ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Hearthstone: lo stato del gioco nel 2021

Hearthstone: lo stato del gioco nel 2021

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Hearthstone 2021- Ormai abbiamo raggiunto un altro anno solare e per quanto sia diverso dall’effettivo anno di Hearthstone, per qualche mese, si possono tirare le somme del 2020 del gioco e proiettarci verso questo nuovo anno. Una grossa recensione a tutto ciò ci arriva direttamente dal sito di PCGamer, che ha deciso di aggiornarci sullo stato di Hearthstone al momento.

In generale sono state molte le aggiunte al gioco negli ultimi 12 mesi: dal nuovo eroe, alla nuova modalità, fino al nuovo sistema di ranking ed achievement. Il tutto ha portato freschezza al titolo, per quanto alcune cose, come il nuovo eroe Illidan, hanno portato a più di qualche discussione.

Il nuovo eroe ha visto aumentare di tanto il numero di bilanciamenti in un anno che supera nettamente quelli del 2019 ma, nonostante si sia quasi raggiunto un buon equilibrio, i bilanciamenti saranno comunque sempre più assidui.

Battlegrounds

Il boom, però, è stato fatto sicuramente grazie a Battlegrounds che ha riportato un numero spropositato di giocatori al titolo. La modalità è sempre più di successo ed anche qui vediamo patch susseguirsi di mese in mese, con nuovi eroi, minion, bilanciamenti ed i nuovi Premi di Luncaupa.

Duelli

Il 2020 ha visto anche l’introduzione della modalità Duelli che però, al momento, non ha espresso per nulla il suo potenziale. Anche qui molti bilanciamenti sono arrivati e arriveranno, ma la modalità ancora non attira gente come i suoi fratelli.

Ladder

Qual è la situazione della ladder Standard e WILD? Il meta è abbastanza variabile e l’intervento dei dev è sempre più costante. In generale il rapporto tra sviluppatori e giocatori è sempre più consolidato. Anche se in generale si sentono lamentele più forti da parte dei giocatori della WILD che si sentono trascurati, rispetto a quelli Standard.

Cosa è in arrivo su Hearthstone nel 2021?

Cosa aspettarci dal futuro del gioco? Ormai siamo alle porte del nuovo anno e di nuovi freschi contenuti. I giocatori al momento sono in una fase di stallo, in attesa proprio di queste nuove info. Informazioni che forse potrebbero arrivare durante il prossimo Blizzcon del 19 Febbraio. Durante l’evento è molto probabile informazioni anche per le altre modalità (vi ricordiamo che prima del nuovo anno dovrebbe esordire anche una nuova modalità dopo i Duelli) e soprattutto notizie sul “nuovo” set Classico e Base, dato che gli ultimi teaser dei dev hanno già preannunciato una nuova “Hall of Fame” diversa da quello attualmente in gioco. Vedremo cosa ci riserveranno in futuro.

E invece voi come avete vissuto il vostro ultimo anno su Hearthstone? Cosa vi aspettate dal futuro? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati: 

Community di Hearthstone sotto shock: scoperto il motivo del ban ad Orange?

Community di Hearthstone sotto shock: scoperto il motivo del ban ad Orange?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

L’argomento che sicuramente tiene di più banco nella giornata di oggi è certamente il ban competitivo al noto Jon “Orange” Westberg. Questa mattina vi abbiamo parlato della situazione e abbiamo condiviso con voi le parole dell’interessato.

Orange, ad ora, ancora non ha voluto menzionare il motivo del ban, ma la community sembra aver scoperto la motivazione. Tutto sembra esser partito da documenti ufficiali di un processo in Svezia (nazione di Orange) resi pubblici sui social.

Purtroppo si parla ancora una volta di molestie sessuali e questa volta si è arrivati addirittura a processo, cosa non avvenuta con Purple e Zalae per esempio. Tutto questo sarebbe avvenuto nel nel 2018.

Potrete immaginare quanto sia stato scioccante per la community sentire tutto ciò, ancora una volta, soprattutto per i molti player e content creator che negli anni sono diventati suoi amici. Nessuno ha mai sospettato una situazione del genere.

Sono molte le personalità di Hearthstone che hanno cercato di dire la loro, ma il sentimento comune è sicuramente l’incredulità e la sorpresa scaturita da questo evento. Vorrei lasciarvi, per esempio, l’intervento di Jambre.

Il tweet di Jambre

Sono situazioni che non possono più accadere e che fin troppo spesso abbiamo visto, invece, nel mondo di Hearthstone. “Noi come community dobbiamo mostrare zero tolleranza su queste cose“, proprio come affermato da Jambre.

Non sappiamo se arriverà un’ufficialità da Orange, ma vi terremo aggiornati per qualsiasi tipo di novità in merito.

Che ne pensate di questa situazione? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

Orange é stato bannato dal competitivo!

Orange é stato bannato dal competitivo!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Mai avremmo pensato di scrivere una notizia del genere, perché l’argomento ha dell’incredibile. Il famosissimo pro player Orange é stato bannato dal competitivo di Hearthstone.

La notizia é arrivata all’improvviso ed é stata annunciata dal protagonista stesso (sul sito di Hearthstone il suo nome é già tra i giocatori non idonei). Con un post sui social ha voluto “spiegare” la situazione.

Spiegare é tra virgolette, perché ad ora le motivazioni del ban sono ancora avvolte dal mistero. Orange non ha, al momento, voluto condividere con il pubblico le motivazioni.

Queste le sue parole:

Sono stato bannato da hsesports per un errore del mio passato, per il quale ho piena responsabilità. Non mi era stato dato nessun avviso per questa decisione. Quindi tutto quello che vi chiedo é di darmi un po’ di tempo per affrontare tutto questo“.

É superfluo dire quanto io sia devastato da questo. Ma non voglio sembrare di essere in cerca di compassione. Vi prego di conservare le vostre speculazioni e giudizi per il momento. Questo non é un qualcosa di cui é facile parlare e voglio essere sicuro di farlo nel modo giusto. Grazie per la comprensione“.

Queste le parole del campione di Hearthstone a cui é difficile far procedere qualsiasi tipo di ipotesi, poiché sono pochi i dettagli sulle motivazioni. Sappiamo solo essere qualcosa del passato, anche molto difficile da affrontare.

Quindi per il momento vorremmo lasciarvi solo con le parole di Orange, fino al prossimo aggiornamento.

Che ne pensate? Cosa sarà successo ad uno dei pro player piú noti di Hearthstone? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati:

Nerf e Buff sono in arrivo, ma quali saranno i bersagli? Facciamo qualche ipotesi

Nerf e Buff sono in arrivo, ma quali saranno i bersagli? Facciamo qualche ipotesi

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Nerf Buff Hearthstone – Ormai la notizia è ufficiale, mancano pochi giorni ed avremo tutti i dettagli sui prossimi bilanciamenti di Hearthstone (sia Standard che Battaglia). E allora quali saranno i bersagli di queste future modifiche? Difficile dirlo, ma qualche ipotesi possiamo analizzarla.

Drek’thar

Una cosa che bisogna premettere assolutamente è che il più accreditato da nerfare sarebbe Drek’thar. Sarebbe perché c’è un problema non di poco conto che bloccherebbe questa operazione.

Già perché la differenza tra questa carta e le altre è che questa è l’unica ad avere una versione totalmente a pagamento . La sua versione Diamante costa molti soldi e non è acquistabile con i gold. Cosa succederebbe se la nerfassero?

Sicuro ci sarebbe una rivolta e Blizzard dovrebbe inventarsi una soluzione. Certo potrebbero rimborsare la carta qualora qualcuno lo volesse, ma è stato già dichiarato che questa situazione è davvero una problematica al suo nerf.

Nerf

Detto ciò, ci sono altre carte che hanno un potenziale estremo in questo meta. Basti vedere le migliori classi del momento: Demon Hunter, Warrior ed Hunter.

Partendo dal Cacciatore di Demoni, sono sicuramente due le carte assolutamente problematiche: Lama della Prigionia e Attacco Multiplo, soprattutto la seconda (bersaglio più probabile di un nerf)

Per il Warrior il problema è sicuramente la troppa Armatura che si può ottenere. Per non parlare della combo Brocchiero Congelato e Frantumazione dello Scudo. Una o entrambe potrebbero essere depotenziate.

Al Cacciatore difficile nerfare qualcosa se non la Questline, cosa che non credo avverrà. Ci sarebbe comunque Drek’thar, mentre le altre carte sono comunque bilanciate. Potrebbe esserci la possibilità che non venga nerfato il Cacciatore e solo i buff potrebbero togliergli il primato incontrastato.

Piccola digressione potremo farla per la Battaglia: dovrebbe esser stato dichiarato che diminuirà il rate di uscita in Taverna dei Naga, poiché sono utilizzati da tutti e gli sviluppatori vorrebbero veder giocare anche le altre tribe. Sicuramente qualche Naga verrà nerfato, ma vedremo direttamente il 19, non so se ci saranno buff in questa modalità.

Buff

Il discorso buff, ovviamente, è difficile da fare, poiché è quasi impossibile indovinare le carte che verranno ritoccate. tante sono le carte invisibili in questo meta, ma possiamo ipotizzare quali saranno le classi da potenziare.

Sicuramente due le più probabili, a cui si potrebbe aggiungere la terza. Shaman è la classe più devastata da questo meta e qualche carta potrà essere potenziata. Un occhio si potrebbe dare al Priest che, nonostante i tanti tentativi con vari archetipi, non riesce a raggiungere un Tier 2 neanche volendo. Una classe su cui ho dubbi è il Rogue: non è troppo scarso, ma è fuori dai radar da parecchio.

E per voi? Quali saranno i ritocchi al meta? Fateci sapere la vostra…

Articoli correlati: