ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Global Games, Pool8 parla della prima con il Vietnam!

Global Games, Pool8 parla della prima con il Vietnam!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Si è conclusa la prima settimana ufficiale di giochi nei Global Games di Hearthstone è quella italiana è stata solamente una delle tante nazionali protagoniste lungo tutto l’arco di questa tre giorni.
Abbiamo infatti seguito molte altre sfide come quella che ha visto la Cina uscire vincitrice contro gli Stati Uniti dopo un sofferto 3-2, o come quella in cui il Canada non è riuscita a superare la Repubblica Ceca venendo superata per 3-1.
Non sono quindi mancati i colpi di scena, mentre gli azzurri sono riusciti ad aprire la competizione con una vittoria contro il Vietnam, sudata e conquistata sul finale con un fantastico 3-2.

In merito proprio alla prima sfida azzurra, abbiamo chiesto a Pool8 cosa ne pensasse e quali fossero i suoi primissimi commenti a caldo…Dario, assolutamente appoggiato da Meliador, ci ha risposto cosi: “Il formato proposto dalla Blizzard è un lavoro incompleto in quanto il sistema di Pick and Ban permette a un team di prevalere sull’altro mediante un attento studio in fase di preparazione. Questo viene tuttavia vanificato dal seeding randomico dei mazzi risultante in un formato scialbo che castra l’inventiva strategica di una squadra e annulla il vantaggio accumulato durante la prima fase di pick and ban. Ribadisco comunque la mia soddisfazione di avere a mio fianco questi ragazzi, la stima reciproca si è trasformata in coesione e alchimia durante lo svolgimento della serie contro il Vietnam. Ci sarà ancora da lavorare molto sotto quel punto di vista, come per i diamanti grezzi“.
Non poteva ovviamente mancare il discorso sulla nuova espansione che secondo il Pool8 sarà, si spera, deteeminante per esaltare ulteriormente il talento di una nazionale: “mi auguro che l’espansione alle porte sopperisca alla problematica del formato consentendo alle nazioni di mostrare abilità nell’adattarsi a un nuovo meta sia nella lettura del field competitivo sia nel deckbuilding“.

Cosa ne pensate community? Quali credete che saranno le nazionali maggiormente avvantaggiate dall’arrivo dell’Operazione Apocalisse?

Le interviste singole ai giocatori

La classifica

RANK TEAM V P S P
1 Romania 1 0 0 3
2 Brazil 1 0 0 3
3 Italy 1 0 0 3
4 Germany 1 0 0 3
5 Indonesia 1 0 0 3
6 Finland 1 0 0 3
7 Bulgaria 1 0 0 3
8 Belarus 1 0 0 3
9 Czech Republic 1 0 0 3
10 New Zealand 1 0 0 3
11 Greece 1 0 0 3
12 Thailand 1 0 0 3
13 Spain 1 0 0 3
14 France 1 0 0 3
15 South Korea 1 0 0 3
16 Peru 1 0 0 3
17 Ukraine 1 0 0 3
18 Slovakia 1 0 0 3
19 China 1 0 0 3
20 Sweden 1 0 0 3
21 Poland 1 0 0 3
22 Austria 0 0 1 0
23 Russian Federation 0 0 1 0
24 Vietnam 0 0 1 0
25 Netherlands 0 0 1 0
26 Norway 0 0 1 0
27 United Kingdom 0 0 1 0
28 Malaysia 0 0 1 0
29 Australia 0 0 1 0
30 Canada 0 0 1 0
31 Portugal 0 0 1 0
32 Mexico 0 0 1 0
33 Hungary 0 0 1 0
34 Switzerland 0 0 1 0
35 Philippines 0 0 1 0
36 Turkey 0 0 1 0
37 Denmark 0 0 1 0
38 Croatia 0 0 1 0
39 Israel 0 0 1 0
40 United States 0 0 1 0
41 Japan 0 0 1 0
42 Belgium 0 0 1 0

Olgra, Vashj e tanti altri volti noti nella nuova espansione. Sí, perché siamo nelle Shadowlands!

Olgra, Vashj e tanti altri volti noti nella nuova espansione. Sí, perché siamo nelle Shadowlands!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Shadowlands Hearthstone – La nuova espansione é stata annunciata da un giorno e già l’hype é alle stelle. Assassinio al Castello di Nathria é già un thriller di emozioni e sorprese.

Abbiamo visto già le prime carte e quindi i primi personaggi che popoleranno questa ambientazione tra il tetro e l’investigativo. Ma perché già la metà delle Leggendarie che abbiamo visto sono volti ben noti delle vecchie espansioni di Hearthstone?

Sicuramente tutti quanti avrete riconosciuto Dama Vashj, diventata baronessa (e dopo vi spiegheremo perché), ma scommettiamo che non tutti avranno riconosciuto Olgra. Sí, proprio la moglie (defunta) di Mankrik. Eppure la Decimatrice sembra tutt’altro che morta. Perché?

Shadowlands

La risposta sta nel luogo in cui avviene la storia: il Castello di Nathria si trova a Revendreth, una delle quattro zone delle Shadowlands (Terretetre). Per i meno avvezzi alla lore di World of Warcraft, le Shadowlands non sono nient’altro che l’aldilà del mondo di Warcraft. E questa é la risposta alla domanda precedente.

Già perché i volti che abbiamo visto nell’anteprima dell’espansione (e quelli che vedremo durante i reveal) non sono nient’altro che personaggi che purtroppo hanno perso la vita e se ne sono rifatta un’altra a Revendreth (luogo delle Terretetre dove i defunti sono in cerca di redenzione) o piú in generale nelle Shadowlands.

Come svelato anche da Cora “Songbird” Georgiou, Lady Vashj già era non-viva durante le Terre Esterne, ma adesso é diventata Baronessa nelle Shadowlands. Simile destino ad Olgra, che purtroppo come ben sappiamo ha perso la vita nelle Savane, ed ora é diventata una vera e propria minaccia nell’aldilà.

Ció ci lascia credere (ed in parte é confermato) che tutti i prossimi noti personaggi che vedremo saranno in qualche modo defunti, anche se per alcuni non sapremo quando. É stato svelato che per alcuni di questi i dev si saranno presi una “licenza” speciale per le loro storie e non é detto che coincidano con quelle in WoW.

Chi tornerà?

E quindi chi rivedremo in questa espansione? Tutti i sospettati del caso, e quindi le 10 leggendarie di classe, sono tutti nella copertina dell’espansione. E al momento tra i volti noti del passato si riconoscono Rafaam e Kel’Thuzad, di cui non conosciamo il ruolo nelle Terretetre.

Attenzione, peró, che non é detto che tutti siano defunti, ma potrebbero essere nelle Shadowlands per qualche motivo (tipo Murloc Holmes?).

Probabilmente questi e tanti alti quesiti troveranno risposta in una futura avventura dedicata all’espansione.

Per il momento non ci resta che attendere e fare i complimenti ai dev e a Songbird (una delle maggiori menti dietro questa espansione) per la grande idea. Speriamo che anche il gameplay possa risultarne rinvigorito.

Che ne pensate di questa digressione sull’ambientazione della nuova espansione? Vi piace rivedere volti noti di HS in queste nuove vesti?

Articoli Correlati:

 

Due carte post-annuncio: prepariamoci all’Evolve Shaman

Due carte post-annuncio: prepariamoci all’Evolve Shaman

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Evolve Shaman – Ieri le tante novità di Hearthstone hanno attirato l’attenzione di tutti gli appassionati, ma tra le tante carte in anteprima della nuova espansione, forse due potrebbero esservi sfuggiti.

Le due carte di cui vi parleremo sono una Rara del Prete e l’altra Epica dello Sciamano. La prima di cui vorremmo parlarvi é proprio quest’ultima.

Ondata Primordiale é una nuova magia  che esordirà con la nuova espansione e che mette maggiore carne al fuoco per l’archetipo Evolve, di cui già abbiamo visto qualche bell’antipasto.

La nuova Magia é una carta Epica da 3 Mana il cui effetto é: “Trasforma i servitori nemici in servitori che costano (1) in meno e i tuoi servitori in servitori che costano (1) in piú“. Insomma un’enorme trasformazione di board.

La seconda carta é molto particolare ed é Usciere Sospetto, nuovo servitore Raro del Prete da 1 Mana. Il servitore da 1 Attacco e 3 Salute ha questo testo: “Grido di Battaglia: Rinvieni un servitore Leggendario. Se l’avversario indovina la tua scelta, ne ottiene una copia“.

Anteprima carte

Che ne pensate di queste due nuove carte? Vi ricordiamo che il calendario di reveal partirà il 1° Luglio.Vi ricordiamo che il calendario di reveal partirà il 1° Luglio.

Articoli Correlati:

Patch 23.6 davvero ricca di contenuti: presentazione nuova espansione, BG e nuovo evento Mercenari

Patch 23.6 davvero ricca di contenuti: presentazione nuova espansione, BG e nuovo evento Mercenari

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Insieme all’hype per la nuova espansione, come potevamo aspettarci è arrivata anche la nuova Patch 23.6 che porta tantissimi contenuti soprattutto per Battaglia. Tanti servitori e cambi all’Armatura, poi nuovo evento Mercenari e tanto altro.

Con la nuova Patch si è dato il via alla nuova espansione, almeno per quanto riguarda l’ufficialità e l’annuncio. Con il primo login avrete anche Prince Renathal gratuitamente che porta tanta varietà al gioco portando Salute e numero di carte del mazzo a 40.

La Battaglia, come preannunciato, ha visto tantissimi nuovi contenuti. Ritornano i Premi di Lunacupa, ma solo nel 25% di partite; nuovi servitori, nuovo Eroe e cambiamenti al bilanciamento degli Eroi tramite cambio di Armatura.

Arriva il nuovo evento Mercenari: entra in gioco Yogg-Saron come ennesimo Dio Antico della modalità. Bisognerà completare una serie di missioni, dal 30 giugno, che daranno la possibilità di ottenere il nuovo Mercenario e tante altre ricompense. Al primo login chi avrà giocato il tutorial della modalità potrà ottenere anche 3 ritratti esclusivi.

Come previsto, poi, tornano le Locande del Tempo in Arena che riporteranno nuovi servitori per la modalità, che finalmente sente aria fresca e per un po’ non stagnerà. In arrivo, poi, anche il Festival del Fuoco che dal 30 Giugno proporrà sette missioni leggendarie che doneranno tante bustine ed altre ricompense.

Per tutti i dettagli specifici vi lasciamo il link al post ufficiale Blizzard, anche se hanno alcuni problemi con le immagini (PATCH 23.6 QUI)

Che ne pensate di queste nuove aggiunte?

Articoli Correlati: