big demon warlock

Jaraxxus e Rafaam insieme nel Big Demon Warlock di Kibler

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il celebre Brian Kibler ha recentemente pubblicato una versione molto aggiornata del Big Demon Warlock, un deck particolarmente costoso che il content creator ha voluto presentare attraverso un video You Tube.

Il deck, come il titolo stesso consiglia, ospita un gran numero di servitori imponenti e costosi (oltre che rari, molti sono infatti dei leggendari) come Sire Jaraxxus e l’Arcicattivo Rafaam che ci garantiranno un late game pieno di potenziali risposte per fronteggiare molti dei deck in cui potremmo imbatterci in ladder.

Insieme a questa versione del Big Demon Warlock andremo poi a vedere anche il Fragment Demon Hunter che ha usato in Legend il giocatore Meati, il Libram Paladin che ha spinto fino in #47 Legend Ruby ed infine la versione del Dragon Priest giocata dall’italiano Leta.

L’ultima citata è una lista estremamente competitiva che è riuscita a vincere il 66% delle partite giocate (88 vittorie e 46 sconfitte) impiegandoci, in media, circa 10 minuti per ogni partita (11 turni). Il deck, è riuscito ad azzerare le minacce provenienti dalle liste del Mago, eroe che questo Dragon Priest ha sconfitto nel 79% delle partite, mentre ha sofferto in modo particolare nei Mirror contro gli altri Sacerdoti, avendo perso 3 delle 4 partite affrontate.

Statistiche Dragon Priest

Dal canale Twitter di Leta

Le liste – Big Demon Warlock e altre

Fragment Demon Hunter da Legend di Meati  6260
Dragon Priest da #4 Legend di Leta  8680
Libram Paladin da #47 Legend di Ruby  6300
Big Demon Warlock di Brian Kibler  12300

Articoli correlati: 

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701