Hearthstone Battlegrounds, Donais parla delle nuove unità e dei nerf/buff in arrivo!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con una serie di nuovi interventi pubblicati su hearthstone-decks.net il Principal Game Designer di Hearthstone Mike Donais ha reso pubbliche molte nuove informazioni sulla modalità battaglia e sulle novità che la riguarderanno.

Mike ha spiegato che nella locanda sono in arrivo ben due nuove unità (tra cui anche il King Bagurgle di cui abbiamo parlato ieri, e che troverete cliccando qui) e tre nuovi eroi entro e non oltre il 5 Dicembre, mentre già questa settimana saranno disponibili i 4 nuovi eroi già svelati precedentemente.

La patch di Dicembre servirà per bilanciare meglio il gioco, con i devs che sicuramente interverranno sui Murloc e sui Demoni (e lo faranno in due momenti, sia questa settimana, sia il prossimo 5 Dicembre) per potenziarli attraverso dei buff; oltre a questo diminuiranno l’impatto nel gioco del Junkbot che ora è un servitore da Tier 4 mentre con un prossimo aggiornamento diventerà quasi certamente un’unità da Tier 5 (rallentando quindi, e di molto, il gioco degli eserciti che ruotano su questa creatura).

Tra le altre modifiche si segnala il fatto che l’Amalgama da solida 3/4, molto probabilmente, diventerà una più modesta 2/2, e che l’eroe “Professor Putricide” verrà presto cambiato (probabilmente già entro Dicembre) in un potere “+20”.

Sempre nella lunga intervista pubblicata su Hearthstone-Decks, Mike Donais ha annunciato che Millificent ed il Re Mukla dovranno ruotare presto fuori dalla locanda per alcuni problemi di design che andranno risolti, e che il prossimo anno a partire da Marzo riceveremo nella locanda, ma questo era facilmente prevedibile, delle nuove tipologie di unità.

Cosa ne pensate community? Siete favorevoli al nerf del Junkbot?

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.