ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Intervista a Ben Brode, designer di Hearthstone!

Intervista a Ben Brode, designer di Hearthstone!

Profilo di LilBusta
 WhatsApp

Sicuramente la Blizzard non è universalmente riconosciuta come il brand più puntuale in assoluto, anzi, i ritardi sono all’ordine del giorno. Eppure HearthStone sembra quasi non subire questo problema, come un Lanciatore di Coltelli che colpisce sempre il target sperato, anche il “piccolo” game di casa Blizzard riesce ad azzeccare i 140 colpi sferrati sotto il nome di Goblin vs Gnomi.

GameSpot, noto sito americano, ha intervistato Ben Brode (primo designer di HearthStone) in merito a GvG ed al mondo da loro creato. Vi proponiamo la traduzione completa in italiano:

2778640-screen+shot+2015-01-12+at+14.59.47

Non farei mai questa domanda, perché è in assoluto la più soft che si potesse pensare, eppure la risposta sarebbe davvero troppo interessante. Perché pensi che le persone amino HearthStone così tanto?

[Grasse risate] Bhè, ci sono molte cose che abbiamo subito identificato nella fase di sviluppo. La più interessante è proprio nella natura stessa del gioco: la sorpresa. Quando si è in game e si riesce a pescare la carta necessaria alla vittoria o quando si apre un nuovo pacco di carte e si trova esattamente ciò che si voleva, si crea un intenso momento di sorpresa, piacere e divertimento! Questa per noi è la chiave del successo.
In più, oltre a questa prima parte di RNG, c’è anche la parte tecnica: il processo che porta ad una vittoria o una sconfitta è sempre costellato da mosse più o meno rischiose e sorprendenti. Noi vogliamo trasmettere ai giocatori la possibilità di poter sempre ribaltare ogni partita, vorremmo davvero che ognuno abbia sempre almeno una minima chance di poter sorprendere tutti!

Leeroy Jenkins non è sicuramente così diffuso come lo era prima, ma era proprio questo lo scopo del nerf”

Passiamo ai nerf più recenti: Fuoco dell’Anima, Bengala e Banditore di Meccania (clicca qui per l’articolo correlato). Sei soddisfatto di come questi cambiamenti abbiano modificato il meta?

Assolutamente! Abbiamo sempre pensato che il Cacciatore avesse troppo potere. Pensiamo ad un Mago che utilizza i Segreti e che si ritrova, praticamente a costo zero, privo della chiave di gioco e con in più un avversario che ha pescato una carta. Adesso invece, se il Cacciatore gioca Bengala deve comunque fare un sacrificio rinunciando ad altre carte che magari porterebbero alla vittoria. Il Banditore di Meccania in combo con i Gadget di GvG sarebbe stato troppo potente. Fuoco dell’Anima aveva di per sé un costo troppo basso. 

A mio avviso, la vera chiave di successo di questi nerf sta nel fatto che queste carte restino ancora molto valide. Hanno un costo che, per il loro effetto, può essere ancora sostenuto. Ma per quanto riguarda quelli precedenti, come Leeroy JenkinsCondor Affamato, hanno reso queste carte non più giocate. Dando un occhio al passato, pensate di aver esagerato? 

Leeroy Jenkins è apparso anche a livello competitivo nel Miracle di Tarei, ed è comunque molto usato anche in ladder. Non è sicuramente così diffuso come lo era prima, ma era proprio questo lo scopo del nerf. Il Condor Affamato non è più giocato, eppure la meccanica di questa creatura (che permetteva di pescare moltissimo anche in apertura di partita) andava assolutamente cambiata. 

“Stavolta non vogliamo andare di fretta, questa espansione è davvero enorme e vogliamo che ci sia tutto il tempo di pensare ad ogni minima combinazione”

Di una cosa sono estremamente sorpreso: il Becchino è sopravvissuto a questo giro di nerf!

Diciamo che abbiamo aggiunto delle carte con GvG che vanno direttamente contro alle meccaniche di base dei deck che utilizzano le sinergie con i Rantoli di Morte. Il Becchino resta però una creatura estremamente potente. Abbiamo parlato a lungo di un eventuale nerf, e dopo aver analizzato come si sarebbe trovato con le nuove carte, abbiamo concordato che il limite da superare per una nostra azione diretta non era stato raggiunto. In fin dei conti, Kolento ha vinto l’ultimo grande torneo senza adoperare questa creatura in nessuno dei suoi deck.
Noi davvero non vorremmo mai nerfare alcuna carta, vorremmo vedere i giocatori autobilanciare le carte troppo potenti con giocate altrettanto schiaccianti. Ma non sempre ciò è possibile. Il nostro obiettivo sarà però raggiunto con le prossime espansioni o avventure!

NB: In una nota successiva all’intervista, Ben Brode chiarisce che: “dall’intervista, rilasciata poco dopo la release di GvG, il meta è parzialmente cambiato ed il Becchino è sotto una profonda ed attenta analisi da parte mia e del team Blizzard; se riterremo opportuno intervenire in questo senso non esiteremo a farlo!”

“Non credo ci saranno mai carte che varrà la pena eliminare”

Al di là della bellezza delle nuove carte di GvG, penso che la vera novità sia stata apportata dai giocatori di tutto il mondo. Nuove meccaniche e nuove combinazioni di gioco hanno spinto alla creazione di un meta completamente diverso, scalzando spesso anche i mazzi intramontabili. Ovunque, adesso, vi è novità. Ma questa situazione non può perdurare, aggiungerete ancora altre carte per dare una successiva rinfrescata al meta di HearthStone?

Assolutamente si, è questo il nostro piano. Stavolta non vogliamo andare di fretta, questa espansione è davvero enorme e vogliamo che ci sia tutto il tempo di pensare ad ogni minima combinazione. Vogliamo che i giocatori possano capire a pieno le meccaniche che stanno dietro le creazioni delle carte e vogliamo anche dare il giusto tempo per prepararsi alla nuova espansione. 
Al tempo stesso, le nuove carte son sempre ben accette visto che rinfrescano il meta e riportano a molti la voglia di giocare e divertirsi con noi! Bisogna trovare il giusto equilibrio. Per il momento ci stiamo occupando di rilevare informazioni dai giocatori per migliorare sempre l’esperienza su HearthStone capendo cosa cambiare e cosa mantenere. 

Eppure vorrei anche citare un ulteriore problema: l’eccesso di carte. Pensi che il dover utilizzare l’aggiunta costante di nuove carte per il miglioramento del meta, possa in qualche modo portare a problemi legati alla vastità della collezione necessaria per giocare?

Sappiamo benissimo tutti che vi sono tantissimi giochi di carte collezionabili che hanno questo problema! Però noi pensiamo che via sia una soluzione e che sia unicamente applicabile su HearthStone! L’unica cosa che ci preoccupa è il rischio che i nuovi giocatori possano trovare il gioco un pò troppo difficile e magari con dinamiche troppo complesse. 

Pensando che magari possa aiutare il game e, soprattutto, risolvere in parte il precedente problema, eliminereste delle carte non più giocate? 

Le carte poco utilizzate sono comunque riutilizzabili con le nuove espansioni, o magari nelle avventure! Non credo ci saranno mai carte che varrà la pena eliminare. 

Ok, purtroppo abbiamo esaurito il tempo. Concedi un’ultima domanda: qual è la tua carta preferita?

Bolvar Domadraghi! E’ assolutamente unico, e nessuno sa ancora come utilizzarlo. Meglio giocarlo quando si ha il mana, o meglio aspettare la fine della partita e avere una creatura enorme? 

Svelati i primi nerf e buff della Patch di Hearthstone: Edwin, Celestial, Wildseed, cambia tutto

Svelati i primi nerf e buff della Patch di Hearthstone: Edwin, Celestial, Wildseed, cambia tutto

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Nerf/Buff Hearthstone – Di solito il weekend di Hearthstone è molto tranquillo per quanto riguarda le notizie e ci si concentra sul competitivo del gioco con i tornei disponibili. Stavolta, però, è stata svelata più di qualche piccolo dettaglio.

Infatti inaspettatamente (anche se qualche informazione stava sfuggendo) sono stati svelati molti dei cambiamenti che saranno disponibili a partire dalla prossima Patch, in arrivo tra Lunedì e Martedì.

A dare i primi spunti è stato Aleco Gereco, Game Designer del gioco, che in un post in cui si parlava dell’ultimo hotfix e dei suoi problemi, ha svelato qualche nome importante.

Tutte le carte che vi citeremo saranno parte della patch in arrivo.

Si parla non solo di nerf, ma anche buff, anche se questi ultimi non sono stati annunciati tutti. Partendo dai malus alle carte, ad essere colpiti saranno:

  • Biblioteca Vile: perderà il suo +1/+1 di base (ed ora si darà il buff solo se saranno effettivamente presenti Imp; almeno uno)
  • Semebrado del Cervo: al suo risveglio darà un’arma 3/2
  • Guardiano di Nevealta: diventerà un 5/5, ma non otterrà più buff dai servitori che congelerà
  • Allineamento Celeste: non inciderà più sull’avversario
  • Illusionista Coboldo (Wild): diventerà un 5 Mana

Svelati anche un paio di buff, che a quanto pare erano già stati scoperti: Edwin, Capo dei Defias sarà un 3 Mana 3/3, mentre Cripta delle Reliquie costerà 2 Mana.

Aleco, però, ha anche svelato che saranno in arrivo altri buff aggiuntivi e riguarderanno soprattutto Cacciatore di Demoni, Paladino e Guerriero (ad oggi le classi effettivamente più in difficoltà).

Queste sono le informazioni al momento annunciate: che ne pensate di questi nerf e buff di Hearthstone? Quali altri vorreste vedere?

Articoli Correlati:
Hotfix di Hearthstone nato per risolvere i problemi, ne crea altri: fermato sul nascere

Hotfix di Hearthstone nato per risolvere i problemi, ne crea altri: fermato sul nascere

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Hotfix Hearthstone – Ieri sera, oltre ai già annunciati dettagli sui prossimi bilanciamenti, è stato anche annunciato un inaspettato hotfix che sarebbe servito a risolvere alcuni problemi e bug nati sul gioco con la nuova espansione. Ma in questo caso il condizionale è d’obbligo.

Già perché l’annuncio di HSDeckTech ha sicuramente rianimato i giocatori per le risoluzioni che avrebbe portato, il problema, però, è che dopo qualche minuto l’hotfix è stato fermato sul nascere perché stava creando altri inconvenienti.

Sono tanti i cambiamenti che avrebbe portato questo veloce fix: dalla rimozione della carta eroe Guff in Duelli per Drek’Thar, alla possibilità di riscattare il mazzo di ritorno per coloro che già lo avevano in parte riscattato prima della Patch 24.0, ed alcuni altri bug fix.

Un nuovo problema, però, sembrava esser nato proprio per i mazzi di ritorno.

La manipolazione del codice da parte degli sviluppatori avrebbe portato non solo a risolvere il vecchio problema, ma addirittura a dare la possibilità di riscattare il mazzo anche a coloro che non avrebbero dovuto.

Per questo l’hotfix è stato sospeso e tutte le risoluzioni arriveranno più avanti, non appena il problema verrà risolto.

Questa è la situazione al momento, ma siamo sicuri che i dev troveranno una risoluzione nel più breve tempo possibile.

Che ne pensate di questo hotfix per Hearthstone? Avete riscontrato anche voi problemi con il mazzo di ritorno?

Articoli Correlati:
Svelato quando arriveranno i bilanciamenti di Hearthstone! Iksar scherza sulla prima carta colpita

Svelato quando arriveranno i bilanciamenti di Hearthstone! Iksar scherza sulla prima carta colpita

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ormai non era piú un mistero che da qui a poco tempo sarebbero arrivati bilanciamenti al nuovo meta di Hearthstone, mancava solo il quando e quali carte colpire (il che é quasi tutto effettivamente).

Fatto sta che ieri in tarda serata sono arrivati i primi indizi, non solo su quando ci saranno questi bilanciamenti, ma anche su un primo bersaglio.

Come avevamo ipotizzato, infatti, i cambi al meta giungeranno nella giornata di Lunedí o Martedí, come svelato da HSDeckTech (probabile si parli di Patch Note per queste date, magari con conseguente aggiornamento per Giovedí).

Ma a questo primo dettaglio importante si aggiunge un piccolo quanto decisivo meme pubblicato dal Iksar, Game Director del gioco.

Con il noto meme di Momoa che sta per acciuffare, scherzosamente, Henry Cavill, vediamo che Hearthstone é alla ricerca di…Allineamento Celeste.

Il meme di Iksar sui prossimi Bilanciamenti di Hearthstone

Il meme di Iksar

Già, la carta del Druido tanto chiacchierata (anche se in Standard si sta vedendo di meno) potrebbe proprio essere il primo bersaglio degli sviluppatori. É praticamente impossibile non sia cosí.

Queste le informazioni al momento in possesso della community, ma nulla ci vieta di credere che qualche altro assaggio possa arrivare prima di settimana prossima.

E voi cosa ne pensate? Vorreste un aggiustamento ad Allineamento Celeste? E quali saranno gli altri bersagli?

Articoli Correlati: