ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Hearthstone, la fortuna ed il TopDecking: quando l’avversario ci rimane molto male!

Hearthstone, la fortuna ed il TopDecking: quando l’avversario ci rimane molto male!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una delle componenti essenziali nell’esperienza di gioco che può regalare ai vari players Hearthstone è sicuramente il fattore “fortuna”: arcinota amica e collega del tanto amato ed odiato (quanto celebre) fattore “random“.
Molto spesso assistiamo direttamente o indirettamente a giocate strabilianti che, in base a “chi le subisca”, ci possono fare letteralmente volare dalla sedia dalla gioia o dalla rabbia, possono scatenare divertimento e risate o sani e superbi urli a prova di camera insonorizzata!
Qualunque sia l’esito della giocata o della partita influenzata da un TopDecking (si usa dire Top Deck quando noi o il nostro avversario peschiamo l’unica carta che ci può permettere di vincere o di non perdere o che comunque può pesantemente alterare la partita che stiamo giocando; ad esempio se, essendo con un solo punto vita e senza ne carte ne creature peschiamo giusto un Ordine di Morte o un Leeroy Jenkins che ci può permettere di vincere comunque il match: in questo caso si parla di “Top Deck“) sicuramente il nostro stato d’animo verrà incontrovertibilmente coinvolto rendendo l’esperienza di gioco, tra le altre cose, assolutamente emozionante e coinvolgente. 

Tempo fa, riguardo la questione casualità o fortuna presenti in Hearthstone, proprio Biscaf cercava, mediante il suo punto di vista, di fare ordine nell’infinito e grande dibattito interno alla community che ancora non trova un valido “the end” (e che probabilmente mai troverà…): alcuni giocatori credono infatti che l’RnG (il fattore “casuale”, ndr) sia regolato unicamente dalla fortuna e dal caso, e c’è chi invece crede fermamente che questo fattore possa avvantaggiare realmente (su un grande numero di partite giocate, ndr) solo chi è in grado di “sfruttarlo” a suo favore.

Riuscire a gestire determinati poteri che, all’apparenza, potrebbero sembrare completamente dediti al fattore casuale (ne sono un esempio le carte come Maglio degli Ogre e Sputafiamme) sarà sicuramente, e spesso è già stato cosi, quel “fattore in più” che solo i grandi giocatori possono vantare.
Nell’attesa che anche voi ci diciate il vostro pensiero in merito al fine di progredire in una discussione costruttiva, vi invitiamo a guardare queste tre puntate interamente incentrate su “giocate” estremamente fortunate che i ragazzi del team di Summoned hanno selezionato per noi!
Buona visione e buon divertimento!

[embedvideo id=”Fkkv_PvaYlc” website=”youtube”]

 

[embedvideo id=”fpe4ZRTsa_k” website=”youtube”]

 

[embedvideo id=”vR8C_sDAH2I” website=”youtube”]

 

 

 


Nuovo regalo di Twitch Prime per i giocatori di Hearthstone

Nuovo regalo di Twitch Prime per i giocatori di Hearthstone

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Twitch Prime Hearthstone – Purtroppo ancora per poco andrà avanti la collaborazione tra Blizzard e Amazon, ma nel frattempo si sono accumulate tantissime sorprese e ricompense per tutti i giocatori dell’azienda di Irvine. Anche questo mese arrivano regali incredibili!

Nuovo mese e nuove ricompense Twitch Prime. Già, dalla giornata di ieri, tutti i giocatori di Hearthstone potranno riscattare la loro ricompensa esclusiva dalla pagina principale di Twitch (su PC). Dopo leggendarie e pacchetti, anche questo mese arrivano bustine gratis, ben 3 Standard.

Per tutti questi 30 giorni (fino a metà Settembre) potrete riscattare questa ricompensa. Non dimenticate di farlo, altrimenti scaduto il periodo non sarà più disponibile. Ovviamente per fare ciò dovrete essere abbonati ad Amazon Prime.

Fatto ciò, vi basterà andare su Twitch da PC e in alto a destra (icona di una coroncina) trovare la ricompensa e riscattarla. Qualora non l’abbiate già fatto, in fase di riscatto, la piattaforma vi farà collegare l’account Twitch al vostro account Blizzard sul quale vorrete ottenere la ricompensa.

Che ne pensate di questa nuova ricompensa?

Articoli Correlati:

Su Hearthstone è in arrivo la classe del Death Knight? Già da quest’anno secondo un insider

Su Hearthstone è in arrivo la classe del Death Knight? Già da quest’anno secondo un insider

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Hearthstone Death Knight – La serata americana si è chiusa con una bomba di proporzioni gigantesche: è in arrivo, in tempi brevi, una nuova classe per Hearthstone? Queste sarebbero le parole di un insider sul proprio profilo Twitter.

Il protagonista di questa vicenda è Jez Corden, noto giornalista del panorama videoludico, che ha esordito con queste due domande: “E se Hearthstone avesse il Death Knight come classe? E se venisse lanciato quest’anno?

Domande innocue, se non provenissero da un alto profilo come il suo che può conoscere informazioni più del semplice appassionato o esperto del gioco. Infatti Corden, nei commenti, ha scritto di essere così fiducioso perché “lo ha visto” con i suoi occhi.

Ad aggiungersi al coro, poi, c’è un volto noto del panorama hearthstoniano: anche Imik, giornalista di Hearthpwn, ha detto la sua sull’argomento.

Per Imik, il DK arriverà sicuramente durante la terza espansione e sarà rappresentato da Arthas, Reborn” ritornerà come keyword e verrà introdotta la Tribe dei Non-morti.

Non crediamo che Imik abbia informazioni esclusive sull’eventuale arrivo del Death Knight, ma siano più supposizioni sulle parole di Jez Corden (noto per altri leak, di solito andati a segno). Ma mai dire mai!

Ovviamente tutto ciò che vi abbiamo detto e mostrato non ha nessun tipo di ufficialità e quindi potrebbe essere tutto falso. Prendete tutto ciò con le pinze, ma se davvero si rivelasse tutto vero? Vorreste Arthas e il suo Death Knight come nuova classe già da quest’anno?

Articoli Correlati:

Aleco spiega le scelte dietro i bilanciamenti della Patch 24.0.3. Occhio a Edwin!

Aleco spiega le scelte dietro i bilanciamenti della Patch 24.0.3. Occhio a Edwin!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

La Patch 24.0.3 verrà ricordata per essere una delle più corpose in fatto di bilanciamenti, soprattutto in direzione buff. Ben 22 sono le carte che sono state potenziate e, oltre che sull’articolo ufficiale, il buon Aleco ha spiegato la scelta dietro queste variazioni.

Per il Game Designer non bastavano le righe utilizzate sul sito, scritte insieme ad Nicholas “DeckTech” Weiss, ma ha voluto ulteriormente spiegare il perché il team abbia fatto determinate scelte.

Per tutta la squadra la situazione dei Top Tier deck non era poi così male, ma ascoltando la community hanno voluto comunque depotenziare carte che effettivamente erano da tempo problematiche (o lo sono da questa nuova espansione).

Ma era la situazione delle classi di basso Tier che hanno preoccupato Aleco e compagni. Classi sotto il 40% di winrate (come DH e Warrior) erano inaccettabili e per questo si è puntato molto sui buff a queste ed altre classi problematiche.

Resta, però, una domanda della community, che Aleco ha voluto spiegare: perché buffare il Rogue e soprattutto Edwin? Aleco Gereco ha spiegato che il team ha confermato i bilanciamenti ben prima dell’arrivo dell’ultimo Masters Tour e quindi ben prima dell’ottima prestazione di Lambyseries e del suo Rogue.

Per questo motivo, nonostante i bilanciamenti non siano stati ritoccati, il Game Designer non esclude che Edwin possa venir ritoccato con un nerf nel breve futuro.

Se avessimo visto il MT prima di bloccare i bilanciamenti del Rogue, avremmo comunque buffato Edwin? Non penso lo avremmo fatto, ma ciò non vuol dire automaticamente che questo cambiamento sarà cattivo per la salute del gioco

Aleco chiude, poi, le sue spiegazioni parlando della combo Kael’thas/Brann/Sire Denathrius. Sicuramente la combo è fenomenale, ma non si allontana dall’idea degli sviluppatori per queste carte: ottime finisher. Fatto sta che saranno tenute d’occhio con l’arrivo di questo nuovo meta.

QUI potrete trovare tutta la spiegazione nel TwitLonger del Game Designer

Che ne pensate delle spiegazioni di Aleco Gereco per questi cambiamenti della Patch 24.0.3?

Articoli Correlati: