Intervista ai Top 100 italiani di Marzo

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Anche questo mese Powned ha avuto l’onore di intervistare alcuni dei Top100 italiani dell’ultima stagione: Dona96, Tazdingo, Demigod, Quazel, e DarkDeno si raccontano alla community italiana. Buona lettura.

1 Presentati, per chi ancora non ti conoscesse!

Quazel: Ciao a tutti,il mio nome è Alessio, ho 22 anni(classe 1993) attualmente vivo a Sant’Antioco in Sardegna e studio Scienze politiche alla facoltà degli studi di Cagliari.
In quest’ultimo periodo ho momentaneamente interrotto gli studi per dedicarmi al conseguimento di vari titoli di merito nel tentativo di entrare a far parte delle forza armate (esercito Italiano,accademia militare).
Sono un gamer sin dalla nascita , sino dall’età di 5 anni rompevo le palle a mio padre per portarmi alla sala giochi per giocare a Metal Slug fino al conseguimento della mia prima console (ps1). Da li in poi l’evoluzione ps2-ps3/pc.
Ho giocato a diversi MMO tra cui WOW, FF14 (real reborn), TERA, Rift, D&D Neverwinter ecc. di cui ho sempre fatto parte a Endgame e gilde raid. Mi ritengo una persona molto competitiva e amo ogni tipo e stile di gioco competitivo.
Il mio primo gioco di carte è stato yu gi, passione che non ho più coltivato per dedicarmi in quel periodo ad altre tipologioe di giochi. Attualmente mi sono ritirato dalla sfera MMO e Moba e mi sto dedicando a Hearthstone. Potreste trovarmi a giocare in maniera molto casuale anche a Starcraft 2 e HotS.

DarkDeno: Ciao sono Denis Beqiri IGN Dark Deno. Sono un giocatore che proviene dai giochi live come Yugioh in primis, nel quale ho conseguito innumerevoli risultati positivi a livello nazionale ed europeo. 5 top al nazionale e una finale al ycs di Praga. Per divertimento gioco anche a magic.

Dona96: Ciao a tutti, mi chiamo Matteo Donati aka Dona96 ho 19 anni (questo si poteva immaginare) e studio ingegneria a Bologna.

Tazdingo: Ciao a tutti sono Michael, Tazdingo in game, ho 24 anni.

Demigod: Ciao a tutti, mi chiamo Pierluigi ho 20 anni e sono un giocatore del Team Element.


2 Da quanto giochi ad Hearthstone e come hai iniziato?

Quazel: gioco a Hearthstone da circa 1 anno, ho cominciato per caso e da quel momento casuale è nata una passione!

DarkDeno: Ho iniziato a giocare for fun ad HS dalla beta e mi sono affacciato al programma competitivo da 6 mesi a questa parte con l’avvio dello stream del team. Ho iniziato a giocare con i team mates all’università invece di studiare! Gran scelta!

Dona96: Sono sempre stato un appassionato di World of Warcraft dove ho trascorso 2 anni della mia esperienza di videogiocatore, quindi appena hanno annunciato l’uscita dell open beta di un gioco di carte basato su world of warcraft decisi subito di provarlo.

Tazdingo: Ho iniziato a giocare verso la fine della beta, ho smesso prima che uscisse naxxramas ed ho ripreso a metà gennaio del 2015. Dopo aver visto questo gioco in stream e da alcuni amici che avevano la beta key, decisi di iniziare a giocare.

Demigod: Ho scoperto Hearthstone praticamente per caso girovagando nell’AppStore, era il periodo dell’uscita di GvG quindi inizio 2015. Il gioco mi ha preso subito e infatti dopo un mese di gioco sono riuscito a raggiungere il rank Legend. Ovviamente con un Face Hunter (anche fatto male). SMOrc


3 Come definiresti il tuo stile di gioco?

Quazel: Il mio stile di gioco principale è quello aggressivo/midrange ma all’occorrenza non ho problemi a giocare nessun tipo di deck.

DarkDeno: Sono un player che si adatta al meta e cerca di giocare mazzi che riescano a fronteggiare qualunque situazione. Il primo mese ho giocato patron otk, dopo il nerf ho giocato esclusivamente controllo. Fino al mese scorso nel quale per le mission ho provato secret pally e mi sono trovato molto bene tanto da hittare la top 20 ben 2 volte nel mese e chiudere in top 100. L’ultimo giorno del mese di febbraio ho giocato face hunter partendo da 5600 e chiudendo 111 essendo in top a 20 minuti dalla fine.

Dona96: Definirei il mio stile di gioco aggressivo, diciamo che mi piace mettere pressione al mio avversario e prendere il vantaggio nel game fin dai primi turni.

Tazdingo: Mi piacciono principalmente i mazzi combo e i control, o comunque mazzi capaci di generare tanti danni in un turno o di pulire il board e ribaltare la partita in qualsiasi momento, ma gioco quasi di tutto senza problemi.

Demigod: Mi piace giocare mazzi aggro, ritengo che siano i più consistenti in quanto ogni singola carta del mazzo ha un unico scopo: portare gli hp dell’avversario a 0 il prima possibile. Spesso vengono classificati come mazzi “Brainless” quando invece non lo sono affatto, anzi richiedono molta esperienza e conoscenza dei matchup per essere efficaci.

team castigo

4 Quali deck hai usato principalmente in ladder?

Quazel: Il deck che ho utilizzato di più in assoluto è sicuramente il Druido mid, seguito da paladino Secret/midrange/Otk e hunter mid.

Dona96: i miei mazzi preferiti sono da sempre ZooLock e Midrange Hunter con cui raggiunsi legend per la prima volta piu di un anno fa, e continuo anche ora a giocare questi mazzi insieme al fortissimo Druido Combo!

Tazdingo: L’ultima season ho voluto testare un po’ di malygos ancestor shaman, murloc paladin, oil rogue e hunter mid, poi per la top100 ho usato una mia versione di renolock e patron nell’ultima ora.

Demigod: Ho iniziato la stagione con Demon Zoo (la versione con Mal’Ganis etc.) e Aggro Shaman, la top 50 invece l’ho raggiunta con un Mid Hunter che ho plasmato in base a ciò che incontravo in Ladder.

powned.it

5 Qual è il tuo punto di vista sull’attuale Meta?

Quazel: Penso che siamo arrivati ad un punto in cui, sono state rilasciate troppe carte forti per tutte le classi e la sinergia tra quest’ultime ha reso il gioco non più incentrato sulle singole giocate ma sulla curva e sul match up. Di conseguenza si prediligono più le singole pescate della skill dei giocatori e questo è un male. Penso che il male più assoluto che rende il gioco delle volte stupido e frustrante siano le carte RNG based (Piloted Shredder, Unstable Portal, Knife juggler, Imp-losion ecc..).
Personalmente penso che queste carte vadano eliminate l’rng non dovrebbe avere nessun diritto di decidere le sorti di un game (già dobbiamo fare i conti con le pescate e i topdeck!).

DarkDeno: Il meta attuale è un meta a mio avviso vario. Bisogna fare una distinzione tra tornei e ladder inanzitutto. Nella ladder ci sono tutti e 9 gli eroi. Imazzi sono vari trovi dal face al controllo fatigue e credo che questa varietà renda la scalata molto ardua. Ci sono mazzi considerati cancro dalla comunity come druido o paladino ma a mio avviso in ogni meta ci sarà sempre qualcosa di un pochino più performante o con delle power play migliori rispetto al field. Detto questo i mazzi che al momento secondo me hanno la possibilità di giocarsela in qualunque situazione/MU sono Druido, Zoo, secretdin e control warrior.

Tazdingo: Il problema è che alcuni mazzi troppo forti sono troppo facili da giocare, dovrebbero bilanciare meglio questa cosa, per il resto il meta è vario e si incontra di tutto in giro.

Demigod: CoinflipStone.


6 Quali sono i tuoi progetti e futuri impegni relativi ad Hearthstone?

Quazel: I miei progetti futuri prevedono il tentativo di evolvere sempre più come player e piazzarmi sempre più alto nella sfera internazionale. Nell’immediato futuro punto alle qualificazioni per la Spring Cup in quanto ho già totalizzato un buon numero di punti grazie alla mia top 50.

DarkDeno: Nel futuro vorrei competere per la cima della ladder e andare al mondiale sarebbe il mio sogno!

Dona96: Attualmente sono impegnato insieme al mio team nell’Italian Team League che si terra a Torino la settimana prossima e nel torneo finale del planet di milano, mi piacerebbe ottenere una qualificazione per l’Hearthstone Championship Tour.

Tazdingo: Il 16-17 aprile sarò a torino per l’italian team league, poi vorrei riuscire a qualificarmi per gli spring championship quindi mi devo impegnare per fare altri punti questo mese.

Demigod: Sono appena tornato da un periodo di circa 3 mesi in cui ho abbandonato il gioco. Ho ripreso subito con un discreto piazzamento e spero di qualificarmi per gli Spring Preliminaries. Intanto 16-17 Aprile sarò a Torino per le finali dell’ITL per supportare il mio Team e conoscere di persona altri players italiani. Ci vediamo lì!


7 Cosa ne pensi dell’imminente arrivo della modalità Standard?

Quazel: Penso che lo standard potrà portare grandi cambiamenti negli stili di gioco, tuttavia spero che non si passi da un estremo ad un altro e con ciò intendo da un meta troppo veloce a un meta in cui ogni singolo game si concluderà in Fatica! Il principale aspetto positivo dello standard è la riduzione dell’rng nelle carte.

DarkDeno: Finalmente arriva la standard, una ventata di aria fresca. Il meta per come la stanno mettendo diventerà molto controlloso con delle power play pazzesche al turno 10. Vedremo aumentare il divario tra chi sà estrarre il massimo valore dalle proprie risorse e chi no! I deck builder saranno messi ancora più in risalto(io non sono uno di quelli).

Dona96: Sicuramente la modalità standard sarà la salvezza di Hearthstone, il gioco ormai era diventato monotono, i mazzi montavano sempre le stesse carte ormai e molti giocatori famosi si erano allontanati dal gioco, inoltre con l’uscita di naxxramas e GVG dal gioco porterà sicuramente una diminuzione del fattore “C” in questo gioco.

Tazdingo: Spero che riescano a diminuire il fattore rng e che non facciano uscire carte “sbagliate” che giocano da sole, sicuramente lo Standard renderà il gioco più vario e dinamico.

Demigod: Un cambiamento è necessario, poi il fatto che vengano tolte Naxxramas e Gvg rende il tutto più interessante in quanto le carte più forti del gioco verranno “Bannate” (Mad Scientist, Loatheb, Death’s Bite(!!!), Dott. Boom e Muster For Battle su tutte).


8 Quali carte di WOG ti hanno colpito?

Quazel: Attualmente le carte che più mi hanno colpito in codesta espansione sono indubbiamente quelle dello shaman (Master of Evolution, Thing from below) e come non sottolineare il grande Ragnaros Lightlord!!

DarkDeno: C’thun è quella che mi ha colpito di più perche è un finisher e si possono fare un sacco di mazzi belli control che poi chiudono facendo un casino pazzesco. sono sicuro che rivoluzionerà tutto!

Dona96: oltre a c’thun e alla sua spaventosa meccanica,le carte che mi hanno colpito di piu della nuova espansione sono il maestro delle evoluzione dello shaman e il klaxxi amber weaver del druido.

Tazdingo:  quelle che mi piacciono di più fino ad ora sono quelle del rogue e quelle dello shaman, ed anche il 3/3 a 4 mana del druido.

Demigod: Ancora devono rivelare tutte le carte quindi non voglio sbilanciarmi, però la carta che mi ha colpito di più è sicuramente Master of Evolution. OP!

Ringraziamo i nostri ospiti per le risposte sempre utili, qui di seguito troverete i contatti di ognuno di loro!

Quazel: FacebookYoutube

DarkDeno: FacebookTwitch

Dona96: Facebook

Tazdingo: …non ha ancora pagine social, potete trovarlo a volte su Powned.it!

Demigod: Facebook

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701