Il Duca si ritira dalla scena: l’intera locanda italiana celebra questa colonna della community!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con un nuovo video pubblicato su You Tube, il celebre Duca ha annunciato il suo ritiro dalla scena italiana di Hearthstone.

Dopo moltissimi anni di dirette streaming, di eventi e di simpaticissimi video caricati sul tubo, Il Duca ha definitivamente scelto di attaccare mouse e tastiera al chiodo, annunciando lo stop di tutte le sue attività sia sui social, sia in ambito streaming.

Centinaia sono stati i messaggi di saluti che hanno voluto celebrare le “dimissioni” dalla Locanda di questo celebre e conosciutissimo personaggio, e molti di questi provenivano da altri grandi nomi della scena, tutti in qualche modo legati al caro Marco che, personalmente, spero un giorno di rivedere nuovamente in azione dietro la telecamera.

In merito ai motivi che hanno spinto Il Duca a stoppare le attività, nel video (che troverete integralmente sotto) pubblicato lo scorso 12 Ottobre Il Duca ha infatti affermato:  “è una decisione che dovevo assolutamente prendere, per dirimere alcuni nodi, per il mio futuro e per risolvere i problemi, e sono sicuro che questa sia la decisione giusta da prendere” ed ha poi proseguito “è stato tutto fantastico, è stata un’esperienza che mi ha riempito ma è ora di cambiare pagina“.

Di seguito andiamo quindi a riportare il video, augurando a Marco, a nome di tutta la community della Locanda, tutto il meglio possibile per il prosieguo della sua vita!

Il video

The last post

Non volevo che l'ultimo ricordo fosse il video funerale che avete visto. Grazie per l'ondata di affetto con cui mi avete…

Gepostet von IL DUCA am Montag, 14. Oktober 2019

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.