ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Il dislivello della corruzione

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Cari lettori, da poche ore sono finalmente disponibili le ultime carte dei “cavalieri del trono di ghiaccio”. In questa espansione oltre a nuove meccaniche e carte molto interessanti, sono state introdotte le carte eroe per ogni personaggio, che venendo corrotti dal potere del re dei lich, diventano a loro volta death knight. Ricordiamo il funzionamento generale delle carte eroe, che sono composte da: un grido di battaglia, donano un nuovo potere eroe e conferiscono 5 punti armatura. Però, questa corsa al potere oscuro da parte dei nostri eroi, non sta portando gli stessi vantaggi a tutti, considerando i loro effetti, ma andiamo a vederli e provare a ipotizzare varie e possibili usi nei mazzi.

La prima carta eroe che andiamo a vedere è “Malfurion l’Infetto”. Carta leggendaria del druido a costo 7, che come grido di battaglia ha un effetto “scegli” tra due pendine “Vedova del Gelo” con veleno o due “Scarabei Corazzati” con provocazione. Invece, il potere eroe cambia in “Signore della Pestilenza”: spendendo 2 mana ti permette di scegliere se avere 3 punti attacco all’eroe per questo turno o 3 punti armatura. Nel caso venga giocata insieme a “Fandral Elmocervo” (si va in combo!!!), si ha la possibilità di schierare sia le pedine con veleno che quelle con provocazione, in più ogni turno si ha la possibilità di avere sia tre di attacco che tre punti d’armatura dovuti all’hero power. Considerando la dipendenza da un’altra carta per fare la differenza, sostanzialmente non la vedo così forte e decisiva. Probabilmente la vedo giocata in mazzi più late game, magari un ramp druid, jade druid o qualche nuovo ipotetico druid taunt. La carta eroe del druido la stimerei con un voto da 1 a 10 con un 6.

La prima carta eroe rivelata dalla blizzard è stata “Rexxar il Predamorte”. Carta interessante a primo impatto, con un costo di mana pari 6 (un po’ lenta per le solite meccaniche midrange e agro che siamo abituati a vedere) che come grido di battaglia infligge 2 danni a tutte le creature nemiche. La particolarità della carta sta proprio nel nuovo potere eroe “Genesi Bestiale”, al costo di due mana permette di creare e mettere nella nostra mano una zombestia personalizzata, mescolando due bestie scelte da noi, sommando forza body ed effetti. Questo effetto mi ha subito incuriosito e divertito ma valutandola a sangue freddo non lo vedo cosi incisiva in una probabile nuova ladder. Voto 4

Passiamo ora al mago, dove la nostra jaina viene trasformata in “Jaina il lich del Gelo”. Carta a costo 9 mana, che come grido di battaglia mette un “Elementale dell’Acqua” 3/6, in più tutti gli elementali che controlli hanno furto vitale. Vedendo questi effetti la prima cosa che viene in mente e di poter costruire un mazzo elemental mage, dovuto anche al nuovo potere eroe che cambia dal classico “paga due mana per infliggere un danno a un bersaglio” al tocco ghiacciato “paga due mana infliggi 1 danno, se distrugge un servitore evoca un elementare dell’acqua”. Considerando che con questa carta ci si potrebbe costruire un mazzo sopra o essere usata per recuperare quelle partite disperate, io la considero una carta da 6/7.

E arrivata l’ora di parlare del paladino e del nostro caro Uther, che assetato di potere al costo di 9 mana si trasforma nella sua versione oscura “Uther la Spada d’Ebano”. Carta a prima vista che veramente può avere un impatto sulla partita e farla vincere, partendo dal suo grido di battaglia che dice: equipaggia vendetta implacabile, un arma con 5 di attacco 3 cariche e furto vitale. Potenzialmente per quanto riguarda il recupero vita, facendo due calcoli tra i 3 attacchi più i 5 punti armatura totalizziamo ben 20 punti vita recuperati, che solo questo giustifica il costo in mana della carta. In più il potere eroe viene trasformato in “Cavalieri dell’apocalisse” che con 2 mana evoca una pedina cavaliere dell’apocalisse 2/2 in campo. Ma non è tutto, se controlli 4 pedine cavaliere dell’apocalisse, vinci automaticamente la partita. Non credo ci sia molto d’aggiungere, questa carta sarà la felicità di chiunque giochi il control pala. Passiamo direttamente al voto che è un 9 pieno.

Parliamo del giovane principe di stormwind Anduin, che nella sua versione death knight diventa “Anduin il Mietiombre”. Con un costo di mana pari a 8 ed un interessante effetto grido di battaglia questo eroe DK distruggerà tutti i servitori con attacco pari o superiore a 5 sul campo di battaglia. Invece per quanto riguarda il potere eroe verrà sostituito in “Forma del Vuoto” che al costo di due mana infliggerà 2 danni, con la possibilità di essere nuovamente usato dopo che avremo giocato una carta. La trovo una carta molto utile da inserire negli archetipi di tipo control. Il mio voto è un 7 pieno

E ora e il momento della hero card del rogue, “Valeera l’Empia”. Carta che mette in disaccordo molti player. Personalmente la vedo come una carta molto buona: costa 9 mana ed il suo grido di battaglia ci rende immuni per un turno, simile come effetto alla carta del mago blocco di ghiaccio. Per quanto riguarda il potere eroe, viene cambiato in “Ombra della morte” che recita “nel tuo turno mette un riflesso dell’ombra nella tua mano”. Riflesso dell’Ombra ci permetterà di copiare l’ultima magia giocata, meccanica che sposa molto bene l’archetipo miracle rogue, una delle pochissime tipologie di mazzo al momento competitiva nel formato standard. Voto 8 pieno.

Parliamo ora di “Thrall lo Scrutamorte” carta che fin da subito ha stupito. Questa carta è caratterizzata dal fatto che ha il costo più basso di mana tra tutte le hero card (vi serviranno 5 cristalli per giocarla); il suo grido di battaglia trasforma i nostri servitori in altri servitori casuali che costano due mana in più, rendendola a tutti gli effetti un’evoluzione potenziata, una meccanica molto familiare a tutti noi, che inserita nell’evolve shaman, consente di avere nel mazzo una win card in più. Per quanto riguarda il potere eroe la cosa diventa interessante, infatti il potere dello sciamano cambia dai normali totem a “Trasmutazione Spiritica”, che con due mana trasforma un tuo servitore in un servitore casuale che costa 1 in più, in parole povere un’evoluzione a bersaglio singolo infinita. Carta mostruosa considerando tutta la value che genera ed il costo molto basso. Voto 10 con lode

“Gul’dan il razziasangue” la tanto attesa carta che si aspettava per il warlock. Personalmente non mi fa impazzire il suo effetto grido di battaglia, perché per avere un vero vantaggio da questa carta, bisogna costruirci un mazzo attorno di demoni, da notare anche che la stessa ha un costo molto elevato, il più grande tra tutte le hero card, il quale la rende molto lenta. Ma ha un hero power notevole, “Aspirazione della Vita” che ci permette al costo di due mana di infliggere 3 danni con furto vitale. Il nostro Gul’dan versione death knight non mi convince fino in fondo, può essere usato solo in pochi mazzi e ha un costo esagerato ed e difficile restare vivi fino al turno 10. Voto momentaneo 3

Garrosh il flagellatore è l’ultima hero card di cui parleremo. Carta che personalmente non riesco a comprendere se sia veramente forte o meno, ma andiamo a vedere tutti i suoi effetti. Questa carta costa 8 mana (un po’ alto) ed ha un grido di battaglia che permette di equipaggiare un arma con 4 di attacco e 3 cariche, che infligge danni anche ai servitori adiacenti a quello attaccato; potenzialmente, questo effetto e molto utile in un mazzo control o in un tempo. Parlando del potere eroe, “Tempesta di Lame” (che pagando 2 mana attiva “fai un danno a tutti i servitori in campo”), la reputo ottima nei mazzi tempo, per la sinergia che si viene a creare con “Grommash Malogrido”, “Berserker Rabbioso” o “Combattente Tauren” e altre creature che prendono vantaggio dai danni ricevuti. Altra storia invece e per i control perché è vero che aiuta ad attivare le varie rimozioni AoE come “dormire con i pesci” ma non la vedo così essenziale. Voto momentaneo 5/6

Questa è una prima analisi delle nuove hero card, valutazioni dovute al meta attuale che possono essere smentite da nuovi deck e sinergie ma abbiamo voluto darvi la nostra opinione.

Voi che ne pensate di queste nuove carte? Dateci la vostra opinione.


Il dislivello della corruzione
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701