ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Il Ramp, uno dei mazzi Top di Hearthstone!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Da sempre al centro di tutte le attenzioni di Hearthstone, Malfurion ha storicamente avuto un debole per il mazzo Ramp che, insieme allo Zoo, al Miracle ed a pochi altri, può incontrovertibilmente vantare una presenza pressoché assoluta nella scena del celebre gioco di carte Blizzard (nel bene e nel male ovviamente).

Il nome “Ramp” proviene dal gioco di carte Magic e sta ad intendere una notevole accelerazione nel mana che possiamo utilizzare per giocare delle imponenti creature fin dai primi turni di gioco; una delle caratteristiche più singolari di questo mazzo infatti è che può giocare, con una mano iniziale fortunata (ad esempio con due carte Innervazione), anche una creatura da 4 mana al primo turno o, nel migliore dei casi, una creatura da 5 mana con l’utilizzo della Moneta.
Oltre a questa paurosa accelerazione verticale a cui, molto spesso, gli avversari non riescono a rispondere nel migliore dei modi, il Ramp si caratterizza anche dalla presenza della carta Crescita Rigogliosa che consente all’utilizzatore del mazzo di far schizzare il suo mana disponibile acquisendo, fino a quando l’opponent non arriva a 10 mana, un vantaggio pazzesco giocando sostanzialmente con diversi turni di anticipo.
La combinazione con Crescita Rigogliosa +, al turno successivo, Innervazione ci potrebbe (potenzialmente) permettere di giocare creature da 7 mana (con 2 Innervazioni e moneta + Crescita Rigogliosa di primo) al secondo turno di gioco mettendo la parola Fine alla partita (a meno ovviamente di clamorosi recuperi dell’avversario).

Il Druido ha quindi la capacità di giocare mostri di costo elevato più presto di tutti, e questo gli permette di essere molto efficace contro i mazzi aggro/tempo avendo però anche delle risposte contro i mazzi control. Con l’aggiunta del Masticatore Zombie, si riesce infatti a mettere pressione sin dal primo turno mentre la combo Forza della Natura + Ruggito Selvaggio serve a chiudere i match con ben 14 danni minimi.

Queste sono le caratteristiche generali di un mazzo intramontabile ed “antico” che hanno permesso al buon Malfurion di poter vantare un posto d’onore nel Tier 1 di questa stagione classificata e che lo posizionano come una delle scelte Top (se non La scelta Top) da utilizzare nei tornei grazie alle sue tantissime vittorie con secchi e devastanti 3-0.

Per consultare la lista carte di questo mazzo vi consigliamo i seguenti decks, il primo che rappresenta le scelte fatte dal celebre Savjz, ed il secondo che vanta la spiegazione da parte di JackTorrance delle carte usate da ThiJsNL
Vi auguriamo una buona consultazione ed un buon divertimento!

dudu ramp

Lista carte Ramp Savjz

Guida Druido Ramp ThijsNL by JackTorrance 

Manca un giorno ai nerf, nel mentre il Burgle Rogue in #4 Legend con Meati

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mancano meno di 24 ore all’enorme patch di Hearthstone in arrivo e si attendono enormi capovolgimenti dal meta che giungerà. Nel mentre tutti i giocatori stanno approfittando per utilizzare i deck che domani riceveranno grossi colpi dai nerf.

Ovviamente uno su tutti è il Burgle Rogue che da domani sicuramente vedremo in quantità ridotta a causa del grosso nerf che lo colpirà, nel mentre Meati nuovamente si posiziona a rank altissimi grazie a questo mazzo, arrivando addirittura in Top 4 Legend.

Questo non è il solo mazzo, anche in Wild due classi riceveranno nerf (Mago e Hunter) ed il Cacciatore, nella sua versione Odd Questline potrebbe subire una flessione verso il basso, nel frattempo continua a far gioire i giocatori che lo giocano nel Selvaggio (ottime prestazioni in Legend).

Per chiudere l’aggiornamento vi riportiamo anche altri mazzi che, invece, da domani potrebbero far salire le loro quotazioni grazie ai bilanciamenti: vediamo uno N’Zoth Shaman usato dal noto Kibler ed un interessante Beast Druid da Top 53 Legend.

Le liste

Odd Questline Hunter di Don_Alto (Legend#270)  7040
Beast Druid di Den (Legend#4)  6300
Burgle Rogue di Meati (Legend#4)  10800
N’Zoth Shaman di Kibler (Legend#385)  15840

Che ne pensate di queste liste? Fateci sapere la vostra…

Iksar ci mostra tutti i dati dei meta da Sussurri fino ad Alterac

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Manca poco più di un giorno all’arrivo dell’attesissima patch 22.2 di Hearthstone contenente tantissimi contenuti per tutte le modalità di gioco, soprattutto bilanciamenti per il Constructed (sia Wild che Standard).

Simpatico quanto interessante, nel mentre, è l’intervento del noto sviluppatore Dean “Iksar” Ayala che sul suo profilo Twitter ufficiale ha pubblicato tutta una serie di dati inerenti la storia di Hearthstone, in particolar modo dei suoi meta.

Nelle immagini che vedrete in allegato si trovano alcuni grafici a torta in cui vengono riportati gli andamenti di popolarità delle classi di Hearthstone, e la divisione per archetipi, in tutti i meta del gioco dall’espansione Sussurri degli Dei Antichi fino a Divisi nella Valle d’Alterac.

Iksar ha rivelato di aver spulciato nei dati passati ed aver trovato questi interessantissimi grafici sui vari meta della storia di Hearthstone, tutti raccolti 1-2 mesi dopo l’uscita del set specifico (a quanto pare il momento in cui il meta è più solido e duraturo).

Vedendo le immagini è curioso vedere i vari stravolgimenti tra un espansione e l’altra e come, nella storia di Hearthstone, ogni classe abbia avuto i suoi altissimi e bassissimi. Per molti sarà anche nostalgico ricordare alcuni degli archetipi più famosi ed amati (e odiati) del gioco. Vediamo tutti i grafici…

Divisi nella Valle d’Alterac

Uniti a Roccavento

Forgiati nelle Savane

Follia alla Fiera di Lunacupa

Accademia di Scholomance

Ceneri delle Terre Esterne

Discesa dei Draghi

Salvatori di Uldum

Ascesa delle Ombre

La Sfida di Rastakhan

Operazione Apocalisse

Boscotetro

Coboldi e Catacombe

Cavalieri del Trono di Ghiaccio

Viaggio a Un’Goro

Bassifondi di Meccania

Notte a Karazhan

Sussurri degli Dei Antichi

Che ne pensate di queste curiose statistiche? Fateci sapere la vostra…

Ping Mage e Control Warrior da Legend: due deck che potrebbero approfittare dei bilanciamenti

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ci avviciniamo sempre di più all’arrivo della nuova patch che porterà sconvolgimenti in ogni modalità di Hearthstone. Per quanto riguarda l’Hearthstone Tradizionale, sia Standard che Wild subiranno scossoni, ma chi ne approfitterà?

In Standard sia i Rogue che gli archetipi più forti di Mage e Warrior (Mozaki e Pirate) sono stati nerfati e da questo punto in poi soprattutto due deck, per il momento decenti, potranno vedere schizzare in alto le loro winrate.

Stiamo parlando di Ping Mage e Control Warrior. Il primo con l’introduzione delle carte di Alterac ha rivisto una crescita di popolarità, ma mai ha raggiunto i veri Top Tier, mentre il Control Warrior ha ricevuto un buff a Rokara che, per quanto secondario, potrebbe dare più chance al mazzo, soprattutto contro aggro.

Anche in Wild le cose potrebbero cambiare molto visto che i mazzi Mage e Hunter hanno subito un grosso colpo. Ovviamente sono tanti gli archetipi che potrebbero approfittarne: oggi vi mostriamo uno Shadow Priest ed un Reno Warlock. Chiudiamo l’aggiornamento con una chicca: deck di Midrange Druid per il Classic (Midrange Druid di Ricebowl (Legend#42): AAEDAZICAtuhBLehBA7dlgTclQTpoQT6oATZlQSwlgTxoQSvlgTblQSTogTwoQTFqgS9owTzoQQA).

 

Le liste

Reno Warlock di Timmystreamer (Legend#352)  22740
Shadow Priest di Slizzle (Legend#250)  6840
Ping Mage di Fefe (Legend#350)  6120
Control Warrior da Legend di Kibler  18060

Che ne pensate di queste liste? Fateci sapere la vostra…