ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Gera89: il sogno dell’eSport, il peso della sfida e l’importanza della community!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Mancano ormai pochissimi giorni all’inizio dell’Europeo di Hearthstone, importante momento eSport che vedrà l’eccezionale partecipazione dell’italiano Gera89 tra i super protagonisti provenienti da tutto il continente.
Saranno 8 i giocatori che si sfideranno, oltre che per il montepremi in palio, per vincere uno dei 4 biglietti messi a disposizione da Blizzard per volare negli Stati Uniti e giocare ai mondiali di Hearthstone del 2015!

Ma cosa vuol dire per un giocatore poter accedere ad una competizione di questo livello? Spesso, specie leggendo tante considerazioni ed opinioni sul web, molti membri delle varie community di Hearthstone sottovalutano un aspetto fondamentale: l’incredibile emozione difficile da gestire e la pressione schiacciante che questi ragazzi si trovano ad avere sulle loro spalle.
E’ infatti vero che per molti protagonisti della scena di Hearthstone questo gioco è in realtà un lavoro ma è altrettanto vero che sono tantissimi i giocatori che impegnano ed investono il loro tempo nella Locanda virtuale ritagliandosi tanti piccoli spazi da quella che è la loro routine lavorativa quotidiana…non potendo ovviamente fare altrimenti.

La scena italiana è piena di personalità fortissime, talentuose e con tantissime potenzialità; ma, e chi vi scrive li conosce tutti personalmente, la quasi totalità di loro gioca non potendo dare priorità assoluta alla carriera eSport e vedendosi costretta a valutarla come un “bellissimo sogno” che, forse, un giorno potrebbe realizzarsi.

Gerardo è uno di questi, un ragazzo assolutamente normale, con una fidanzata, una famiglia che gli sta vicino, un lavoro e tantissimi sogni nel cassetto…uno di questi, ovviamente, è poter diventare un affermato pro internazionale di Hearthstone.
Quando un giocatore come Gera si qualifica a competizioni di tale livello, viene (suo malgrado) immediatamente investito da un’enorme emozione, da una felicità inarrestabile che lo porta ad emanare un tale entusiasmo che mette i brividi alle persone che gli sono state vicine in questi giorni.

12027548_1202848229732297_5667476440073017672_n

Ma a tutto questo si aggiunge un secondo e fondamentale aspetto: la paura di fallire.
In molti pensano che questo fattore sia secondario, il grido “è una grande occasione ma se dovesse andare male non devi pensarci troppo” è assolutamente sbagliato e non aiuta un normale spettatore a comprendere cosa esattamente passa nella testa di un giocatore quando si ritrova con le telecamere puntate sulla faccia, centinaia di persone che lo seguono dal vivo e centinaia di migliaia di altre persone che giudicano ogni sua singola mossa seguendo la diretta televisiva.
Per questi ragazzi partecipare ad un Europeo è la possibilità reale di fare un definitivo passo avanti nelle loro carriere sportive, è il ponte attraverso cui passano da una sponda (il gioco, un hobby, un passatempo) all’altra (il professionismo, i tornei, i viaggi, i premi) e fallirne l’attraversamento potrebbe anche voler dire perdere l’unica occasione presentatasi…questo perché, a prescindere da tutto, arrivare nei primi 8 del continente di una data cosa (sia essa Hearthstone o qualsiasi altra attività) non è affatto semplice.

Quello che noi stiamo facendo con questi ragazzi è proprio questo: prepararli al meglio per poterli mettere nelle condizioni di fare il grande passo in avanti, lavorare insieme sulla costruzione della loro immagine, presentarli nelle varie fiere a cui ci viene data la possibilità di partecipare, metterli in contatto con le altre persone esperte del settore e cosi via.
L’attitudine che questi giocatori hanno verso il gioco (inteso come settore e non come Hearthstone nello specifico) è pazzesca: ogni giorno impegnano anche la singola ora a disposizione per confrontarsi, fare sessioni streaming per aiutare a far crescere la community, contribuire allo sviluppo di un intero movimento che vede coinvolte decine di sigle e centinaia di persone.

Tifare per Gera89 non deve essere solo una questione di forma; non si deve gioire perché un ragazzo della nostra community ci sta rappresentando in una grandiosa competizione di livello planetario…certo, è anche questo ovviamente ma deve essere assolutamente più importante un’altra cosa…

Gerardo deve vincere perché può dimostrare a se stesso e ad altre migliaia di persone che diventare Gamers professionisti, anche qui da noi, non è assolutamente un qualcosa di meraviglioso ma utopico…Gera89 ha l’opportunità di trascinare l’intero movimento verso un livello più alto e noi, cosi come GEC e tutti gli altri, saremo lieti di dividere il carico con lui e di dargli la spinta necessaria per arrivare dovunque le sue capacità di giocatore possano portarlo.

Abbiamo voluto chiedere proprio a Gera89 un veloce pensiero da condividere con l’intera community, a pochi giorni dalla sua partenza…ecco quello che ci ha voluto dire:

gera89Praga? Praga sarà una delle esperienze più belle della mia vita e, speriamo, l’inizio del vero sogno…quello in cui posso costantemente mettermi alla prova con i migliori nelle competizioni migliori.
Sento una pressione particolare, una cosa molto strana a dire il vero; perché si, sono un po’ nervoso (ma quello credo sia assolutamente normale) ma non vedo anche l’ora di potermi finalmente sedere su quella sedia e giocare a questo meraviglioso gioco…tutto quello che verrà dopo sarà analizzato con calma e lucidità, qualsiasi cosa essa sia.
In questi giorni sto sentendo una grande vicinanza da parte di centinaia di persone, è una sensazione pazzesca sapere che cosi tante persone, la maggior parte delle quali non hai potuto neanche avere l’onore di conoscerle in real, stiano festeggiando per una tua vittoria; è un qualcosa che ti porta, naturalmente, a socializzare e condividere lo stesso risultato che hai ottenuto con tutti, come se non fosse più una tua vittoria ma un qualcosa di generale ed assolutamente condiviso.

Voglio ringraziarvi di cuore, sapere di avervi accanto a me in questa meravigliosa avventura mi carica come non mai. 
Tutto questo non sarebbe stato realizzabile se Veronica, la mia compagna, non mi avesse spronato a sostenuto (anche a costo di perdere dei tanto sudati giorni di ferie 😛 ) e, allo stesso modo, voglio ringraziare anche la mia famiglia che ha dimostrato un grande interesse per tutto questo mondo ed una grande passione quando ho dovuto affrontare tutti i tornei eliminatori! 
Infine, voglio ringraziare te e tutta la struttura di Powned.it, avete iniziato a sostenermi dalla prima beta di Hearthstone, da allora non ci siamo più lasciati (anche nei momenti per me più problematici per continuare a giocare) e di questo vi sarò eternamente grato!

Darò il massimo, ve lo prometto amici miei! Ci vediamo a Praga! Speriamo bene 🙂

Nella notte svelati altre tre nuovi Eroi e tredici Amici per la Battaglia: arrivano Drek’Thar, Tavish e Vanndar

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Altri reveal sono arrivati durante la sera/notte di ieri: 5 content creator sui loro canali Youtube ufficiali hanno pubblicato alcuni video per svelarci altri nuovi Amici per gli Eroi già in Battaglia, ma anche ben 3 nuovi Eroi esclusivi (per conoscere una prima spiegazione sulla meccanica Amici vi lasciamo questo link).

Ad averci svelato ulteriori informazioni sono stati Zoom, Tesdey, Bofur, Sunglitters Zorgo. I primi tre ci hanno mostrato altrettanti nuovi Eroi (Drek’Thar, Vanndar e Tavish) con i loro rispettivi Amici, mentre Sunglitters e Zorgo ci hanno svelato ben 10 nuovi Amici per Eroi già noti e presenti all’interno della Battaglia.

In questo articolo vi descriveremo brevemente gli Eroi nuovi, mentre potrete ammirare tutti gli Amici in basso in calce. Drek’Thar è stato il primo a mostrarsi e come gli altri due Eroi che vedremo ha un Potere Eroe a costo 0: “Scegli un tuo servitore. Il servitore scelto copia l’Attacco del tuo servitore con l’Attacco più alto solo per il prossimo combattimento“.

Vanndar specularmente al capofazione dell’Orda, baserà il suo Hero Power sulla Salute: “Scegli un tuo servitore. Il servitore scelto copia la Salute del tuo servitore con la Salute più alta solo per il prossimo combattimento“.

Chiudiamo la carrellata di Eroi con il cacciatore Tavish che a costo 0 ha un Potere Eroe simile a quello di Bru’Kan, per avere 4 opzioni tra cui scegliere:

  • Passivo – All’inizio del combattimento: infligge 1 danno al servitore nemico all’estrema sinistra”
  • “Passivo – All’inizio del combattimento: infligge 1 danno al servitore nemico con la Salute più bassa”
  • “Passivo – All’inizio del combattimento: infligge 1 danno al servitore nemico con la Salute più alta”
  • “Passivo – All’inizio del combattimento: infligge 1 danno al servitore nemico all’estrema destra”

Tutti gli Amici svelati fino ad ora

Che ne pensate di quanto svelato? Fateci sapere la vostra…

RDU svela il primo Amico in arrivo su Battaglia: uno sguardo alla nuova meccanica di gioco

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come promesso, puntuale come un orologio svizzero, è arrivato il primo reveal dei nuovi contenuti per la modalità Battaglia. Il tutto è stato svelato dal content creator RDU sul suo canale Youtube ufficiale. Ecco a tutti la nuova meccanica degli Amici (Buddies).

A RDU è toccato il primo di questi Amici ed il reveal di un nuovo eroe per Battaglia. Lo streamer ha presentato a tutti Bru’Kan, come nuovo eroe in arrivo con la patch, ed il suo Amico. Ma partiamo dalla meccanica degli Amici.

In pratica dalla patch in poi, ogni Eroe avrà un proprio Amico, un servitore di supporto che, dopo aver fatto determinate azioni (vinto battaglie, inflitto danni, distrutto Scudi Divini ecc…), ci ricompenserà con un esclusivo servitore dagli effetti unici.

Nel caso di Bru’Kan avremo lo Spirit Raptor, un servitore di Locanda 2 (Attacco 3 e Salute 2) il cui effetto è: “Dopo che hai invocato un nuovo Elemento, lo ricorda. Rantolo di Morte: invoca gli Elementi ricordati”.

Già perché il nuovo Eroe, similmente all’omonima carta di Constructed, ci darà la possibilità, con il suo potere eroe a costo 0, di invocare uno tra quattro elementi con gli effetti seguenti (all’inizio del combattimento):

  • Invocazione della Terra: dai a 4 tuoi servitori casuali “Rantolo di Morte: evoca un Elementale 1/1”
  • Invocazione del Fuoco: raddoppia l’Attacco del tuo servitore più a sinistra
  • Invocazione dell’Acqua: dai +3 Salute e Provocazione al tuo servitore più a destra
  • Invocazione del Fulmine: infligge 1 danno a 5 servitori nemici

Quindi quando si selezionerà uno degli Elementi sopracitati, lo Spirit Raptor, se si trova in board, lo ricorderà. Prima di giocarlo potrete anche pensare di aspettare di raccogliere altri Spirit Raptor per poter creare una tripla che raddoppierà statistiche ed effetto di questo esclusivo servitore.

Immaginiamo che la quantità di nuove notizie possa essere confusionaria, quindi vi lasciamo al contenuto video di RDU, in cui potrete dare un’occhiata alla nuova meccanica. Nel frattempo attendiamo il reveal degli altri Amici.

Il video di RDU

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Microsoft ha acquisito Blizzard: che futuro per Hearthstone? Queste le reazioni dei dev

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Okay, la notizia che sicuramente ha rubato la scena oggi è la sorprendente acquisizione di Activision/Blizzard/King da parte del colosso Microsoft per una cifra di quasi 70 miliardi di dollari. In mezzo a tutto ciò, però, compare anche Hearthstone, titolo Blizzard. Che futuro ci aspetta?

Ovviamente questa domanda più che avere risposte, dà ampio spazio a riflessioni e spunti di discussione, poiché a poche ore dalla notizie è impossibile avere i piani certi dei futuri mesi per quanto riguarda tutti i giochi delle case acquisite.

Tutti i problemi legati alle accuse di violenza sessuale di Activision Blizzard hanno ovviamente influenzato anche Hearthstone poiché hanno scosso le migliaia e migliaia di giocatori e alcuni di questi hanno sicuramente abbandonato come forma di protesta.

Per quanto il problema non sembri mai esser stato il team di Hearthstone, l’insuccesso è sempre stato dietro l’angolo, con l’azienda che pian piano stava colando a picco. Poi, però, è arrivata improvvisamente questa acquisizione che potrebbe eliminare completamente il problema alla radice.

Nuovi capi, nuovo modo di lavorare e considerando il vecchio modo, la situazione non può che migliorare, anche per Hearthstone. Tenendo in conto la grandezza di Microsoft, parlando di contenuti, nuovi fondi potrebbero rientrare nelle casse dei giochi Blizzard e riaccendere quella miccia di freschezza che da tempo si è persa.

Nuove idee potrebbero essere dietro l’angolo, come nuovi geni creativi pronti a dare nuova anima ad Hearthstone. In arrivo qualche tipo di esclusività o cambiamento di launcher/piattaforma? Nulla è da escludere.

Per il team odierno, poi, sicuramente questa acquisizione può essere un salto nel vuoto, ma ad oggi non crediamo possa essere un salto con esito negativo.

Le reazioni dei Dev

Ovviamente anche i dev più importanti, come Alec Dawson o Dean Ayala, hanno detto la loro. Per tutti c’è speranza di qualcosa di buono, ma c’è anche chi non si sarebbe augurato di meglio in un eventualità di un acquisizione di terzi (vedi Iksar). Queste le reazioni a caldo:

Ovviamente anche noi, da giocatori, ci auguriamo che questa acquisizione possa portare solo il meglio per i giochi Activision Blizzard, considerando il grande amore che Microsoft ha riservato per i suoi giocatori negli anni. Che sia un (buon) nuovo inizio!

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, al vostra…