ULTIMI MAZZI

Guarda tutti i mazzi

Carte Dorate: ci pensa Jon Briggs!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Jon Briggs, uno dei Big del team di Hearthstone, ci parla delle carte gold…vi auguriamo una buona lettura ed un buon game!

Se volete far colpo sul vostro prossimo avversario con stile e classe, aggiungete qualche carta Dorata alla vostra collezione! Con le loro incredibili animazioni e i bordi scintillanti, le carte Dorate rappresentano dei veri e propri oggetti da collezione. Che le abbiate trovate in una busta o le abbiate create con la Polvere Arcana duramente guadagnata, queste carte splendenti sono il sogno di tutti e raccontano ognuna una storia diversa. 

Ideazione, creazione e integrazione delle carte Dorate sono realizzate da pochi, talentuosi sviluppatori del team di Hearthstone: Becca Abel, Kyle Harrison e Jon Briggs. Nella chiacchierata di oggi Jon Briggs ci racconterà la storia di questi scintillanti pezzi da collezione.


Ciao! Sono Jon Briggs e lavoro su Hearthstone dal 2011. Sono stato il primo assistente capo del progetto, nel team del controllo qualità, prima di iniziare a lavorare sulla creazione dei prototipi delle carte Dorate. Sono stato il responsabile della maggior parte delle animazioni delle carte Dorate di Goblin vs Gnomi. 

La creazione di cotanta lucentezza

La creazione di una carta Dorata avviene attraverso un processo diviso in due parti. Prima di tutto lavoro sul disegno in Adobe Photoshop, e in un momento successivo creo gli effetti speciali. Uso le maschere create per “assegnare” il punto in cui l’effetto deve comparire nella versione Dorata.  

GoldenCards_HS_PilotedShredder_CK_500x333.jpg

Questa è la maschera per il Segatronchi Pilotato. Il blu indica il punto in cui la lama rotante dovrebbe girare; il cerchio grigio è dove il braccio meccanico si muove su e giù; il rosso indica dove voglio che si veda l’effetto della lama; il verde infine, è dove voglio che si vedano il fumo e l’effetto di distorsione.

Una carta Dorata può avere fino a quattro livelli. Questo significa che posso creare e applicare fino a quattro effetti per carta. Per questo, la scelta di come trarre il meglio da ogni livello è fondamentale per trasmettere la “visione” della carta. Per esempio, l’effetto della fornace del Segatronchi Pilotato è stato sdoppiato, fungendo da effetto per gli occhi fiammeggianti e per la bocca del robot.

ATTENZIONE: ELEMENTI IN MOVIMENTO

GoldenCards_HS_GoblinAutoBarber_CK_500x333.jpg

Quando lavoro sulle animazioni delle carte Dorate, “dipingo” le parti principali, animandole indipendentemente. La tecnologia per animare certi aspetti del disegno si è evoluta notevolmente dall’uscita di Hearthstone. Quando abbiamo creato le animazioni di carte come il Robobarbiere Goblin, abbiamo voluto che fossero davvero belle e divertenti, progettandole in modo che funzionassero su tutte le piattaforme supportate. Dobbiamo far sì che il gioco funzioni perfettamente anche con il tabellone completamente coperto di servitori Dorati, una mano piena di carte Dorate e due Eroi Dorati con i relativi Poteri Eroe.

Una miniera d’oro!

C’erano oltre 120 carte in Goblin vs Gnomi, senza contare i servitori “bonus” come le Robobombe. Ogni carta e servitore bonus in gioco richiede una versione Dorata. Negli oltre due mesi che ci sono voluti per creare le carte Dorate di Goblin vs Gnomi realizzavo 3 o 4 carte al giorno. Il tempo che ci voleva per creare ogni carta cambiava a seconda della necessità di un’animazione o meno.

DunemaulShaman_HS_GIF_CK_165x207.gifQuando finivo il lavoro, ogni sera, decidevo le 3 o 4 carte che avrei realizzato il giorno dopo. C’erano carte che non sapevo come avrei fatto a rendere epiche, quindi le saltavo finché non rimanevano solo quelle. Per la cronaca: il premio come “ultima carta Dorata” di Goblin vs Gnomi lo ha vinto lo Sciamano Mazzaduna.  Ironicamente, alla fine è una delle carte più belle, con l’acquazzone che gli scroscia addosso, il vapore che sale dal corpo e l’acqua che si raccoglie in una pozza ai suoi piedi. Che animazione magnifica!

AntiqueHealBot_HS_GIF_CK_165x207.gif

Chi beneficia del trattamento a 24 carati?

Decidere quando usare l’animazione per una carta Dorata è stato difficile. Idealmente, volevamo animare i disegni delle carte perché arricchissero l’esperienza visiva, senza che questo diventasse l’aspetto più importante. Alcuni esempi sono piccole animazioni come la turbina della Macchina Volante, la lama circolare del Mastodonte di Ferro e la pozione di cura che fa dondolare il Curabot Antico.

Una delle sfide più grandi nella creazione delle carte Dorate è stata far sì che un disegno statico divenisse attraente. Se il soggetto non aveva effetti speciali o altre caratteristiche che potevano essere animate, bisognava inventarli. 

KingOfBeasts_HS_GIF_CK_165x207.gifIl Re delle Bestie è un ottimo esempio. Nel disegno c’è un leone tranquillamente seduto per terra. Come potevo renderlo interessante? Ho lavorato sull’ambiente, aggiungendo un bagliore pulsante proveniente dalle torce dietro di lui; poi ho mosso la criniera con un effetto di vento, aggiungendo infine la polvere che si alza da terra.

Uno degli obiettivi che ci eravamo prefissi nella creazione delle carte Dorate prevedeva che le animazioni raccontassero una storia. Poteva essere una cosa semplice come comunicare meglio la funzione di una carta, o anche dar vita al disegno principale suggerendo la mossa successiva, come se la carta fosse viva.

Felcannon_HS_GIF_CK_165x207.gifIl Vilcannone è un ottimo esempio di come la funzionalità della carta sia legata all’animazione. Il movimento motorizzato è identico a quello del Vilcannone di World of Warcraft e mantenere questa coerenza anche in Hearthstone ha aggiunto autenticità alla carta.

Gahzrilla_HS_GIF_CK_178x207.gifBenché in generale sia molto importante mantenere una coerenza con Warcraft nella realizzazione delle carte Dorate, a volte dobbiamo cambiare qualcosa per creare un effetto che risulti credibile. Per esempio, in World of Warcraft Gahz’rilla aveva un soffio di ghiaccio blu, ma questo colore non si abbinava molto bene a quello del cielo e ai toni caldi del disegno. Ho deciso di cambiare il freddo blu del soffio di ghiaccio con un ruggente arancione di un soffio di fuoco, usando un altro livello per generare la tempesta di sabbia attorno a Gahz’rilla.

SneedsOldShredder_HS_GIF_CK_178x207.gifA volte è stato molto divertente lavorare sugli effetti delle carte. Il Segatronchi di Sneed è un buon esempio di come abbiamo aggiunto un tocco “alla Hearthstone”. Il direttore di gioco Eric Dodds e il direttore di produzione Jason Chayes volevano aggiungere dei laser a questa carta e il risultato è stato fantastico! Chi non vorrebbe un Segatronchi che spara laser dagli occhi?

Le versioni Dorate delle carte che generano servitori quando vengono giocate sono state molto divertenti da creare. Visto che le Robobombe del Dott. Boom entrano in gioco alla sua destra e alla sua sinistra, volevamo che ci fosse un elemento comune nella versione Dorata che rispecchiasse questo elemento. I fulmini della versione Dorata del Dott. Boom sono quindi stati aggiunti anche alle Robobombe.  

BoomBot_HS_GIF_CK_165x207.gifDrBoom_HS_GIF_CK_178x207.gifBoomBot_HS_GIF_CK_165x207.gif

Non è tutto oro quel che luccica!

Non è andato sempre tutto bene con le carte Dorate. Durante la creazione dell’effetto dorato bisogna tenere in considerazione le potenziali implicazioni che le scelte di design potrebbero avere nella dinamica di gioco. Sarebbe bello avere degli effetti speciali “nebbiosi” sulle carte del Ladro, ma troppo fumo potrebbe facilmente essere confuso con l’animazione della Furtività. La stessa cosa vale per le carte con Rabbia. Il rosso è un colore comunemente associato alla rabbia, ma troppo rosso nella versione Dorata potrebbe suggerire uno stato di Rabbia anche quando l’effetto non è ancora stato attivato!

A volte, con certi effetti, ci facciamo prendere la mano. In alcune carte abbiamo esagerato con l’effetto “bava”, con il risultato che ora in ufficio sono note come “le bavose”. Io stesso sono stato criticato per aver usato troppe foglie nel set Classico del Ladro.

NobleSacrifice_HS_GIF_CK_250x330.gifAlcuni effetti sono divertenti sulla carta, ma non si rivelano tali nei fatti. Una volta, su Nobile Sacrificio, il servitore saltava da sinistra a destra, come se cercasse di bloccare l’incantesimo in arrivo. Sfortunatamente, il servitore continuava a uscire dalla cornice, lasciando uno spazio vuoto al centro della carta. Una cosa piuttosto strana se il servitore sopravviveva all’attacco.

Shadowboxer-Fast_HS_GIF_CK_165x207.gifAlcune animazioni funzionano bene nella teoria, ma poi risultano troppo veloci e rappresentano una distrazione durante il gioco. C’è stato un momento in cui il Sanitarizzatore e il Robobarbiere Goblin si muovevano quattro volte più velocemente di adesso!

Ne vale la pena

I Robot di Goblin vs Gnomi ci hanno fornito molte opportunità di animare ingranaggi, lame e altre parti meccaniche. Abbiamo fatto molta strada con le carte Dorate di Hearthstone e vogliamo continuare a migliorare la tecnologia per realizzarle.

Lavorare sulle carte Dorate non sarebbe stato possibile senza gli incredibili disegni creati dai talentuosi artisti di Hearthstone. Spero che vi sia piaciuto questo approfondimento sulla realizzazione e le scelte di design delle carte Dorate. Mi piace pensare che per voi siano divertenti da giocare almeno quanto lo sono state per me da realizzare!

Iksar ci mostra tutti i dati dei meta da Sussurri fino ad Alterac

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Manca poco più di un giorno all’arrivo dell’attesissima patch 22.2 di Hearthstone contenente tantissimi contenuti per tutte le modalità di gioco, soprattutto bilanciamenti per il Constructed (sia Wild che Standard).

Simpatico quanto interessante, nel mentre, è l’intervento del noto sviluppatore Dean “Iksar” Ayala che sul suo profilo Twitter ufficiale ha pubblicato tutta una serie di dati inerenti la storia di Hearthstone, in particolar modo dei suoi meta.

Nelle immagini che vedrete in allegato si trovano alcuni grafici a torta in cui vengono riportati gli andamenti di popolarità delle classi di Hearthstone, e la divisione per archetipi, in tutti i meta del gioco dall’espansione Sussurri degli Dei Antichi fino a Divisi nella Valle d’Alterac.

Iksar ha rivelato di aver spulciato nei dati passati ed aver trovato questi interessantissimi grafici sui vari meta della storia di Hearthstone, tutti raccolti 1-2 mesi dopo l’uscita del set specifico (a quanto pare il momento in cui il meta è più solido e duraturo).

Vedendo le immagini è curioso vedere i vari stravolgimenti tra un espansione e l’altra e come, nella storia di Hearthstone, ogni classe abbia avuto i suoi altissimi e bassissimi. Per molti sarà anche nostalgico ricordare alcuni degli archetipi più famosi ed amati (e odiati) del gioco. Vediamo tutti i grafici…

Divisi nella Valle d’Alterac

Uniti a Roccavento

Forgiati nelle Savane

Follia alla Fiera di Lunacupa

Accademia di Scholomance

Ceneri delle Terre Esterne

Discesa dei Draghi

Salvatori di Uldum

Ascesa delle Ombre

La Sfida di Rastakhan

Operazione Apocalisse

Boscotetro

Coboldi e Catacombe

Cavalieri del Trono di Ghiaccio

Viaggio a Un’Goro

Bassifondi di Meccania

Notte a Karazhan

Sussurri degli Dei Antichi

Che ne pensate di queste curiose statistiche? Fateci sapere la vostra…

Ping Mage e Control Warrior da Legend: due deck che potrebbero approfittare dei bilanciamenti

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Ci avviciniamo sempre di più all’arrivo della nuova patch che porterà sconvolgimenti in ogni modalità di Hearthstone. Per quanto riguarda l’Hearthstone Tradizionale, sia Standard che Wild subiranno scossoni, ma chi ne approfitterà?

In Standard sia i Rogue che gli archetipi più forti di Mage e Warrior (Mozaki e Pirate) sono stati nerfati e da questo punto in poi soprattutto due deck, per il momento decenti, potranno vedere schizzare in alto le loro winrate.

Stiamo parlando di Ping Mage e Control Warrior. Il primo con l’introduzione delle carte di Alterac ha rivisto una crescita di popolarità, ma mai ha raggiunto i veri Top Tier, mentre il Control Warrior ha ricevuto un buff a Rokara che, per quanto secondario, potrebbe dare più chance al mazzo, soprattutto contro aggro.

Anche in Wild le cose potrebbero cambiare molto visto che i mazzi Mage e Hunter hanno subito un grosso colpo. Ovviamente sono tanti gli archetipi che potrebbero approfittarne: oggi vi mostriamo uno Shadow Priest ed un Reno Warlock. Chiudiamo l’aggiornamento con una chicca: deck di Midrange Druid per il Classic (Midrange Druid di Ricebowl (Legend#42): AAEDAZICAtuhBLehBA7dlgTclQTpoQT6oATZlQSwlgTxoQSvlgTblQSTogTwoQTFqgS9owTzoQQA).

 

Le liste

Reno Warlock di Timmystreamer (Legend#352)  22740
Shadow Priest di Slizzle (Legend#250)  6840
Ping Mage di Fefe (Legend#350)  6120
Control Warrior da Legend di Kibler  18060

Che ne pensate di queste liste? Fateci sapere la vostra…

iksar hearthstone ama

Hearthstone Q&A: Iksar immagina Master Chief come Eroe di BG

Profilo di VinCesare
 WhatsApp

Con il nuovo anno e la fine delle festività da un bel po’, sono cominciati più assiduamente i consueti e tradizionali Hearthstone Q&A, momenti in cui i dev (in particolar modo Iksar) rispondono a quante più domande possibili sul gioco.

Durante la notte c’è stato un nuovo “episodio” di questo utile evento in cui Dean “Iksar” Ayala ha cercato di togliere quanti più dubbi possibili ai giocatori che gli hanno posto domande sotto al suo thread ufficiale sul suo profilo Twitter personale.

Questo è stato il primo Q&A dopo l’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft, quindi, come potremo aspettarc,i alcuni punti sono dedicati anche a questo argomento delicato sul futuro dell’intera azienda proprietaria di Hearthstone. Ma andiamo a vedere tutti i punti salienti di quest’ultimo Q&A:

Microsoft

  • Iksar, dopo l’acquisizione di Microsoft, comincia a pensare già a quale IP della nota azienda possa fare qualche comparsata su Hearthstone
  • Master Chief è sicuramente il primo nella lista degli Eroi preferiti che aggiungerebbe in Battaglia
  • Iksar è felice dell’acquisizione, anche se al momento non sa come proseguiranno le cose (ndr. soprattutto a livello organizzativo)

Arena

  • Il prezzo di entrata e non avere un matchmaking sono il problema dell’Arena
  • per Iksar due sono le possibilità future:
    • lasciare l’Arena com’è e aggiornare solo carte e gameplay. Idealmente rende felici i giocatori odierni
    • una revisione maggiore: nessun costo di entrata, aggiungere matchmaking e trovare un modo di generare “profitto” (ndr. per i giocatori). La cosa negativa di questa possibilità è che i giocatori odierna sarebbero infelici
  • Iksar crede che ritoccare il costo di entrata e le reward renda solo un pizzico i giocatori più felici, ma non sarebbe una soluzione

Classico

  • a causa di impegni per altre modalità, non c’è stato l’update a Naxxramas, ma verrà fatto
  • non si sa ancora se verranno fatti aggiornamenti con ogni espansione o con interi anni

Battaglia

  • il team sta considerando come fare per Tirion: è nel loro migliore interesse farlo ritornare in BG

Wild

  • non ci sono piani per buffare carte quando ruotano in Wild
  • le winrate in Wild non sono così folli come in Standard

Modalità Torneo

  • la modalità Torneo è in generale “sul tavolo” (ndr. delle idee). Ora stanno facendo brainstorming sulle feature per il 2022
  • non vedremo questa modalità a breve
  • non si sa ancora bene come l’Esport si collegherà alla modalità

Varie

  • non c’è nessuna possibilità che il gioco diventi globale e non più regionale. Il tempo impiegato non varrebbe la pena e si dovrebbe smettere di usare Unity o riscrivere il codice
  • l’acquisto di intere espansioni altrettanto difficile che accada, ora ci si sta concentrando sul diminuire la spesa dei giocatori che hanno difficoltà a fare i loro primi 4-5 deck
  • non verranno create regole speciali, una tantum, per la rotazione delle carte (come aggiungere carte di vecchie espansioni con un limite di tempo)
  • azioni intraprese come quelle per Baku e Genn sono state un’eccezione che rifarebbero per il bene del gioco. In generale, però non vogliono sorprendere le persone con le rotazioni
  • se Iksar avesse la possibilità di rifare gli Eroi, li lascerebbe uguali, ma li inserirebbe in board con 1 di Attacco, che però non sarebbero colpiti da Magie che infliggono danni ai minion, e non riattaccherebbero come i minion (ndr. probabilmente si riferisce a quando un minion subisce danno quando attacca un altro minion con Attacco maggiore di 0)
  • Celestalon è intervenuto in una discussione sul Demon Hunter e su un limite di Eroi per Hearthstone: non sanno quante classi faranno parte del gioco, ma “sicuramente 11 è meglio di 10”

Che ne pensate di questa discussione? Fateci sapere la vostra…