ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Falathar analizza il Warrior nell’attuale meta

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Grande giocatore, ottimo coach e Top100 anche nell’ultima season, in un recente articolo Falathar analizza il Warrior nell’attuale meta e spiega come questa classe sia mutata per mantenere alte le sue prestazioni in questi mesi. Un’analisi lucida e ben inquadrata che si estende ai due archetipi più usati da questa classe: il Control e il Patron.

Control Warrior

“Il cuore del mazzo non sono le Leggendarie ma le Armi, le Rimozioni e le carte che aumentano l’armatura. La natura stessa di questo deck è restare sulla difensiva e sferrare il colpo decisivo molto avanti nel game. E’ possibile raggiungere questo scopo in molti modi in base a come si costruisce il deck e a dove è posta l’idea difensiva. Si può essere più Midrange con i Segatronchi Pilotati (probbailmente sarà possibile creare un C’thun -Midrange- Control Warrior con la prossima espansione) oppure abusare delle leggendarie o ancora usare una Combo per infliggere molti danni in un turno. Data la natura mutevole di questo deck e la sua flessibilità è possibile rifinirlo così da renderlo inarrestabile contro alcuni specifici deck avversari. Ad esempio per battere i Midrange Druid useremo una versione Midrange qualora invece volessimo battere un Otk Murloc Paladin punteremo ad una versione Combo; questa capacità camaleontica è qualcosa che pochi mazzi hanno.

A differenza di quanto succedeva all’epoca di BRM, dove le liste erano molto greedy con anche due drop da nove mana –YseraAlexstrasza – con l’arrivo di TGT e dello Sfidante Misterioso , di molti Zoo e di un meta più veloce non è semplicemente possibile usare liste di quel tipo. Con meno leggendarie e più rimozioni il Control Warrior assomiglia molto ad un Fatigue migliorando al contempo i matchup contro i deck Aggro a scapito però di quelli contro Druido e OTK.

Qual è il piano strategico del CW? Questo è il deck più difensivo che esista, passeremo l’early e il midgame senza nessuna scelta proattiva e senza usare carte in grado di pressare l’avversario, prosciugheremo le risorse avversarie fino a poterli sconfiggere perfino con uno stecchino… il late game è la parte facile la difficoltà sta nell’arrivarci.”

Clicca qui per visualizzare la lista Control Warrior di Falathar!

Patron Warrior

“Quando la quantità di giocatori skillati (ComboDruid) raggiunge livelli critici accantoniamo il Control e giochiamo Patron. Il Patron è la versione stupida del ComboDruid: dato che non sono abbastanza bravo per giocare Malfurion uso questo mazzo.

OK! Facciamo i seri. Patron Warrior ha un matchup favorevole nel Druido sia grazie alla curva più bassa sia per la sua natura molto meno passiva e la possibilità di vincere all’istante creando qualche Cliente Torvo anche AggroShaman e SecretPaladin sono match-up facili per questo deck.

La versione che ho scelto è quello con la combo del Worgen Furente perché rende due match-up negativi -Control Priest e Control Warlock- più favorevoli. Questo archetipo ha tre metodi di vittoria: 1)Abusare del vantaggio carte che possiamo generare e battere l’avversario con tutto ciò che possa riempire la board, 2) Risolvere la combo dei Clienti e rendere la board ingestibile per l’opponent 3)Risolvere la combo del Worgen arrivando ad infliggere dai 20 ai 30 danni in un solo turno.”

Clicca qui per visualizzare la lista Patron Warrior di Falathar!

 


Falathar analizza il Warrior nell’attuale meta
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701