ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Focus sulla meccanica Quest

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Fra pochi giorni potremo mettere le mani sulle nuovissime Quest in arrivo con l’espansione Un’Goro. Si tratta di un nuovo modo di pensare e sviluppare le sinergie all’interno dei mazzi. Una serie di fattori ci suggeriscono che le Quest avranno molta importanza nel Meta che ci aspetta. In particolare, la rotazione di moltissime carte in Selvaggio, attribuisce alle carte in arrivo un peso specifico elevato. Inoltre il livello di forza delle carte di Un’Goro è il più alto mai visto nella storia delle espansioni di Hearthstone. Come se non bastasse, alcune delle Quest sembrano ricalcare un piano di gioco naturale al quale non servirà apportare numerose modifiche. Cerchiamo di prevedere, insieme ad alcuni giocatori del Team Powned, quali saranno le Quest più interessanti a cui guardare per i futuri mazzi.

Cucca: il Cacciatore sta per tornare

Tra tutte le Quest quella che apprezzo di più è quella dell’Hunter. La proverò, anche se questa classe invece non è mai stata tra le mie preferite. Giocare 7 minion a costo 1 sembrava un’impresa impossibile prima della rivelazione di tutte le carte. Ora tra Small Raptor, Jeweled Macaw, Pipistrello del Fuoco, Gatto Randagio etc. il Cacciatore può contare su 10/12 drop a 1 più che buoni. In particolare, alcuni di questi servitori riciclano anche il loro Value nel corso della partita. Infatti Jeweled Macaw dona un’altra bestia in mano e Small Raptor inserisce un 4/3 costo 1 nel deck. Per avvicinarci sempre più al completamento della quest avremo anche il buon Tol’Vir Warden. Una volta completata, avere 15 3/2 a 1 mana che danno pescata permette di avere sempre ottimi turni consistenti fino a fine partita. La meccanica mi piace da morire, spero davvero che il meta permetta a questo mazzo di dilagare.

Meliador: sogno un mazzo Aggro Murloc

La quest che preferisco è quella dello Sciamano. Credo sia stata pensata per rivitalizzare l’archetipo Murloc ed il suo power level potrebbe effettivamente riuscire in quest’impresa. Inoltre il suo design la limita a questo tipo di deck, evitando di potenziare altri mazzi aggressivi. Spesso, il rischio delle carte early game troppo forti è che diventino onnipresenti, sconvolgendo il Meta. L’esempio più recente sono stati i Pirati che hanno colonizzato molti più archetipi del giustificato. Da amante del Guerriero, sono deluso della sua Quest. L’effetto RNG di Sulfuras potrebbe rovinare troppe partite senza possibilità di controllo.

Miragent: il Mago stimola la mia fantasia

La mia quest preferita è quella del Mago. Forte ed interessante da attivare dato che il mago ha a disposizione una quantità enorme di carte che generano magie, tra cuiArcimago Antonidas. Spero che la Quest apra ad un archetipo di tipo combo di cui hearthstone ha disperatamente bisogno. La combo in questione è: Gigante Arcano x2, qualsiasi carta che costi 5 o meno, Time Warp, Alexstrasza nel tuo turno successivo, e 16 danni faccia.

FranceMagno: occhio al Discard Lock

Croce e delizia per me sarà la Quest dello Stregone. Secondo me aggiunge al mazzo l’abilità di prolungare le partite. Il Discard avrà così una speranza contro i mazzi Control anche quando fallisce l’aggressione iniziale. Questo Value infinito, aggiunto ad un mazzo capace di giocate Tempo esplosive mi affascina e terrorizza. Immagino soprattutto che l’effetto casuale della meccanica Discard porterà molta frustrazione. In compenso, la ridondanza introdotta in questa espansione aumenta le possibilità di manipolare la mano. Rispetto al vecchio Discard Zoo, mi aspetto un mazzo più Midrange, molto versatile nei vari matchup.


Focus sulla meccanica Quest
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701