ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Guida ai Mazzi per i Tornei (Aggiornata Dicembre)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ricordiamo che la presente guida è anche consultabile dalla sezione: Guide di Hearthstone!

Questa guida ai mazzi ed alle strategie da usare per i tornei nasce dall’esigenza di voler aiutare a migliorare, anche solo parzialmente, l’approccio che molti giocatori con poca esperienza possono avere durante i tornei organizzati dalla community. Le dinamiche, che si scatenano durante una sfida su più match con un avversario, possono essere molto diverse rispetto a quelle che solitamente si incontrano nelle partite classificate o in arena.
In questi casi infatti, la strategia ed il fattore “iniziativa” hanno un ruolo particolarmente più dettagliato, e questo poiché tra i due player si scatena, al termine del primo match, una sfida nella sfida rispetto a che mazzo sceglierà il nostro avversario per il match successivo, e chi quindi può avere la possibilità di partire avvantaggiato nella seconda partita. 

Tutto questo discorso ovviamente vale per quei tornei con formula, almeno, Bo3-Bo5… mentre non ha assolutamente valore per tornei con formula a “Partita secca” (in questi casi valgono regole similari alle partite classificate).
Per sviluppare questa guida (che vuole essere solo un valore aggiunto rispetto all’esperienza di gioco che un player può avere) abbiamo chiesto consiglio a diversi giocatori italiani, nello specifico, a quelli che che più spesso sono impegnati nei tornei che ciclicamente varie realtà della community organizzano.

Primo Problema: Con cosa inizio?
La scelta migliore è anche la più ovvia, usare un mazzo solido. Un deck in grado di avere margini di vittoria contro i principali mazzi protagonisti del meta.
Paladino e Druido sotto questo punto di vista ci garantiscono uno certa tranquillità, sono due classi in grado di vincere un best of five praticamente in solo, o di fare spettacolari comeback come abbiamo, solo per fare un esempio, assistito durante la seconda giornata del Powned Cup nel match Lik vs Jack torrance.

Esempi di liste potenzialmente performanti nei tornei di Hearthstone:

A prescindere dalla formula Eroi che il torneo abbia deciso di avere, è sempre di fondamentale importanza iniziare con un deck molto solido, che possa, forte anche della sua versatilità, ampliare quanto più possibile il range di risposta ai mazzi che ci si potrebbe trovare davanti. Un ottimo contributo in questo senso, viene dato dal deck del Druido che vi abbiamo mostrato sopra, anche se, in linea generale il Druido è un buon eroe per iniziare un torneo qualsiasi sia il deck usato (in linea generale e non assoluta).

In base all’esito della prima partita, ed alla formula che il torneo adotta, andiamo ora a vedere quali sono alcuni dei consigli utili per poter esprimere al meglio le proprie potenzialità in un torneo regolare di Hearthstone.

Prima della consultazione di questi “Tips” vi ricordiamo che:

  • Con Counterare si intende un mazzo o un eroe che per la sua stessa natura si trova più a suo agio nel distruggere particolari tipi di deck/eroi. Ad ese: per lo Sciamano è molto più semplice (a causa del suo potere eroe e delle sue carte) sconfiggere un Guerriero (da qui: lo Sciamano Countera il Guerriero) che sconfiggere un Cacciatore (che a sua volta countera lo Sciamano).
  • Ogni deck che verrà nominato di seguito ha un collegamento alla guida su Powned.it, vi basterà quindi cliccare sul deck per accedere alla sua pagina guida.

 

FORMATO 3 EROI 

1) I tre eroi da scegliere sono consequenziali agli eroi che abbiamo intenzione di bannare e quindi anche l’eroe con cui abbiamo intenzione di partire.
In questo momento la qualità migliore da avere per un giocatore “da torneo” è la lungimiranza.
Se giocate un mazzo Face Hunter ed il vostro avversario ha il prete tra gli eroi, probabilmente ve lo lascerà giocare, forte del fatto di avere un buon matchup. In questo caso startare con Handlock potrebbe essere una mossa vincente!

2) In ogni caso è conveniente preparare dei mazzi appositamente da usare contro classi precise. Quindi settate i vostri eroi in funzione della swich che avete in mente di fare.
Se avete perso la prima contro Paladino swicciare Ladro con Sabotaggio, doppio Ventaglio di Lame e doppio Vortice di Lame di main potrebbe darvi una grossa mano.

3) Cercare di avere una composizione eroi in grado di avere una risposta ad ogni possibile mazzo ed iniziare col più solido o con un mazzo che counteri bene i tier 1 del meta del momento, ovvero gli Eori che sono in assoluto quelli attualmente più giocati e forti di Hearthstone.

4) Aspettarsi di tutto: non date per scontato che l’avversario giochi un mazzo che vedete sempre in ladder. Molte volte vengono usati mazzi che contengono qualche variante che tende a confondervi un po’ le idee quindi ragionate bene ogni mossa che fate e cercate di riflettere su quali carte potrebbero mettervi in difficoltà, cercando sempre di giocare attorno a quelle carte nei limiti del possibile ovviamente.

 

FORMATO EROE SINGOLO

In questo formato la scelta migliore è quella di utilizzare un eroe versatile, in grado di cambiare faccia da un match all’altro, il warlock potrebbe rispondere alla vostre necessità.
Startare con Zoo, facendo in modo che il vostro avversario si setti contro aggro, per poi swicciare Handlock dovrebbe darvi un buon vantaggio, ovviamente dovete considerare in fatto che anche il vostro avversario se lo aspetti, quindi cercate sempre di avere anche un vantaggio psicologico (mediante le vittorie) sul vostro opponent.

 

FORMATO EROE SENZA LIMITAZIONI 

Ci sono due scuole di pensiero sullo start per questo torneo:

La prima prevede uno start aggro (Zoo, Face Hunter) per vincere la prima partita e giocare il secondo game consapevoli di essere sotto un treno, ma con la possibilità di swicciare il counter giusto nel match decisivo.

es.
Hunter vs Paladino 1-0
Hunter vs Prete 1-1
Warlock vs Prete 2-1

es.2
Hunter vs Paladino 1-0
Hunter vs Prete 2-0
GG WP.

La seconda opzione prevede l’utilizzo di un mazzo solido in grado di fronteggiare sia un mazzo aggro che un mazzo control.
Una scelta intelligente potrebbe essere TempoMage o Ladro, perché hanno un buon winrate contro Paladino e Druido che abbiamo già consigliato in precedenza.

es.
Ladro vs Paladino 1-0
Ladro vs Mago 1-1
Druido vs Mago 2-1

es.2
Ladro vs Paladino 0-1
Hunter vs Paladino 0-2
GG WP.

FORMATO CONQUEST (Torneo Powned)

Questo è il formato più utilizzato essendo stato ufficialmente riconosciuto da Blizzard per i suoi tornei ufficiali. La particolarità (e differenza sostanziale) rispetto al Last Hero Standing è che nella modalità Conquest vincendo un match si avrà l’obbligo di giocare una nuova classe.
Nel frequentissimo Conquest Bo5 dovrete infatti scegliere anticipatamente 3 mazzi (3 eroi differenti) da giocare secondo l’ordine che vorrete ma sapendo che, una volta vinto un match con un mazzo, questo non potrà più essere usato fino alla fine.
In pratica, vincendo un match singolo con il vostro, solo per fare un esempio, Paladino non potrete più usare Uther e sarete costretti ad optare per uno dei due eroi restanti.
Per questa modalità, essendo la sua ladder estremamente variabile, non vi è un vero e proprio “codice di comportamento” utile al fine del risultato. Una delle poche cose che si posso dire è che è preferibile usare 3 mazzi solidi che possano essere agevolati in diversi tipi di counter.
Il primo mazzo da usare dovrebbe essere quello che, presumibilmente, countera con maggiore probabilità i tre potenziali eroi avversari anche se questo, data l’enorme tipologia di mazzi che uno stesso eroe può avere è molto situazionale.
L’unico consiglio che possiamo darvi per certo è quello di portare solo mazzi che si conoscono alla perfezione (a differenza del Last Hero Standing dove, su 3 mazzi, potrete “permettervi” il lusso di scegliere un mazzo meno performante degli altri due).
E’ altresì molto rischioso portare 3 mazzi che soffrono uno stesso counter (portare 3 full-aggro ad esempio) dato che potrebbero restare “bloccati” contro una scelta diametralmente opposta.
Può rivelarsi molto vincente scegliere i mazzi in base al Meta Tier List della Ladder ma, in ogni caso, consigliamo fortemente la consultazione della seguente griglia per migliorare la propria performance: Clicca qui per accedere alla Griglia di Valutazione (da aggiornare)!

Speriamo che questa guida possa essere utile per le prossime gare e/o tornei che andrete ad affrontare. Per qualsiasi dubbio, chiarimento o critica non esitate a replicare in questa stessa news.


Guida ai Mazzi per i Tornei (Aggiornata Dicembre)
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701