ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

HCT Summer Prelims – Abbiamo intervistato SCACC, unico Top64 italiano!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Abbiamo intervistato Andrea Scaccia alias – SCACC – uno dei giocatori più sottovalutati della scena italiana su Hearthstone  ma che negli ultimi mesi ha scalato la classifica europea fino ad arrivare alla posizione 26, garantendogli un posto ai Summer Preliminaries.
Andrea ci ha parlato del suo sogno di entrare a far parte di un Team tutto italiano, della sua stima per Kolento e della sua amicizia con Elmachico.
Noi gli auguriamo di continuare la sua ascesa ma soprattutto di trovare un team nazionale in grado di accoglierlo, perché davvero i talenti è meglio tenerseli in casa, no?

Anthrax-Powned.it: Benvenuto Scacc sulle pagine di Powned.it, di te si fa sempre il nome nella scena competitiva quando si parla di “grandi player sottovalutati e meno conosciuti” ma di fatto per la community sei un personaggio misterioso ed ancora da scoprire, puoi parlarci di te e della tua esperienza su Hearthstone?
SCACC:
Salve Community, sono Andrea Scaccia, ho 24 anni e sono entrato piuttosto lentamente nel panorama competitivo di Hearthstone.
Infatti, nonostante sono diversi anni che conosco il gioco, ho deciso di dedicarmi ad esso completamente dal settembre 2016.
L’impatto con questa realtà non è stato drammatico, in quanto provengo da una realtà molto simile, il gioco di carte di Yu-gi-oh, che considero uno dei giochi più complicati che abbia conosciuto ed ha accompagnato me e i miei amici durante l’adolescenza, riuscendo a collezionare diverse top sia a livello mondiale che europeo.

Qui sopra, un Match del WCQ 2013 in cui Andrea è impegnato a sfidarsi contro un temibile avversario

Anthrax-Powned.it: Hai intenzione di partecipare a qualche torneo live prossimamente?
SCACC:
Per quanto riguarda gli eventi live,ho sicuramente intenzione di parteciparvi, ma per il momento voglio solo pensare a migliorare sempre di più il mio stile di gioco e portare a casa il massimo risultato possibile nei Summer Preliminaries.
Rank 1 Legend a Giugno 2017
Anthrax-Powned.it: Di quale team fai parte, e ti piacerebbe, nel prossimo futuro, far parte di una squadra italiana?
SCACC:
Attualmente sono un membro degli “Wolves Esports, un team composto di quattro ragazzi,tutti molto in gamba, compagni di test e di lunghe nottate per ottenere il meglio nelle sessioni intense di ladder e nei tornei.
Mi sto trovando molto bene con loro anche se non nascondo che per me sarebbe il massimo entrare a far parte di un team italiano, in modo da mettere tutto me stesso per portare il nostro Paese ai vertici dell’Europa, perché abbiamo giocatori fortissimi che aspettano solo l’opportunità di dimostrare a tutti quanto valgono veramente..
Il Team di SCACC
Anthrax-Powned.it: Quali sono i giocatori della scena competitiva che conosci e che stimi di più?
SCACC:
Nella scena competitive potrei fare moltissimi nomi, ma il primo che mi viene in mente e che rispetto è senz’altro Kolento.
Di lui mi ha sempre colpito il fatto che  nonostante le sue decklists possano risultare spesso non perfette e a volte anche brutte da vedere, riesce comunque a costruire i suoi mazzi in modo da garantirsi il ventaglio di scelte più giusto per il suo modo di giocare e non solo per quanto riguarda il meta.
Questo, secondo me, è il segreto che gli ha permesso di collezionare risultati su risultati.

Anthrax-Powned.it: Sei al Top da svariati mesi, con quali mazzi sei riuscito ad importi nella ladder?
SCACC:
Su questo punto ci tengo a precisare che il discorso ladder, soprattutto nei livelli più alti della legend, è un qualcosa di molto complesso.
Fare ladder significa dover aver a disposizione molti decks, e un continuo capire come il meta si evolve e cercare poi di trovare il deck che possa vincere contro i mazzi che si incontrano più spesso.
Ma è anche un discorso di capire quando counterare il deck contro cui abbiamo appena giocato, oppure quando è il caso di sospendere per un po’ il nostro grinding, semplicemente perché la fortuna non è della nostra.

 

L’incredibile scalata di SCACC
Anthrax-Powned.it: La nuova espansione in arrivo ormai fra pochi giorni cambierà “le regole del gioco”. Che ne pensi di Cavalieri del Trono di Ghiaccio e qual è la tua carta preferita al momento?
SCACC:
Purtroppo non sono molto aggiornato sull’uscita della nuova espansione, perché ho preferito utilizzare tutto il mio tempo disponibile per qualificarmi ai Summer Preliminaries , obiettivo raggiunto con un totale di 27 punti.
Tuttavia, ho visto soltanto alcune delle carte tra cui ricordo – Ultimate Infestation – la 10 mana del druido che trovo pazzesca, assieme alla leggendaria Principe Keleseth , che se pescata nei primi turni, giocando con un mazzo aggro, potrebbe senza dubbio dominare facilmente le partite.

 

Anthrax-Powned.it: Se non vado errato, e anche grazie ai racconti di ElMachico, sei del frusinate. Qual è l’interesse per i videogames e gli eSport nel basso Lazio?
SCACC:
Si, Mario “ElMachico”, è un ragazzo fantastico, simpaticissimo, nonché un amico.
Ci siamo conosciuti ad un Tavern Hero al Red Star Gaming di Roma, e da lì sempre tramite chat continua la nostra amicizia.
Nella mia città, Frosinone, Hearthstone è una realtà un po’ remota perchè non possediamo sale LAN o centri dove poter incontrarci. Talvolta organizziamo tornei per stare tutti insieme, ma nonostante ciò vi garantisco che ci sono player fortissimi, tra cui Michael  “Folle” De Santis, giocatore discontinuo a causa dei suoi impegni, grazie al cui aiuto devoperò  gran parte dei miei risultati .

I Mazzi di Scacc

Clicca qui per visualizzare il Warrior del Top26 SCACC
Clicca qui per visualizzare il Druid del Top26 SCACC
Clicca qui per visualizzare lo Shaman del Top26 SCACC
Clicca qui per visualizzare il Mage del Top26 SCACC
Clicca qui per visualizzare il Rogue del Top26 SCACC

 

Salutiamo Andrea facendogli i migliori auguri per i Summer Prelims. Ecco i suoi social dove potete seguirlo per rimanere sempre aggiornati.

I Social di SCACC

Twitter


HCT Summer Prelims – Abbiamo intervistato SCACC, unico Top64 italiano!
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701