Bot su Hearthstone: Come riconoscerli e come comportarsi

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Come molti di voi avranno notato, stanno comparendo in rete siti che permettono di “abbonarsi” ad un servizio che garantisce ad un bot di operare sul proprio account.
I Bot sono delle intelligenze artificiali che giocano al posto nostro, anche mentre siamo lontani dal nostro PC. La cosa stupefacente è che questi Bot sono davvero ben programmati e permettono non solo di farmare quotidianamente i gold delle quest, ma perfino di scalare la classifica fino al rank Leggenda.
Ovviamente si tratta di programmi illegali, assolutamente non tollerati dalla Blizzard, che dispone di un servizio apposito per individuare e contrastare chi fa uso di questo tipo di programmi.
Ma come fare a riconoscerli? Ci sono due comportamenti che sono facilmente riconducibili ad un un’intelligenza artificiale:
1) Nel turno dell’avversario non vedrete mai i movimenti del suo cursore: quindi non si illumineranno mai le carte al momento della scelta, né il potere eroe, né le creature al momento dell’attacco.
2) Ogni mossa dell’avversario avviene ad intervalli regolari di tempo variabile (il tempo varia a seconda della potenza della CPU che ospita il Bot). Ad esempio: se l’intervallo è di 2 secondi l’avversario farà sempre passare 2 secondi tra ogni attacco ed ogni giocata che effettuerà.

Alcuni utenti ci hanno anche fatto notare che molti Bot da loro incontrati sono Sciamani, e questo è in qualche modo confermato dai forum di questi “hacker” che sottolineano come questa intelligenza artificiale dia il massimo dei risultati proprio con questa classe.

Se, durante una delle vostre partite, notate che i comportamenti dell’avversario coincidano con quelli sopra elencati potete segnalarlo alla Blizzard attraverso i seguenti canali:

http://eu.blizzard.com/it-it/submit/hacks.html (segnalazione online)
[email protected] (indirizzo di posta elettronica del dipartimento che si occupa di hack ed exploit)

Cerchiamo tutti di contribuire nella lotta a questo tipo di comportamenti che compromettono le possibilità di divertimento del gioco, e che alla lunga, potrebbero diventare una vera e propria piaga per Hearthstone, vista la velocità con cui stanno prolificando nelle ultime settimane.
Facciamo però attenzione che l’avversario non dia segni di normale utilizzo: troppe segnalazioni che si dovessero rivelare infondate andrebbero ad appesantire inutilmente il lavoro di chi deve investigare.
Inoltrate le vostre segnalazioni solo se, durante TUTTO lo svolgimento di una partita, il comportamento dell’avversario dovesse risultare riconducibile a quello di un bot (considerando i due comportamenti standard che vi abbiamo elencato prima)!

Powned.it si allinea alla Blizzard nella lotta ad Hack ed Exploit che possono rovinare l’esperienza di gioco degli utenti. Chiaramente, oltre ad incorrere nel rischio di ricevere un ban permanente sul vostro account, troviamo che istallare un Bot sia assolutamente inutile data la natura di questo gioco.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701