ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi
Global Games: ecco la rosa definitiva. Ancora dubbi sul Capitano

Global Games: ecco la rosa definitiva. Ancora dubbi sul Capitano

Profilo di Stak
 WhatsApp

Siamo finalmente a conoscenza di quella che è la lista definitiva con tutti i candidati italiani per i Global Games di Hearthstone.
Oltre ai già citati “8” della settimana scorsa, si vanno ad aggiungere anche Turna e Valenash che quindi completano il roster con i 10 papabili candidati finali.
Ricordiamo che tra questi è ancora presente Il Duca che ha ufficialmente dichiarato di essersi ritirato dalla competizione (qui troverete l’approfondimento per questa vicenda).
Infine segnaliamo che ancora non si sa chi sarà il “Capitano” del team, la persona che quindi a prescindere dalle votazioni rappresenterà l’Italia ai Global Games…la questione non è chiara poichè sono 2 i giocatori italiani a pari merito con più punti iridati (ricordiamo che i Capitani delle nazionali sono i player che hanno totalizzato il maggior numero di punti delle classificate): Pool8 ed Iniven.
L’ultimo aggiornamento in merito a questa vicenda è che Blizzard, trovandosi due giocatori a pari punti per l’Italia, deciderà il capitano in base ad ulteriori due fattori:

  • risultati precedenti nel competitive
  • valenza del giocatore all’interno della community

Aspettando nuove informazioni, elenchiamo quindi i 10 selezionati.

In ordine alfabetico

Blizzard specifica che “i giocatori saranno nominati per il voto in base ai punti ottenuti, ai precedenti risultati nelle competizioni e alla reputazione nella community“.
Stando a questo preciso messaggio, i 10 giocatori che trovate sopra rientrano perfettamente in una o più delle caratteristiche qui enunciate e la loro candidatura è quindi assolutamente in linea con quanto detto precedentemente da Blizz.
I Global Games non nascono come un qualcosa di pura competitività ma come un’iniziativa si eSportiva ma che vuole anche premiare chi è noto all’interno della Locanda offrendo un servizio importantissimo pur non arrivando costantemente in Top100 continentale.
Tutti loro, nessuno escluso, ha dato qualcosa alla community italiana e quindi meritano in modo ASSOLUTAMENTE IDENTICO di trovarsi li, a giocarsela per quei 4 posti in palio.

Chi votare

Il voto che ogni membro della community darà sarà personale e spinto da varie motivazioni.
Ognuno può farsi una propria idea sul quale sia il roster potenzialmente più forte oppure su quello che, sempre potenzialmente, potrebbe essere il più meritevole (non per forza le due cose coincidono).
L’importante in questo caso non è il “chi votare” ma il “come votare”. Tutti i ragazzi qui presenti investono energie, tempo e denaro per la costruzione della loro carriera…sono assennati e determinati e, soprattutto, sono quotidianamente impegnati da mesi (in alcuni casi anche da anni) per migliorare la loro performance e pertanto meritano sicuramente il rispetto della community, a prescindere da cosa poi pensiate del giocatore o delle sue capacità.

Questo concetto ritengo sia fondamentale: personalmente ho sempre ritenuto che la community di Hearthstone italiana avesse una marcia in più perchè dopo tanti anni di duro lavoro siamo riusciti (insieme ovviamente a tantissimi altri soggetti coinvolti) a costruire una grande famiglia che ciclicamente si incontra, si scambia opinioni, si confronta e gioca insieme.
Solo per fare un esempio, il Team Speak della nostra struttura è giornalmente frequentato da giocatori di tantissime multigaming che dentro uno stesso canale passano interi pomeriggi a giocare, ridere e “trollare” qualcuno a caso (spesso è il Pollo).

Questo messaggio è per me e tutta la struttura di Powned estremamente importante: i Global Games possono essere e sicuramente saranno una grande opportunità per la nostra community…ma possono rappresentare anche una grande prova che dobbiamo categoricamente superare.
Al prossimo evento live, voglio trovarmi come di consueto circondato da centinaia di giocatori che, pur venendo da multigaming diverse, si rapportano tra loro come amici e poi colleghi.
Per far si che questo accada i Global Games devono svilupparsi con la più ineccepibile tranquillità e con il giusto equilibrio.
Sono sicuro che la community raccoglierà il nostro appello.

Auguro a tutti i candidati il meglio possibile ed auguro alla community un buon voto e, comunque vada, un buon divertimento!

Meta Report #2: Thrall si siede sul trono con i suoi Murloc. MRGLL!

Meta Report #2: Thrall si siede sul trono con i suoi Murloc. MRGLL!

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Meta Report #2 (27 Giugno 2022) – Ritorna la nuova rubrica sul meta Standard di Hearthstone che cercherà di darvi un quadro quanto più possibile completo dell’andamento delle classi/mazzi nella Ladder.

Ovviamente allegato a questo report troverete la Meta Tier List di Powned, aggiornata a questa settimana, e vi segnaliamo che le idee dietro alle classifiche sono soggettive e variabili a seconda del rank in cui i classi/mazzi vengono giocate.

Partiamo subito con il mostrarvi la descrizione del Meta, che poi potrete confrontare con la Tier List in fondo all’articolo (i codici dei mazzi sono allegati al mazzo specifico, basterà cliccarci sopra).

Tier 1

Il Tier 1, e non solo, è stato completamente ribaltato dopo che il Control Warrior è stato praticamente “distrutto” dagli ultimi nerf. A conti fatti è difficile trovare un vero e proprio dominatore del meta odierno, perché ci sono tanti mazzi davvero validi adesso.

Ma qualcuno deve pur comandare ed abbiamo deciso di porre due mazzi al comando: il Murloc Shaman e l’Holy Paladin.

Entrambi hanno approfittato della caduta del CW. Il Murloc ora può incontrare pochissime rimozioni ad area pesanti e può snowballare a più non posso chiudendo la partita velocemente.

L’Holy Paladin era tipo il cugino depotenziato del CW ed ora con il suo nerf ne ha strappato il posto. È davvero uno dei pochi Control che riesce ad avere effetto. Piccola nota: è davvero usato pochissimo e sembra avere più risultati in Top Legend che a rank più bassi (ma forse dipende dalla popolarità).

  • Il Tier 1.5 si arricchisce davvero tanto, molti i mazzi parecchio forti, ma un pizzico meno dei Tier 1.
    • Il Mage ha visto la sua rinascita con il nuovo Big Spell Mage, davvero solido ed a tratti devastante, ma soffre alcuni aggro. Il suo Mech resta ancora uno dei mazzi aggressivi più opprimenti e validi in giro
    • lo Shaman mette davanti anche un altro suo archetipo: il Control. Ottimo per tenere a bada chi aggredisce troppo, ma riesce a tenere testa anche a mazzi più lenti, come lo stesso CW
    • l’Hunter continua a crescere ed ha visto nei nerf una golosa opportunità di trionfo: il suo Beast resta tra i migliori mazzi del momento
Tier 2

Il Tier 2, come al solito, accoglie la maggior parte dei mazzi meta del momento, ma che non riescono ad elevarsi troppo come winrate.

Il Rogue continua forte, ma come al solito è incostante e poco “solido”: stravince o straperde, non ha alternative.

Sprofonda il Control Warrior, che è al limite per scendere in Tier 3. In compenso il Quest Warrior guadagna consensi, ma non è l’aggro/Mid migliore. Non bene neanche il Demon Hunter, che soffre il nerf, ma non tanto da distruggerlo. Ora sembra che la lista sia “sana” e non OP.

Il Lock riacquista anche lui consensi: il Murloc è buono, ma non quanto il suo parente dello Shaman. Ottimo invece l’Abyssal Warlock in questi giorni, vero counter dello Sciamano.

Gli altri archetipi del Paladino sono ancora validi, ma non hanno lo stesse effetto di qualche settimana fa. Questo vale sia per Mech Paladin che soprattutto Handbuff Paladin.

Il Priest, con il suo Naga, continua ad andare bene, ma è una lista davvero difficile da masterare e solo i migliori riescono a trarne il meglio.

Tier 3

Nel Tier 3 troviamo solamente il Boar Priest che davvero è una lista che dipende dalle circostanze: buona in torneo, in Ladder vince solo nelle mani giuste e non sempre.

Scomparso letteralmente il Druido: gira qualche Celestial Alignment, ma con la scomparsa del suo matchup vincente, è totalmente crollato.

Meta Tier List

10549140_10204909063755564_8408901616196214964_o

Tier 1.5

10644309_10204909063875567_1049475752957388343_o

10537976_10204909063795565_2042083864866760270_o

Questa la situazione del meta per questa settimana: che ne pensate? Qualche deck meriterebbe un passo indietro o avanti in questo Meta Report #2?

FONTI:

  1. HS REPLAY meta (dal Bronzo all’Oro)
  2. D0nkey (per la Top 5000 Legend)
  3. Vicious Syndicate Report #234

Prossima patch di Battlegrounds: tutte le carte svelate al Lobby Legends

Prossima patch di Battlegrounds: tutte le carte svelate al Lobby Legends

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Battlegrounds Patch – Il weekend di Hearthstone sorprendentemente ha portato più news di quanto ci aspettassimo. La scoperta della nuova espansione (con solo un teaser) era totalmente inaspettato, mentre le novità che vedrete della Battaglia, erano in programma, anche se ovviamente ancora non note.

Nella due giorni del torneo di Battaglia, Lobby Legends – Eternal Night (Day 1Day 2) sono stati svelati i nuovi minion, ed un eroe, che faranno la loro comparsa nel gioco con la prossima patch (con data ancora non nota), i cui dettagli completi, però, non si conoscono ancora.

Ad esordire come unico eroe per la nuova patch sarà Dama Vashj che andrà completamente in combo con la meccanica Genesi Magica dei Naga. Questo perché il suo potere creerà, ad ogni turno, una delle magie che si possono ottenere da Genesi Magica (solamente quelle però della nostra Taverna o inferiore).

Ancora, la prima di queste magie ad essere giocata ogni turno è permanente. Sottolineiamo che quando i Naga non sono nel pool di servitori, Dama Vashj non sarà offerta a nessun giocatore.

Invece come servitori, sono arrivati 9 nuovi minion inediti in Battaglia. Inediti solo in questa modalità, poiché molti di quelli che vedrete in anteprima in basso sono facce note della Locanda che al loro tempo avevano grande spazio in Standard e poi Wild.

Anteprima Minion ed Eroe

Che ne pensate di queste nuove carte in arrivo e del nuovo eroe Vashjin arrivo con la prossima patch di Battlegrounds?

Articoli Correlati:

Primo teaser della prossima espansione: si va a Revendreth?

Primo teaser della prossima espansione: si va a Revendreth?

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Totalmente inaspettato, di sabato sera, il primo teaser della prossima espansione che non sappiamo ancora quando peró verrà completamente rilasciata.

Vediamo solamente un breve clip (allegata in basso), ma per gli esperti di World of Warcraft puó voler dire anche tutto.

Vediamo un castello di la notte, proprio a tema vampiresco (un po’ alla Dracula). E tra le sue mure possiamo ammirare il quadro di un personaggio particolare.

Gli esperti hanno subito riconosciuto Revendreth e possiamo ipotizzare che quello raffigurato nel quadro del castello é il sovrano di questa dimensione, e proprietario del Castello (Nathria), Sire Denathrius.

Denathrius é il creatore di questa dimensione e sovrano di tutti i Venthyr, la razza predominante di Revendreth.

Al di là della lore, che nasce dall’espansione Shadowlands di WoW, Blizzard ha svelato anche che i primi reveal ufficiali partiranno dal 27 Giugno.

Non sappiamo ancora se questo anticipo nel teaser possa significare un anticipo nell’uscita dell’espansione (che si poneva di solito entro le prime due settimane di Agosto).

Questi sono tutti i dettagli al momento, vi aggiorneremo appena avremo ulteriori informazioni.

Al momento, vi piace la nuova ambientazione per la storia?

Il video del teaser

Articoli Correlati: