ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

ITL Spot #3: l’intervista (ed i mazzi) ai DMTK Brawlers!

Profilo di Stak
 WhatsApp

In questo nuovo spot sentiamo i commenti a caldo dei DMTK Brawlers, qualificati per le finali live di Torino dell’Italian Team League 2!
Vi ricordiamo che per ulteriori informazioni, e per il recap dell’ultima giornata, potete cliccare qui!

brawlersmini

Intervista e Mazzi DMTK Brawlers:

Domande:

  • D1: Ciao ragazzi e complimenti per lo straordinario risultato! Commenti a caldo?
  • D2: Quale squadra della Top8 siete più ansiosi di sfidare?
  • D3: Cosa pensate dei vostri avversari della fase online? Quale squadra è quella che vi ha messo maggiormente in difficoltà?
  • D4: Parlateci dei mazzi che avete scelto per la sfida!
  • D5: Bene, ci vediamo a Torino DMTK Brawlers! Ultima provocazione da lanciare sulla community?

Bloor – Warlock: http://www.powned.it/mazzi-hs/itl2-qualifier-bloor-dmtk-brawlers/

R1: Che dire, sono felicissimo che i Brawlers siano riusciti a qualificarsi per Torino. Il Team è cresciuto esponenzialmente ed in poco tempo, alcuni componenti erano già conosciuti nella community italiana ma grazie ai vari Showmatch che abbiamo organizzato siamo riusciti ad essere identificati come gruppo. Il prossimo obiettivo è sentire sempre più parlare di noi!

R2: Prima di tutto c’è da dire che moltissimi Team in Top8 (e non) li abbiamo già incontrati nei vari ShowMatch che abbiamo disputato e streammato sul mio canale e quello di Djokovic. Ho un enorme desiderio di giocare e vincere, indipendentemente dal Team affrontato. Se però dovessi fare un nome, direi APH perchè sono gli unici che ci hanno battuti nel Qualifier dell’ITL, facendoci passare al Loser Bracket!

R3: Ho osservato attentamente le varie serate di Streaming sul canale del caro Royalmail, anche quelle che non avevano a che fare con i nostri match, e non posso che essere contento di aver assistito a partite di alto livello, sia dai vari Team famosi che dalle novità dell’anno (tra le quali ci siamo anche noi, essendo la prima competizione a Team a cui partecipiamo). Abbiamo affrontato tutti i match in maniera identica, senza pregiudizi o paure nel caso di avversari famosi. Per quanto mi riguarda, lo scontro più difficile è stato contro Liquid Gaming: io giocavo Prete e sia per matchup negativi sia per deck girato male mi sono trovato a perdere 2 partite di seguito, quindi ero molto demoralizzato. Preso qualche minuto di pausa però sono ripartito con la testa sulle spalle vincendo il game decisivo!

R4: per studiare la lineup che avete visto abbiamo fatto varie riunioni e prove. Siamo partiti più che decisi su Druid e ZooLock, essendo due deck in meta che possono avere moltissimi matchup positivi ma cavarsela anche in situazioni sfavorevoli. Ci siamo anche basati su quello che sapevamo giocare meglio: RickM, DarkArrow ed io avevamo utilizzato molto spesso in ladder deck come Patron Warrior e Control Priest, quindi abbiamo pensato che potessero essere proprio la risposta a ciò che cercavamo. Dopo alcuni giorni di prova abbiamo deciso di renderla la nostra Lineup definitiva e puntare al miglioramento delle liste in base ai deck che più ci aspettavamo di incontrare!

R5: Non ci chiamiamo “Brawlers” a caso, quindi preparatevi a vederci ancora più carichi per Torino! P.S. “Stak prepara lo chef!” (Stak risponde: “non temere caro Bloor, metteremo alla prova la vostra “Brawlersosità nella migliore taverna e con il migliore oste di Torino…”).

 

RickM – Warrior: http://www.powned.it/mazzi-hs/itl2-qualifier-rickm-dmtk-brawlers/

R1: Siamo molto soddisfatti della qualificazione, stiamo lavorando tanto e molto bene e finalmente i risultati iniziano ad arrivare! Sapevamo che non sarebbe stato facile e dopo la sconfitta con APH abbiamo messo da parte la delusione e tirato fuori la grinta che caratterizza noi Brawlers!

R2: Personalmente vorrei una rivincita con gli Element che sono stati gli unici tra i grandi team a batterci negli show match.

R3: La squadra che ci ha messo più in difficoltà è stata APH, nulla da togliere agli altri avversari che comunque tra novizi e realtà già ben note son stati tutti bravi e hanno dato del filo da torcere!

R4: Abbiamo deciso di utilizzare una line-up solida e con più possibile matchup positivo e minimizzare i negativi.
Patron Warrior è uno dei principali counter del meta attuale (zoo, secredin e druid) come del resto anche Priest che soffre solamente Druid; Zoo e Druid sono stati scelti perché comunque mazzi troppo forti per non essere portati e con infiniti match up positivi!

R5: Sentirete parlare sempre più di noi! Siamo grintosissimi e non ci faremo scappare l’occasione di far bene in qualsiasi torneo che ci vedrà protagonisti!

 

DarkArrow – Priest: http://www.powned.it/mazzi-hs/itl2-qualifier-darkarrow-dmtk-brawlers/

R1: Sono indubbiamente contento e soddisfatto del grande risultato raggiunto, frutto di impegno, costanza e duro allenamento!

R2: Purtroppo non potrò esserci a Torino, ma sono più che sicuro che i miei Team-Mates faranno del loro meglio anche per chi sarà costretto a seguirli da casa. Nel caso in cui avessi potuto partecipare, mi sarebbe piaciuto molto giocare contro i ragazzi del Team Powned e del Team NextGaming.

R3: La fase online è stata veramente divertente e avvincente, sono state serate di alto livello anche se, nei match in cui ho giocato io, non ho mai avuto la sensazione di essere veramente in difficoltà in quanto siamo quasi sempre riusciti a leggere i giusti matchup.

R4: Inizialmente i punti fermi erano solamente druido combo e warlock zoo perchè attualmente sono i deck che hanno meno matchup negativi e anche in quelli se girano bene riesci a spuntarla facilmente. Poi abbiamo pensato al control priest in quanto è un deck che riesce a controllare molto bene le liste più aggressive e i secret paladin dei quali ci eravamo immaginati una grande affluenza. Infine abbiamo scelto il patron warrior un po’ per gli stessi motivi del priest ma con l’aggiunta di avere un matchup a favore anche contro druido. Inoltre tutti i deck sono stati ovviamente scelti anche in base alla nostra abilità nel giocarli al meglio.

R5: Per Torino saremo ancora più carichi e forti quindi gli altri team sono avvisati 🙂

 

Bernardo668 – Druid: http://www.powned.it/mazzi-hs/itl2-qualifier-bernardo668-dmtk-brawlers/

R1: Ehilà, contentissimo del risultato ottenuto da me e dalla mia squadra, questo è solo il primo risultato a livello competitivo, ne seguiranno sicuramente molti altri!

R2: Sicuramente la squadra che sono più ansioso di incontrare nella top 8 è Powned, che da sempre vanta ottimi player. Abbiamo già avuto modo di scontrarci in uno showmatch, ma dal vivo sarà tutta un’altra cosa!

R3: Durante la fase online abbiamo trovato team preparatissimi, anche se alcuni di questi non erano molto conosciuti nella scena competitiva di Hearthstone; secondo me la squadra che è stata più difficile da affrontare è stata Tom’s, essendo la partita decisiva e vedendo sulla carta alcuni dei miglior player del paese.

R4: La scelta dei mazzi è frutto di uno studio accurato e preciso, consolidato con i vari showmatch che abbiamo organizzato e da tantissimi allenamenti serali.

R5: Prepatevi community di HS, noi Brawlers siamo solamente all’inizio del nostro cammino!

RDU svela il primo Amico in arrivo su Battaglia: uno sguardo alla nuova meccanica di gioco

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come promesso, puntuale come un orologio svizzero, è arrivato il primo reveal dei nuovi contenuti per la modalità Battaglia. Il tutto è stato svelato dal content creator RDU sul suo canale Youtube ufficiale. Ecco a tutti la nuova meccanica degli Amici (Buddies).

A RDU è toccato il primo di questi Amici ed il reveal di un nuovo eroe per Battaglia. Lo streamer ha presentato a tutti Bru’Kan, come nuovo eroe in arrivo con la patch, ed il suo Amico. Ma partiamo dalla meccanica degli Amici.

In pratica dalla patch in poi, ogni Eroe avrà un proprio Amico, un servitore di supporto che, dopo aver fatto determinate azioni (vinto battaglie, inflitto danni, distrutto Scudi Divini ecc…), ci ricompenserà con un esclusivo servitore dagli effetti unici.

Nel caso di Bru’Kan avremo lo Spirit Raptor, un servitore di Locanda 2 (Attacco 3 e Salute 2) il cui effetto è: “Dopo che hai invocato un nuovo Elemento, lo ricorda. Rantolo di Morte: invoca gli Elementi ricordati”.

Già perché il nuovo Eroe, similmente all’omonima carta di Constructed, ci darà la possibilità, con il suo potere eroe a costo 0, di invocare uno tra quattro elementi con gli effetti seguenti (all’inizio del combattimento):

  • Invocazione della Terra: dai a 4 tuoi servitori casuali “Rantolo di Morte: evoca un Elementale 1/1”
  • Invocazione del Fuoco: raddoppia l’Attacco del tuo servitore più a sinistra
  • Invocazione dell’Acqua: dai +3 Salute e Provocazione al tuo servitore più a destra
  • Invocazione del Fulmine: infligge 1 danno a 5 servitori nemici

Quindi quando si selezionerà uno degli Elementi sopracitati, lo Spirit Raptor, se si trova in board, lo ricorderà. Prima di giocarlo potrete anche pensare di aspettare di raccogliere altri Spirit Raptor per poter creare una tripla che raddoppierà statistiche ed effetto di questo esclusivo servitore.

Immaginiamo che la quantità di nuove notizie possa essere confusionaria, quindi vi lasciamo al contenuto video di RDU, in cui potrete dare un’occhiata alla nuova meccanica. Nel frattempo attendiamo il reveal degli altri Amici.

Il video di RDU

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Microsoft ha acquisito Blizzard: che futuro per Hearthstone? Queste le reazioni dei dev

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Okay, la notizia che sicuramente ha rubato la scena oggi è la sorprendente acquisizione di Activision/Blizzard/King da parte del colosso Microsoft per una cifra di quasi 70 miliardi di dollari. In mezzo a tutto ciò, però, compare anche Hearthstone, titolo Blizzard. Che futuro ci aspetta?

Ovviamente questa domanda più che avere risposte, dà ampio spazio a riflessioni e spunti di discussione, poiché a poche ore dalla notizie è impossibile avere i piani certi dei futuri mesi per quanto riguarda tutti i giochi delle case acquisite.

Tutti i problemi legati alle accuse di violenza sessuale di Activision Blizzard hanno ovviamente influenzato anche Hearthstone poiché hanno scosso le migliaia e migliaia di giocatori e alcuni di questi hanno sicuramente abbandonato come forma di protesta.

Per quanto il problema non sembri mai esser stato il team di Hearthstone, l’insuccesso è sempre stato dietro l’angolo, con l’azienda che pian piano stava colando a picco. Poi, però, è arrivata improvvisamente questa acquisizione che potrebbe eliminare completamente il problema alla radice.

Nuovi capi, nuovo modo di lavorare e considerando il vecchio modo, la situazione non può che migliorare, anche per Hearthstone. Tenendo in conto la grandezza di Microsoft, parlando di contenuti, nuovi fondi potrebbero rientrare nelle casse dei giochi Blizzard e riaccendere quella miccia di freschezza che da tempo si è persa.

Nuove idee potrebbero essere dietro l’angolo, come nuovi geni creativi pronti a dare nuova anima ad Hearthstone. In arrivo qualche tipo di esclusività o cambiamento di launcher/piattaforma? Nulla è da escludere.

Per il team odierno, poi, sicuramente questa acquisizione può essere un salto nel vuoto, ma ad oggi non crediamo possa essere un salto con esito negativo.

Le reazioni dei Dev

Ovviamente anche i dev più importanti, come Alec Dawson o Dean Ayala, hanno detto la loro. Per tutti c’è speranza di qualcosa di buono, ma c’è anche chi non si sarebbe augurato di meglio in un eventualità di un acquisizione di terzi (vedi Iksar). Queste le reazioni a caldo:

Ovviamente anche noi, da giocatori, ci auguriamo che questa acquisizione possa portare solo il meglio per i giochi Activision Blizzard, considerando il grande amore che Microsoft ha riservato per i suoi giocatori negli anni. Che sia un (buon) nuovo inizio!

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, al vostra…

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: