Casie gioca un deck Rage Warrior ed afferma: l’Underbelly Ooze è Broken!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Un nuovo mazzo si è da poco affacciato al competitivo di Hearthstone e nel giro di poche ore dal suo primo avvistamento la curiosità della community verso questa lista non ha fatto che aumentare.

Si tratta di un deck del Guerriero armato di molte carte con “Rabbia”, potere tipico del Warrior che si attiva nel momento in cui i nostri servitori subiscono dei danni ma sopravvivono, e caratterizzato dalla presenza della Mema dei Sotterranei, carta decisamente particolare che ricorda molto da vicino il più celebre Cliente Torvo.

Come l’ormai selvaggio “Patron” anche la Melma dei Sotterranei evocherà delle sue copie non appena subirà dei danni, ed in questo senso ci vengono in aiuto un gran numero di carte “infliggi danno” che serviranno al nostro scopo.
Nel deck sono anche presenti altre leggendarie ed altre creature che ci garantiranno sempre molta competitività, anche nelle fasi più avanzate della partita, ma è indubbio che il controllo del tavolo da gioco mediante le Melme sia la nostra principale priorità a livello strategico.

Il celebre Casie ha giocato questa lista fino alla Top200 del Legend per poi condividere su Twitter tutto il suo entusiasmo rispetto a questa “scoperta”, andando ad affermare che la carta protagonista del mazzo, la Melma dei Sotterranei, è “rotta”, nel senso che è talmente forte da “rompere” gli equilibri della partita.

  • Broken? Molti professionisti scelgono di usare questa parola come aggettivo per una carta molto forte; in passato il giocatore italiano di Hearthstone Biscaf utilizzò in più occasioni il termine “Rotto” riferendosi a carte o mazzi che erano particolarmente forti e determinanti in quello specifico momento del meta.

La lista

Come di consueto vi ricordiamo che non è solo questo il mazzo protagonista tra gli update del giorno: andando nella sezione Lista Mazzi troverete molte altre liste da giocare.

Underbelly Ooze Warrior da #179 Legend di Casie 9320
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.