Il Dragon Warrior di Fibonacci, un archetipo in salita?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo aver parlato del Dragon Warrior di Atan con il quale il giocatore italiano ha sfiorato la Top100, parliamo di un’altra lista dello stesso archetipo usata questa volta da un affermato pro: il Dragon Warrior di Fibonacci. Per la precisione analizzeremo la lista con la quale questo astro nascente del competitive di Hearthstone ha scalato la Ladder della S25, una lista perciò piu “snella” meno Control-oriented e più vicina alla tipologia Midrange; più adatta insomma al grinding della scalata.

Partendo dai drop più alti, le scelte ricadono su Ysera -imprescindibile- e su Nefarian (una delle differenze con la lista dell’italiano che ha invece schierato Alamorte) ma la filosofia più proattiva del mazzo si denota anche nei turni chiave di metà game, il finora poco usato Distruttore Draconide, con il suo Grido di Battaglia è la chiara espressione della volontà di infliggere danno, e nell’ottica di ciò un 9\9 al sesto turno rappresenta un’arma efficace per conquistare il match.

Come già successo per il Druido No Combo pochi giorni fa, due liste performanti sembrano confermare vicendevolmente la competitività di questo archetipo che potrebbe regalare ancora qualche sorpresa prima dell’imminente arrivo di WotOG e del formato Standard.

Clicca qui per visualizzare la lista Dragon Warrior di Fibonacci!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701