ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Iksar ci mostra tutti i dati dei meta da Sussurri fino ad Alterac

Iksar ci mostra tutti i dati dei meta da Sussurri fino ad Alterac

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Manca poco più di un giorno all’arrivo dell’attesissima patch 22.2 di Hearthstone contenente tantissimi contenuti per tutte le modalità di gioco, soprattutto bilanciamenti per il Constructed (sia Wild che Standard).

Simpatico quanto interessante, nel mentre, è l’intervento del noto sviluppatore Dean “Iksar” Ayala che sul suo profilo Twitter ufficiale ha pubblicato tutta una serie di dati inerenti la storia di Hearthstone, in particolar modo dei suoi meta.

Nelle immagini che vedrete in allegato si trovano alcuni grafici a torta in cui vengono riportati gli andamenti di popolarità delle classi di Hearthstone, e la divisione per archetipi, in tutti i meta del gioco dall’espansione Sussurri degli Dei Antichi fino a Divisi nella Valle d’Alterac.

Iksar ha rivelato di aver spulciato nei dati passati ed aver trovato questi interessantissimi grafici sui vari meta della storia di Hearthstone, tutti raccolti 1-2 mesi dopo l’uscita del set specifico (a quanto pare il momento in cui il meta è più solido e duraturo).

Vedendo le immagini è curioso vedere i vari stravolgimenti tra un espansione e l’altra e come, nella storia di Hearthstone, ogni classe abbia avuto i suoi altissimi e bassissimi. Per molti sarà anche nostalgico ricordare alcuni degli archetipi più famosi ed amati (e odiati) del gioco. Vediamo tutti i grafici…

Divisi nella Valle d’Alterac

Uniti a Roccavento

Forgiati nelle Savane

Follia alla Fiera di Lunacupa

Accademia di Scholomance

Ceneri delle Terre Esterne

Discesa dei Draghi

Salvatori di Uldum

Ascesa delle Ombre

La Sfida di Rastakhan

Operazione Apocalisse

Boscotetro

Coboldi e Catacombe

Cavalieri del Trono di Ghiaccio

Viaggio a Un’Goro

Bassifondi di Meccania

Notte a Karazhan

Sussurri degli Dei Antichi

Che ne pensate di queste curiose statistiche? Fateci sapere la vostra…

Drek’thar perde tantissimo in Ladder: tutte le conseguenze dei nerf

Drek’thar perde tantissimo in Ladder: tutte le conseguenze dei nerf

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Drek’thar nerf – Ormai i bilanciamenti hanno portato dei cambiamenti evidenti e sia nerf che buff, a modo proprio, hanno dato contributo a queste variazioni. Ma se i buff hanno portato alla crescita di nuovi archetipi/mazzi, che conseguenze hanno avuto i nerf?

I nerf oltre ad amplificare, ovviamente, la crescita delle altre classi e mazzi, hanno portato anche alla riduzione di popolarità, successo e forza delle carte nerfate. E quindi quanto è diminuita la popolarità delle tra carte nerfate?

L’ultima statistica di HS REPLAY ci mostra benissimo le percentuali di “decrescita” di queste carte e ad avere la peggio è stato assolutamente Drek’thar che ha perso ben il 30% della popolarità che prima aveva.

In pratica un terzo dei mazzi che contenevano il Capofazione dell’Orda, ora non ce l’hanno più o addirittura questi mazzi non esistono più. Un simile effetto c’è stato per Attacco Multiplo che ha perso il 20% a causa del suo depotenziamento.

Meno effetto c’è stato su Tiro del Flagello dei Draghi a dimostrazione dell’effettiva forza della carte e del Questline Hunter con la sua Serie di Missioni. Il Tiro perde, infatti, solo il 7,5% di popolarità.

La statistica di HS REPLAY

Ritorneranno ad essere stravolgenti queste carte? Soprattutto quelle che hanno perso molto? Difficile nel seguente meta, anche perché il colpo del nerf è stato davvero importante.

Che ne pensate? Giusti i nerf? Drek’thar è definitivamente distrutto?

Articoli correlati:

Mazzi duelli | Top 3 deck più forti per raggiungere le 12 vittorie

Mazzi duelli | Top 3 deck più forti per raggiungere le 12 vittorie

Profilo di Moria
 WhatsApp

Nella modalità duelli, si sa, per vincere non basta soltanto la bravura personale ma occorre una certa dose di fortuna nel draftare il proprio mazzo con le carte giuste durante la scalata. I mazzi duelli devono essere costruiti con accuratezza e con consapevolezza della possibilità che le cose possono non andare come previsto.

Ma una buona costruzione del deck iniziale può aiutare a raggiungere le 12 vittorie con scioltezza. Ecco quindi 3 mazzi da costruire, utili per sconfiggere, uno dopo l’altro, gli avversari nella modalità duelli di Hearthstone.

Con la nuova espansione, “Rotta per la Città Sommersa“, in questa modalità, sono stati introdotti quattro nuovi eroi che combinano il potere di due eroi diversi, per ottenere una più ampia scelta nelle carte da poter inserire nel deck iniziale.

Si tratta dei nostri amati esploratori: Elise Cercastelle, Reno Jackson, Ser Pinnus e Brann Barbabronzea. Almeno uno di questi, sarà sempre possibile selezionarlo durante la scelta dell’eroe per cominciare la ricerca delle 12 vittorie.

Inoltre, l’aggiunta di Vandarr Piccatonante e Drek’Thar ha, definitivamente, ampliato la modalità e dato quel ventaglio di novità che tanto serviva.

Proprio perché la fortuna fa, di questa modalità, un elemento chiave, è molto difficile fare una classifica definitiva dei migliori mazzi ma vogliamo, comunque, evidenziare tre deck che meritano una visione particolare.

Ser Pinnus – Potenziamento – Ricognitore Esperto

La scelta dovrà ricadere sul potere eroe Potenziamento! (Power Up!) e sul tesoro distintivo Ricognitore Esperto (Sr. Scout).

Il mazzo si baserà, tutto e per tutto, sulla potenza degli scudi divini. Il potere eroe, infatti, permetterà di dare, ad un vostro minion, furia del vento e scudo divino.

Con un po’ di fortuna, dopo ogni partita, potrete selezionare bottini performanti e in linea con la struttura del vostro mazzo in modo da potenziare, ancora di più, i vostri servitori scudati.

 

CODICE MAZZO:
AAEBAa6aBQ+UD+oPxaEDx+ED++gD8/YDjfgDqvgDsLIEkrUE4bUE3rkEssEE2tME2tkEAAA=

Vanndar Piccatonante – Promozione! – Benedizioni Devote

La scelta dovrà ricadere sul potere eroe Promozione! (Promote) e sul tesoro distintivo Benedizioni Devote (Devout Blessings).

Il mazzo sarà interamente occupato dalla forza distruttrice dei draghi. Soprattutto nelle prime partite, quando i punti vita sono bassi e i mazzi poco riempiti, Kazakusan sarà l’arma vincente per eccellenza.

Con i giusti bottini ottenuti non ci saranno rivali e il mazzo diventerà opprimente e aggressivo. Il potere eroe darà una continua pressione all’avversario che, presto, si ritroverà senza risposte ai vostri draghi giganti.

 

CODICE MAZZO:
AAEBAa0GD8vmAt3MA97MA/TfA7CKBLqsBMisBISwBLLBBKTUBKXUBKnUBKrUBIekBYikBQAA

Drek’Thar – Potere degli Elementi – Dono del Cuore

La scelta dovrà ricadere sul potere eroe Potere degli Elementi (Harness the Elements) e sul tesoro distintivo Dono del Cuore (Gift of the Heart).

Il mazzo di Drek’Thar sarà, in pratica, un deck MidRange e avrà lo scopo di ridurre, il più possibile, il costo delle carte all’interno del proprio deck in modo da giocare i servitori più grossi prima del tempo, attraverso il proprio potere eroe.

L’inserimento di Zephrys il Grande aiuterà a gestire le prime fasi di gioco o come arma finale per chiudere la partita.

CODICE MAZZO:
AAEBAeeABQ+b6AL8owOPzgObzgOj0QOL5AOvgASwigSJiwSljQTanwSlrQSEsASNtQSywQQAAA==

Articoli correlati:

Migliori mazzi post-patch di Hearthstone? Paladin in netta crescita

Migliori mazzi post-patch di Hearthstone? Paladin in netta crescita

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mazzi Hearthstone – Il nuovo aggiornamento é arrivato relativamente da poco, ma molta agitazione nel meta di Hearthstone si inizia già a vedere.

Nerf e buff hanno portato tanta creatività e voglia di riscatto per molte classi che hanno sofferto in questo ultimo mese. Dimenticatevi del meta di qualche giorno fa, perché sono altri i mazzi “del giorno”.

Approfittando di una delle ultime statistiche dei colleghi di HS Replay, vedremo i migliori mazzi del momento, piú usati e vincenti ovviamente.

Quello che sembra aver approfittato di piú della situazione é il Paladin che già con ottime basi ha premuto sull’acceleratore ed ha voglia di prendersi la testa del meta.

Soprattutto l’Handbuff Paladin, ma anche il Mech Paladin, ha trovato finalmente spazio per poter comandare su tutti, grazie alla solidità della sua board.

Chi ha ribaltato il proprio destino é il Thief Rogue che con i molti buff ha trovato molta piú consistenza.

Non é ben chiaro se sia solo un fuoco di paglia o se sia destinato a durare. Vedremo…

Chiudiamo la Top 5 di questa “classifica” con il Beast Hunter di cui vi abbiamo già parlato in questi giorni e del ritorno dell’inaspettato Quest Warrior.

Le liste

Quest Warrior  7860
Beast Hunter  6840
Mech Paladin  6840
Thief Rogue  10740
Handbuff Paladin  18120

Che ne pensate di questi mazzi di Hearthstone? Sopravvivranno alla scrematura del meta?