottimi risultati ottenuti nei recenti mesi ne sono la dimostrazione. Credo comunque di avere ancora grandi margini di miglioramento: ritengo sia molto importante non sentirsi mai “arrivati” e cerco di sfidare sempre me stesso per continuare a migliorarmi. In questo modo non smetto mai di imparare! Per quanto riguarda gli impegni relativi al gioco, proprio questo week-end sarò impegnato nel Winter Preliminary a Zurigo, al quale mi sono classificato come 30° europeo nella classifica punti. Spero di portare a casa la qualificazione per Los Angeles, anche se sarà molto dura. La concorrenza è decisamente alta.

Cosa ne pensi dell’imminente arrivo della modalità Standard?

Kaor: sicuramente la modalità standard migliorerà il gameplay di questo gioco sia togliendo moltissimi RNG che eliminando carte broken come Dr. Boom, Scienziato, Loatheb e tantissime altre

Simonedeho: sarà una vera e propria rivoluzione e questo lo sappiamo tutti; spero che Blizzard sia in grado di bilanciare bene il nuovo formato e che le carte con effetti RNG che decidono da soli le partite (vedi Unstable Portal ed Imp-losion) che vedremo scomparire nel formato Standard non verranno rimpiazzate da carte nuovamente rng-based, lasciando più spazio alla vera abilità dei giocatori a costo di rinunciare ad un paio di clip su Trolden.

Snowman: credo che sia un cambiamento necessario per la sopravvivenza del gioco. Erano mesi che mi chiedevo come si sarebbe potuto risolvere il problema della barriera all’entrata per i nuovi giocatori che si sarebbe venuta a formare nel lungo periodo, ed anch’io ero arrivato alla conclusione che una rotazione sarebbe stata la migliore soluzione possibile. Sono contento che i developer siano giunti alla mia stessa soluzione!

Tre assoluti protagonisti della scena competitiva di Hearthstone a cui auguriamo di ottenere il successo che meritano, già da questo weekend e che dimostrano quanto in realtà sia importante l’Italia nel panorama del card-game firmato Blizzard. Qui di seguito troverete i loro contatti social.

Kaor

Simonedeho

Snowman

Ci sono 5 classi che stanno letteralmente invadendo il meta (con Liste mazzi)

Ci sono 5 classi che stanno letteralmente invadendo il meta (con Liste mazzi)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Liste Mazzi Hearthstone – È passata quasi una settimana dall’arrivo della nuova espansione di Hearthstone e le cose in Ladder cominciano a stabilizzarsi. Forse davvero è stato compreso quali sono i mazzi (più genericamente le classi) che più possono ottenere risultati positivi.

In questi ultimi giorni, infatti abbiamo notato un “pattern”: ci sono soprattutto 5 delle 10 classi che sono più di tutte giocate, soprattutto ai piani alti della Ladder. Ovviamente sappiamo che ci sono delle eccezioni, il discorso che vi faremo non sarà assoluto, ma forse ha un pizzico di verità.

In questo inizio espansione, la varietà è ancora la parola d’ordine, ma abbiamo notato come alcune classi siano molto più giocate rispetto ad altre ed in una sessione a Diamante o anche Legend queste classi ritornano più e più volte.

Stiamo parlando di Hunter, Druid, Shaman, Mage e Warlock. Queste 5 classi sembrano essere le preferite della community, ovviamente grazie al potenziale dei loro mazzi.

Il Lock ha la sua versione Imp, l’Hunter svaria da Face a Quest fino a Beast (tutti aggro o simil aggro), il Mage usa il suo Skeleton Mage oscillando tra la versione Renathal (la preferita) a quella senza. Stesso discorso di Jaina anche per lo Shaman ed il suo Control Murloc, mentre il Druido gioca solamente il suo Ramp.

Come potrete immaginare ognuno di questi deck/classi ne countera un’altro e viceversa. Ovviamente ci sono anche altri mazzi giocati di altre classi, come il Naga Priest (molto forte) o il Rogue in più versioni, ma sembra che non siano la prima scelta della community.

È così? Vi lasciamo un po’ di liste per provarli:

Le liste

Che ne pensate di queste classi? Sono le migliori?

Articoli Correlati:
A sorpresa il Naga Priest supera l’ImpLock come winrate: ecco la Top 5 del meta (con Liste)

A sorpresa il Naga Priest supera l’ImpLock come winrate: ecco la Top 5 del meta (con Liste)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo ancora ben lontani dall’avere un meta stabile per la nuova espansione, eppure giorno dopo giorno i mazzi più forti sono sempre più riconoscibili. Tra i già citati Top Tier, però, è spuntato un nuovo deck, il Naga Priest.

Questa versione tribe del Prete è in giro da un po’ di tempo, grazie alla scorsa espansione, ed ha sempre avuto la sua buona dose di risultati positivi, eppure la sua difficoltà nel giocarla ne ha limitato il potere.

Ora, nonostante questo limite, sembra esser riuscita a scalzare chiunque dal trono di sovrano del meta, anche l’ImpLock. Grazie all’ultima statistica dei colleghi di HS Replay, scopriamo quali sono i migliori 5 mazzi del meta per winrate.

naga

Dietro il già citato Naga Priest e ImpLock, troviamo poi la fiera dei Cacciatori. Ben tre sono i deck dell’Hunter che si posizionano nella Top 5: Quest, Beast e Face.

Vi ricordiamo che la statistica che vedrete è basata su questi primi giorni di espansione e su match tra il Diamante ed il Legend, nel formato Standard.

Vediamoli tutti:

Le liste

Che ne pensate di questo primo “Tier” di questa espansione? Vi aspettavate un tale risultato per il Naga Priest?

Articoli Correlati:
La migliore e peggiore classe del meta sono ad anni luce di distanza

La migliore e peggiore classe del meta sono ad anni luce di distanza

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo ancora ben lontani dall’avere il meta dell’espansione, Assassinio al Castello di Nathria, stabile. Il meta peró sembra aver imboccato una direzione “pericolosa”, soprattutto per una classe.

In questi giorni stiamo vedendo sempre piú mazzi esser considerati e giocati, e ció é totalmente positivo, ma sembra che alcuni eroi siano rimasti molto indietro. Specialmente uno.

Stiamo parlando del Demon Hunter, praticamente introvabile in Ladder, poiché ingiocabile in ogni sua forma.

Il confronto sorge spontaneo: da una parte abbiamo il Lock che sforna decine di versioni al giorno dei suoi migliori mazzo (ImpLock su tutti) e il DH non ne vede in gioco neanche una.

Anche HS Replay mostra questi risultati, tra il Bronzo e l’Oro (migliori rank per mazzi aggro sottolineiamo) lo Stregone e il Cacciatore di Demoni si differenziano con piú del 15% di winrate.

Il Lock ha un ottimo 55% di winrate, mentre il DH non raggiunge il 40%, sintomo di un problema grave. Siamo quasi ad un passo dal baratro per la classe.

La nuova meccanica delle Reliquie é ingiocabile, troppo lenta e poca consolidata. Il Deathrattle non ha la forza di riemergere. Per non parlare del solito Aggro DH, troppo lento rispetto ad altri aggro e troppo counterabile dai Control/Mid in giro al momento (i 40 di vita con Renathal non aiutano).

Sottolineiamo che anche il Warrior, per esempio non é messo benissimo, anzi. Diremmo che é sulla stessa barca, ma a differenza del DH ha vissuto momenti d’oro fino ad una settimana fa, e sappiamo benissimo come possa risorgere improvvisamente.

Sicuramente avere classi ingiocate é un problema, ma fino a che punto? Questa é una domanda a cui solo gli sviluppatori possono dare una risposta.

Che ne pensate di questa situazione?

Articoli Correlati: