ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Ecco a voi il DemonGiantLock!

Profilo di LilBusta
 WhatsApp

In un momento storico in cui lo Stregone è ricco di validi mazzi alternativi, il grande Dax ci propone uno dei deck più interessanti: il DemonGiantLock! Sviluppato quasi come via di mezzo tra il demonlock e l’handlock, questa versione di Gul’dan vuole sfruttare a pieno i punti forza di entrambi i deck per entrare nel top tier di questo meta.

Gameplay

E’ doveroso partire da una precisazione: questo mazzo è molto tecnico e richiede una buona dose di impegno e di concentrazione per essere giocato, non lo si può di certo considerare “brainless”. Infatti, per sfruttare a pieno le sinergie tra Giganti e Demoni sarà necessario tenere a mente tutte le carte giocate e capire quando è ottimale usare grandi taunt o le rimozioni di massa.
Una delle giocate chiave che possono aiutare a guadagnare molto tempo e a mantenere il controllo sul board è data dalle combinazioni di

/ + / /

Queste tre carte selezionate risultano essere le migliori possibilità di provocazione, non è però escluso l’utilizzo su un Curabot Antico o un Loatheb in caso di necessità. Il Draco del Crepuscolo, se giocato con un buon quantitativo di carte in mano, risulta essere estremamente difficile da rimuovere e spesso verrà silenziato al primo turno giocato. Se ciò non dovesse accadere e l’avversario dovesse continuare a riempire il proprio board, allora sarà cruciale aumentare il value di questa carta con l’aggiunta di Provocazione. Il Guardiano Antico, come ormai tutti sanno grazie all’Handlock, è una delle carte più indicate per entrare in combo con la Guardia Furia del Sole. Se silenziato, infatti, il Guardiano Antico diventerà un temibile 4/5 (uno Yeti di Ventofreddo) pagato solo 2! Infine, l’Invocatore del Vuoto è perfetto per essere sfruttato sia con i taunt, costringendo l’avversario alla rimozione, sia con Ombrofuoco, in modo da avere un effetto di mass-removal evocando però un Mal’Ganis a costo 0.

Mulligan vs Aggro

Un matchup piuttosto difficile, si dovrà cercare di mantenere il controllo sul board trovando subito il Masticatore Zombie, la Bomba Oscura e la Spira Letale per rimuovere le creature più piccole e aggressive. Sarà importante sfruttare a pieno le provocazioni per frenare il più possibile il nostro avversario, mantenendo sempre una forte board presence e incrementando il più possibile il valore di ogni giocata. Attenzione a quando giocare le grandi rimozioni come Ombrofuoco, la creatura bersaglio principale sarà spesso l’Invocatore del Vuoto, vista la bassa costituzione dei servitori giocati dall’avversario. L’Infernale del Terrore può essere perfetto per rimuovere una grande quantità di creature con costituzione 1 o per agevolare i trade con creature già schierate. Ricordate sempre di sfruttare i Gigante di Magma per creare degli immensi taunt DOPO che l’avversario ha sfruttato le rimozioni migliori.

Mulligan vs Control

Matchup molto più tecnico, si dovrà cercare di sfruttare a pieno il potere eroe dello Stregone per trovare carte vitali come l’Esperto di Caccia e Ombrofuoco. Le migliori carte da giocare in questi game sono: il Draco del Crepuscolo, magari con 10 carte in mano per avere il massimo valore; Dott. Boom, che riesce a riempire il board da solo una volta giunto al turno 7; Sputafango, permette di sentirsi sicuri e di evitare le combo devastanti di molti mazzi attualmente in meta. La giocata chiave in queste partite sarà Ombrofuoco + Sylvanas Ventolesto a costo 10. Si riuscirà completamente a ripulire il board avversario e la creatura sopravvissuta finirà nella vostra parte del campo! Ovviamente, bisogna cercare di preservare al massimo i Gigante di Magma per ottenere il massimo valore, per esempio evocandoli a costo 0 in combo con Ombrofuoco in un momento di netta interiorità sul campo. E’ altresì importante evocare Mal’Ganis tramite l’Invocatore del Vuoto per ottenere uno schiacciante vantaggio già dai primissimi turni.
Clicca qui per visualizzare il DemonGiantLock

RDU svela il primo Amico in arrivo su Battaglia: uno sguardo alla nuova meccanica di gioco

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Come promesso, puntuale come un orologio svizzero, è arrivato il primo reveal dei nuovi contenuti per la modalità Battaglia. Il tutto è stato svelato dal content creator RDU sul suo canale Youtube ufficiale. Ecco a tutti la nuova meccanica degli Amici (Buddies).

A RDU è toccato il primo di questi Amici ed il reveal di un nuovo eroe per Battaglia. Lo streamer ha presentato a tutti Bru’Kan, come nuovo eroe in arrivo con la patch, ed il suo Amico. Ma partiamo dalla meccanica degli Amici.

In pratica dalla patch in poi, ogni Eroe avrà un proprio Amico, un servitore di supporto che, dopo aver fatto determinate azioni (vinto battaglie, inflitto danni, distrutto Scudi Divini ecc…), ci ricompenserà con un esclusivo servitore dagli effetti unici.

Nel caso di Bru’Kan avremo lo Spirit Raptor, un servitore di Locanda 2 (Attacco 3 e Salute 2) il cui effetto è: “Dopo che hai invocato un nuovo Elemento, lo ricorda. Rantolo di Morte: invoca gli Elementi ricordati”.

Già perché il nuovo Eroe, similmente all’omonima carta di Constructed, ci darà la possibilità, con il suo potere eroe a costo 0, di invocare uno tra quattro elementi con gli effetti seguenti (all’inizio del combattimento):

  • Invocazione della Terra: dai a 4 tuoi servitori casuali “Rantolo di Morte: evoca un Elementale 1/1”
  • Invocazione del Fuoco: raddoppia l’Attacco del tuo servitore più a sinistra
  • Invocazione dell’Acqua: dai +3 Salute e Provocazione al tuo servitore più a destra
  • Invocazione del Fulmine: infligge 1 danno a 5 servitori nemici

Quindi quando si selezionerà uno degli Elementi sopracitati, lo Spirit Raptor, se si trova in board, lo ricorderà. Prima di giocarlo potrete anche pensare di aspettare di raccogliere altri Spirit Raptor per poter creare una tripla che raddoppierà statistiche ed effetto di questo esclusivo servitore.

Immaginiamo che la quantità di nuove notizie possa essere confusionaria, quindi vi lasciamo al contenuto video di RDU, in cui potrete dare un’occhiata alla nuova meccanica. Nel frattempo attendiamo il reveal degli altri Amici.

Il video di RDU

Che ne pensate? Fateci sapere la vostra…

Microsoft ha acquisito Blizzard: che futuro per Hearthstone? Queste le reazioni dei dev

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Okay, la notizia che sicuramente ha rubato la scena oggi è la sorprendente acquisizione di Activision/Blizzard/King da parte del colosso Microsoft per una cifra di quasi 70 miliardi di dollari. In mezzo a tutto ciò, però, compare anche Hearthstone, titolo Blizzard. Che futuro ci aspetta?

Ovviamente questa domanda più che avere risposte, dà ampio spazio a riflessioni e spunti di discussione, poiché a poche ore dalla notizie è impossibile avere i piani certi dei futuri mesi per quanto riguarda tutti i giochi delle case acquisite.

Tutti i problemi legati alle accuse di violenza sessuale di Activision Blizzard hanno ovviamente influenzato anche Hearthstone poiché hanno scosso le migliaia e migliaia di giocatori e alcuni di questi hanno sicuramente abbandonato come forma di protesta.

Per quanto il problema non sembri mai esser stato il team di Hearthstone, l’insuccesso è sempre stato dietro l’angolo, con l’azienda che pian piano stava colando a picco. Poi, però, è arrivata improvvisamente questa acquisizione che potrebbe eliminare completamente il problema alla radice.

Nuovi capi, nuovo modo di lavorare e considerando il vecchio modo, la situazione non può che migliorare, anche per Hearthstone. Tenendo in conto la grandezza di Microsoft, parlando di contenuti, nuovi fondi potrebbero rientrare nelle casse dei giochi Blizzard e riaccendere quella miccia di freschezza che da tempo si è persa.

Nuove idee potrebbero essere dietro l’angolo, come nuovi geni creativi pronti a dare nuova anima ad Hearthstone. In arrivo qualche tipo di esclusività o cambiamento di launcher/piattaforma? Nulla è da escludere.

Per il team odierno, poi, sicuramente questa acquisizione può essere un salto nel vuoto, ma ad oggi non crediamo possa essere un salto con esito negativo.

Le reazioni dei Dev

Ovviamente anche i dev più importanti, come Alec Dawson o Dean Ayala, hanno detto la loro. Per tutti c’è speranza di qualcosa di buono, ma c’è anche chi non si sarebbe augurato di meglio in un eventualità di un acquisizione di terzi (vedi Iksar). Queste le reazioni a caldo:

Ovviamente anche noi, da giocatori, ci auguriamo che questa acquisizione possa portare solo il meglio per i giochi Activision Blizzard, considerando il grande amore che Microsoft ha riservato per i suoi giocatori negli anni. Che sia un (buon) nuovo inizio!

Che ne pensate? Fateci sapere, come al solito, al vostra…

microsoft activision

Microsoft ha acquistato Activision Blizzard! Quale fine per Call of Duty su PlayStation?

Profilo di Stak
 WhatsApp

Una vera e propria “bomba” quella sganciata pochi minuti fa dai canali ufficiali di Xbox…la gigantesca Microsoft ha infatti acquistato, per intero, Activision Blizzard!

Dopo mesi burrascosi (quando non drammatici, ndr) dovuti allo scandalo, ed alle successive inchieste dovute alle molestie ed agli abusi sessuali che si sono consumati all’interno dell’azienda, termina cosi un lungo ciclo per Activision Blizzard, e se ne apre uno totalmente nuovo all’orizzonte.

Pur non essendoci ancora conferme ufficiali da parte dei diretti interessati, sembra che dietro l’accordo vi sia una cifra davvero astronomica: ben 70 miliardi di Dollari (la fonte è il noto ed autorevole Wall Street Journal, ndr)…addirittura 20 miliardi di Dollari in più rispetto a quella che era la “stima” del valore di mercato dell’azienda.

La cosa avrà una portata incredibilmente pesante. Vi basti pensare a come si andrà a sviluppare l’attuale presenza su PlayStation di titoli che a questo punto si apprestano a diventare “esclusive” per Xbox e PC. Oltre a giochi come Overwatch, la questione potrebbe riguardare direttamente anche Call of Duty, storico titolo da sempre presente sulle console di Sony.

Al momento queste restano speculazioni, dato che non vi è stato ancora nessun chiarimento ufficiale da parte di Microsoft. Sembra però abbastanza ovvio pensare che i titoli futuri di questi franchise, fino ad oggi sempre “multi platform”, potrebbero presto diventare un’esclusiva interdetta ai giocatori PlayStation.

Microsoft, attraverso il noto big Phil Spencer, si è al momento limitata a commentare la cosa su Xbox Wire con il seguente intervento: “Siamo molto contenti di poter lavorare con le incredibili, talentuose, ed appassionate persone di Activision Publishing, Blizzard Entertainment, Beenox, Demonware, Digital Legends, High Moon Studios, Infinity Ward, King, Major League Gaming, Radical Entertainment, Raven Software, Sledgehammer Games, Toys for Bob, Treyarch e tutti i team di Activision Blizzard“.

Il post ufficiale

Non appena disponibili, provvederemo a pubblicare nuove e più dettagliate informazioni sull’argomento.

Clamoroso sul Wall Street Journal: il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick sapeva tutto! “Minacce e molestie ai suoi dipendenti”

Articoli correlati: