ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

HIS – Giornata 8 e Mini espansione con Leta e Devilmat

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ed eccoci dunque arrivati alla giornata 8 dell’Hearthstone Italian Series (HIS). Il formato Battleground e le prime due partite della giornata 8 sono state castate in diretta come di consueto ieri sera sul canale Twitch di Attrix.

Noi di Powned abbiamo avuto il piacere di ospitare due dei protagonisti di ieri sera: Leta, giocatore che ha bisogno di poche presentazioni e DevilMat, giocatore di altissimo livello, attualmente in Qlash, che l’anno scorso si é qualificato a tutti e 6 i Master Tour.

I due ci hanno tenuto a spiegare il bel rapporto che li unisce, che é iniziato con un viaggio a Las Vegas e si é stretto ancora di più durante il The Brawl, nel quale i due si sono trovati a sfidarsi e dal quale é uscito vincitore Leta per 2-1.

Il match di ieri sera ha però pareggiato i conti tra i due amici di testing. Alla fine di 5 combattutissimi game é stato questa volta Devilmat ad avere la meglio su Leta, aggiudicandosi la serie con il risultato di 3-2. Qualora non abbiate potuto vederla vi lasciamo il Vod qui sotto per recuperare uno dei match a nostro avviso più godibili dell’HIS.

La replica della partita:

HIS – Leta VS DevilMat – il Match

Mat ha iniziato con il parlarci della preparazione della sua lineup: ” Non c’era settimana più difficile, almeno per me, perché io e Leta testiamo sempre insieme e ci conosciamo benissimo. La preparazione é stata tutto un mindtrick su mindtrick, e alla fine sono andato a sensazione. Secondo me alla fine ero un po’ sotto di lineup, ma la solidità dei mazzi ha ripagato.”

Leta sullo stesso argomento ci ha invece detto: ” In questo momento é tutto un sasso/carta/forbice, quindi é molto difficile valutare di portare dei counter. Avendo giocato ultimamente quasi esclusivamente mazzi anti aggro, mi aspettavo che Mat non portasse deck aggressivi e mi sono preparato per giocare contro Control Warrior o Soul Fragment DH. Il Druido era un po’ il punto debole della mia lineup, ma bastava che girasse bene solo una volta e sarebbe potuto passare, e così é stato.”

La serie si é svolta come segue con il vincitore di ogni partita in rosso:

  • Broom Pala (Leta) vs Spell Druid (DevilMat)
  • HighLander Priest (Leta) vs Cyclone Mage (DevilMat)
  • Big Druid (Leta) vs Cyclone Mage (DevilMat)
  • Big Druid (Leta) vs Enrage Warrior (DevilMat)
  • Broom Pala (Leta) vs Enrage Warrior (DevilMat)

Difficile parlare delle partite visto l’altissimo livello a cui sono state giocate. Missplay pressoché assenti tranne nel primo game, in cui Mat ha missato un 4/3 e Leta uno Scagliapenne. Il massimo grado di spettacolarità é stato offerto sicuramente nel secondo game che ha visto affrontarsi mage e priest, entrambi deck che generano una enorme quantità di value, che Leta ha commentato così: ”Quel tipo di matchup ha così tante scelte che basta un piccolissimo errore per buttare la partita, senza contare che sei in un torneo, bisogna essere lucidi, e comunque sai che c’é gente che sta guardando” – ed ha continuato sul terzo game”poco da dire, non credo che se avessi fatto broom + survival avrei avuto più possibilità di vincere, volevo pescare il secondo Anubisath per fare il trade pulito sull’8/8. L’unica cosa che mi avrebbe dato qualche chance sarebbe stata cleave, ma non é uscita.”

Quarto Game che ha visto la meravigliosa combo del Big Druid di Leta che con doppia fioritura ed innervate ha fondamentalmente chiuso il game al turno 3. L’ultimo game ha lasciato poco spazio ad interpretazioni e pensieri: ”Non mi sento di dare la colpa alla mia lista del paladino, anche perché non stavo giocando chissà quale tech card, ho perso un 50/50 sulla bombetta, ma in generale Mat ha pescato benissimo” – ha detto Leta.

I due si sono detti relativamente soddisfatti delle loro prestazioni di ieri sera, sebbene Leta, da grande giocatore, ha fatto trasparire la relativa delusione anche per l’errore più piccolo. L’attenzione e la cura ai dettagli é sicuramente la forza dei player di questo livello, ma Leta avverte:” Bisogna stare attenti, perché tutta questa attenzione può diventare un’ arma a doppio taglio, con tutto lo stress e lo sforzo di pensiero che ne consegue”.

La mini espansione

Abbiamo chiesto agli intervistati di esprimere qualche parola sulla mini espansione e su come sia intervenuta sul Meta attuale, che Mat ha commentato così: ”Secondo me hanno introdotto carte interessanti, ma con un pool di carte così ridotto é difficile che il Meta cambi. Ha portato sì freschezza, ma non abbastanza, per una vera rivoluzione dovremo aspettare la rotazione di Aprile

Ha continuato poi Leta sullo stesso argomento: ”Ero molto contento della mini espansione fino a che non é uscita. Sono uscite carte interessanti, ma non sono un fan del meta. È frustrante giocare contro certi deck combo, come l’OTK Mozaki, che non é tier 1, ma se lo trovi in ladder finisci per odiare la partita, perché non hai modo di interagire. Diventa così un meta anti-fun, dove quando perdi.. straperdi. Nonostante ciò vedo che la risposta della community é stata tranquilla e non ci sono state lamentele, quindi me la farò piacere. Sono d’accordo con Mat, per qualche cambiamento reale dovremo aspettare Aprile, perché quasi tutte le carte della mini espansione sono di supporto a deck già esistenti.”

HIS – Battleground

Ieri sera é stato Leta a splendere più degli altri durante le Lobby di BG, aggiudicandosi ben 2 primi posti: ”Anche su BG voglio giocare bene. Penso di essere migliorato soprattutto nell’Early/Mid game, quello su cui devo lavorare é il Late, per esempio non livello mai al 6. In realtà ho voluto così tanto fare top 1 che alla fine ne ho fatte 2” – conclude scherzando Leta.

Lo stesso non si può dire per Mat che, nonostante le prestazioni generalmente buone in tutte le altre giornate, in questa porta a casa solo un 8° ed un 4°/5°/6° posto: ”Su BG a volte hai proprio delle partite in cui non giochi, magari hai degli shop bruttini e trovi degli avversari che ti fanno tanti danni. Secondo me la cosa più giusta é sfruttare al massimo quello che la locanda offre e poi ammucchiare più punti possibili per fare top 8. Devo essere sincero, ci tengo particolarmente a fare top da entrambe le parti.

Insomma, bellissimo inizio giornata per l’Hearthstone Italian Series, in cui tutti sono ancora in ballo e tutti possono ancora dire la loro in entrambi i formati. Ringraziamo i due ospiti per averci dato la possibilità di raccogliere le loro dichiarazioni e vi diamo appuntamento a Lunedì prossimo con altri partecipanti all’HIS.

Articoli Correlati:

Amin "Gosoap" Bey El Hadj

Gamer da sempre, sin da quando ero un bambino solo, proprio come lo eri tu. Ma adesso siamo amici, giusto?

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701