Hearthstone MaeveDonovan

Hearthstone: due chiacchiere con MaeveDonovan

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con noi oggi abbiamo la fresca vincitrice dell’edizione 2020 del Red Bull TheBr4wl di Hearthstone: Federica “MaeveDonovan” Campana.

Le abbiamo chiesto un po’ dell’esperienza del torneo e qualche cosa riguardante Hearthstone in generale. Vediamo subito cosa ci ha detto…

Innanzitutto, complimenti vivissimi per la tua vittoria al TheBr4wl.

  • Grazie mille!

Come è stata la tua esperienza al TheBr4wl? Partendo sin dalle Qualificazioni.

  • In generale è stata una bella esperienza, gestita molto bene. La qualificazione ed i playoff sono andati molto bene, in finale abbiamo avuto qualche problema, più che altro per la modalità di gioco, molto difficile da gestire, soprattutto online. Ma proprio questo è il bello, il formato finale è molto bello da giocare, anche se da vedere diventa più complesso.

Com’è giocarla quella finale?

  • Giocarla è fantastico, chiaramente difficile, ma ho i miei trucchi. Cerco di giocare molto veloce, cosa che in generale non è positiva, ma in questa circostanza mi ha aiutato molto. Porti liste più veloci e facili da giocare. In generale devi portare 1 deck per ogni classe e bannarne una per round ed ad ogni turno giocavi 3 classi diverse. Ogni round è stato bannato Warrior quindi non è stato mai giocato. 

C’è stato qualche momento in cui ti sei sentita in difficoltà?

  • Allora al decider match del Qualifier ho beccato contro una lineup counter, ma sono riuscita a qualificarmi alla fine. Poi in finale, l’ultimo round è stato tremendo, avevo accumulato tanti punti  e quindi ero quasi sicura di vincere, ma al terzo round avevo mazzi proprio osceni.

Ma poi hai vinto. Com’è stato?

  • Sono arrivati messaggi di complimenti da chiunque. Ero elettrizzata. Dopo il secondo round, me l’aspettavo, ma dopo aver avuto un brutto terzo round, è stato tutto al cardiopalma e poi quando hanno annunciato la cosa ero super felice.

Immagino sia stato meno bello non aver giocato dal vivo, vero?

  • Sì, dispiace. Anche alzare il trofeo è un’esperienza che non c’è stata. Il trofeo mi è arrivato tipo due giorni dopo. Bellissimo, ma ovviamente sarebbe stata un’altra cosa stare lì.

Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

  • Non saprei, proverò a fare qualche Qualifier per il Masters, ma preferirei qualificarmi dalla ladder, poiché il Qualifier è troppo lungo e ti punisce troppo. Puoi portare la lineup più forte del momento e perdere lo stesso, poi il numero dei giocatori al Qualifier è aumentato, e quindi bisogna vincere ancora più partite, anche se non hanno abbassato il numero di Top 8 a disposizione.

Parlando di Hearthstone in generale. Che ne pensi di questo meta?

  • Il meta secondo me, non è il massimo, in questo momento non premia, anzi punisce un po’ troppo. Ripensando ai Qualifier ed un’ipotetica best of 3: tu porti i mazzi più forti e lo stesso fa il tuo avversario e poi comunque ti trovi a giocare partite senza senso (ndr. per l’RNG). Un po’  ci gongoliamo per l’effetto RNG, ma a conti fatti c’è davvero troppa, troppa differenza con gli altri giochi di carte. Ci sono giocatori che fanno ottimi risultati e poi subito dopo altrettanti risultati scarsi: tutto questo è sinonimo di brutto meta.

Faresti altri bilanciamenti oltre a quelli già fatti?

  • Proverei a buffare alcune classi, tipo mage, rogue, classi non top tier: piccoli buff permetterebbero di livellarle alle altre classi più forti (Demon Hunter e Warrior).

Parlando di demon Hunter. Ti è piaciuta la sua aggiunta?

  • A me piace che vengono aggiunte nuove cose sul gioco, come le classi, cosa richiesta fin dalla beta. Il problema delle nuove classi è che sono OverPowered, poichè hanno molte meno carte. E le carte che abbiamo adesso del Demon hunter sono molto forti. In generale nuove classi possono essere o ingiocabili o troppo forti, dipende dallo studio che si fa per implementarle.

E la butto lì, visto che abbiamo parlato molto di tornei: se si tornasse al Formato Specialist?

  • Non ci avevo pensato. Da un lato era un formato molto valido, ma il lato negativo è che permetteva a giocatori, capaci di giocare una sola classe, a vincere tornei interi. Per me devi avere un minimo di abilità nel giocare più classi.

Maeve noi ti ingraziamo molto per la tua disponibilità, speriamo che questa intervista ti sia piaciuta. Vuoi fare un saluto?

  • Grazie a voi. Vorrei salutare tutti coloro che mi seguono ed i lettori di Powned. 

La replica Red Bull The Br4wl



Canali Social di MaeveDonovan

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701