ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Hearthstone: prime impressioni sui Verrospino

Hearthstone: prime impressioni sui Verrospino

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ieri è arrivata ufficialmente la patch (20.2) di Hearthstone che ha portato tantissime novità soprattutto in Battaglia. Infatti ha esordito un nuovo tipo di servitori: i Verrospino. Questi utilizzano la meccanica della Gemma del Sangue.

La Gemma del Sangue è una Spell (costo 0) che dà ad un servitore +1/+1. Ovviamente teoricamente era difficile prevedere l’effetto dei Verrospino, ma ora, con la loro uscita, possiamo iniziare a fare una breve analisi del loro potenziale.

Giocando già qualche partita in questo meta, si può notare come i Verrospino siano molto simili alle build Elementali: già perché nel caso in cui riuscissimo a creare grandi armati di questi cinghiali, ci troveremmo in poco tempo con board con servitori dalle stats assurde.

Ma proprio per questo motivo, soffre molto le build con Veleno e Scudo Divino. Per fare un paragone: una build Draghi con le stesse stats vincerà sempre se in board avrà Nadina la Rossa (minion che dà Scudo Divino, dopo la sua morte, a tutti i propri Draghi). La cosa positiva dei Verrospino è che i buff, dovuti alle Gemme del Sangue, fanno scalare molto velocemente ed in pochissimi turni si riesce ad avere la meglio sulle build avversarie, quindi ottimo in mid game. Per quanto riguarda il late game, la build per vincere la lobby deve chiudersi in fretta, perché senza i pezzi giusti (e sono pochi) la build resta stallata e veniamo facilmente surclassati dalle altre build.

Charlga oppure Agammagan, il gran Cinghiale sono i motori necessari per veder trionfare la build Verrospino, anche se, soprattutto con il secondo, si ha un bisogno impellente di una fonte di Gemme (magari Capitano Zannapiatta). Per coloro a cui non piace la build solo Verrospino, si potrebbe optare per una Menagerie con il nuovo Aggem Malaspina, ma ricordate di lasciare uno slot per una fonte di Gemme.

Le carte citate

In conclusione la build ha molto potenziale, soprattutto in questi primi giorni. La build punta molto sulle stats ed in early e, soprattutto, mid game non avremo problemi a portarci in vantaggio sugli avversari, ma in late game abbiamo bisogno di buoni motori di gioco (quelli citati sopra). Attenzione alle build avversarie più “particolari e complesse” (a livello di parole chiave): Veleni e Scudi Divini (quindi soprattutto Draghi e Murloc completi) potrebbero darci molto filo da torcere.

Che ve ne pare di questa prima occhiata ai Verrospino? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

Assassinio al Castello di Nathria: stream di reveal delle carte (con Kel’Thuzad)

Assassinio al Castello di Nathria: stream di reveal delle carte (con Kel’Thuzad)

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Siamo definitivamente entrati in un nuovo ciclo di reveal per le espansioni di Hearthstone. Questa volta tocca alla nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria. Stavolta, però, la live finale di reveal è stata posta all’inizio per cominciare a darci qualche assaggio sulle nuove carte.

In questi minuti sul canale ufficiale di Hearthstone, Kibler, insieme all’Associate Game Designer Leo Gonzalez, sta provando in anteprima alcune delle nuove carte in arrivo il 2 Agosto con la nuova espansione.

In questo articolo vi porteremo, in aggiornamento, tutte le carte che verranno svelate. Come al solito vedremo alcune partite che ci mostreranno le carte di classe, e non solo, che potranno essere giocate nei nuovi archetipi che arriveranno in futuro con l’espansione.

Link alla live ufficiale

Blizzard approfitterà di questa live per poterci mostrare al meglio la nuova tipologia di carta, i Luoghi.

Ma vediamo subito tutte le carte rivelate

Anteprima Carte

Che ne pensate di queste nuove carte della nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria?

Articoli Correlati:

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Spellbreak chiude i battenti, ma arrivano in soccorso Blizzard e World of Warcraft

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Spellbreak Blizzard – Sappiamo che la vita di un videogioco non è per niente facile e non tutti i giochi possono vantare anni di onorata carriera e in questi giorni l’ultimo ad abbandonare il panorama videoludico è Spellbreak. Anche se Blizzard potrebbe essere l’ancora di salvezza del team di sviluppo.

Spellbreak è uno degli ultimi arrivati nel mondo dei Battle Royale ed ha cercato di imporsi per la sua originalità nel gameplay, ma purtroppo non tutto è andato liscio ed è stata annunciata la chiusura dei server dal 2023.

Quindi anche Proletariat, lo studio di sviluppo del gioco, chiude i battenti? No per niente e bisogna ringraziare Blizzard e la nuova espansione Dragonflight di World of Warcraft. Già perché Blizzard ha proprio acquisito Proletariat per il suo MMORPG.

Proletariat ha nel suo novero sviluppatori esperti e veterani del settore e Blizzard non ha voluto farsi sfuggire l’occasione. Ben 100 dipendenti lavoreranno su WoW e, a più stretto giro adesso, a Dragonflight.

La mossa è stata fatta per rendere quanto più di qualità possibile il prossimo enorme contenuto di WoW. Il gruppo di Spellbreak, Proletariat, insieme a Blizzard, ci riusciranno? Non ci resta che attendere…

Voi cosa ne pensate di questa mossa di Blizzard?

Articoli correlati: 

Si dia inizio al Festival del Fuoco e all’evento dedicato a Yogg-Saron

Si dia inizio al Festival del Fuoco e all’evento dedicato a Yogg-Saron

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Tutto pronto! La brace è calda ed i festeggiamenti sono pronti a cominciare. Da questa sera ha inizio il Festival del Fuoco che porterà tantissime ricompense ai giocatori che ne completeranno le missioni leggendarie.

Ogni estate siamo qui, una volta Ragnaros, qualche altra volta con altri amici di Hearthstone, ma sempre festeggiamo, in un modo o in un altro, il Festival del Fuoco. Evento che per tradizione ci “infiamma” di regali.

Anche quest’anno sono arrivate ben 7 missioni leggendarie che ci ricompensano con altrettanti premi. Se le completeremo tutte avremo a disposizione una Busta Standard, una di Alterac, una di Città Sommersa, una di Mercenari, una della nuova espansione Assassinio al Castello di Nathria e poi due skin (una per BG e l’altra per Constructed).

Ad aggiungersi a questi festeggiamenti, poi, c’è anche il nuovo evento dedicato a Yogg-Saron, uno degli Dei Antichi, che porterà nuove missioni ricche di ricompense nella modalità. Potremo anche sbloccare in anteprima Yogg come Mercenario e vari suoi ritratti esclusivi.

Be’ cosa aggiungere se non invitarvi al Festival del Fuoco e al nuovo evento di Mercenari con Yogg? Buoni festeggiamenti!

Che ne pensate di questi favolosi eventi?

Articoli Correlati: